Tutti gli articoli di Redazione Padovanet

Archivio Bilanci di previsione

Dati disponibili dal 2005. Per una migliore consultazione, i documenti sono pubblicati a partire dalla data più recente.   Bilancio di previsione 2018/2020  Bilancio di previsione 2017/2019  Bilancio di previsione 2016/2018  Bilancio 2015  Parere Organo revisione  Piano alienazioni/valorizzazioni immobiliari  Bilancio 2014  Parere Organo revisione  Piano alienazioni/valorizzazioni immobiliari  Bilancio 2013 Bilancio 2012  Bilancio 2011 Bilancio 2010 Bilancio 2009  Bilancio 2008 Bilancio 2006  Bilancio 2005

XXX edizione del simposio Farini

L'associazione Roberto Farini onlus organizza la XXX edizione del simposio Farini. Il programma prevede un pre-meeting sul trattamento endoscopico avanzato in gastro-epatologia e due giornate di lavori scientifici, la seconda delle quali organizzata in collaborazione con la Federazione italiana delle società delle malattie digestive del Veneto - Fismad.  Evento patrocinato dal Comune di Padova. Il programma è scaricabile dalla sezione "Documenti" di questa pagina. Per partecipare è necessario iscriversi sul sito www.medik.net. Per informazioni Associazione Roberto Farini onlus sito www.robertofarinionlus.org

Comunicato stampa: Perché è successo qui. Viaggio all’origine del populismo italiano che scuote l’Europa

Venerdì 25 gennaio alle 17:30, il Comune di Padova ospita Maurizio Molinari - direttore di "La Stampa" - per la discussione del suo ultimo saggio “Perché è successo qui. Viaggio all’origine del populismo italiano che scuote l’Europa” (Nave di Teseo). Introduce l’incontro l’ingegnere Davide Romanin Jacur, membro del Consiglio dell’Unione comunità ebraiche italiane - Ucei, e ne discutono con l’autore Stefano Allievi, sociologo, e Paolo Gubitta, docente di Imprenditorialità presso l’Università di Padova. L’appuntamento si svolgerà presso lo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate/San Gaetano. L’ingresso è libero e gratuito. IL LIBRO Aggrediti dalle diseguaglianze, sorpresi dai migranti, flagellati da imposte e corruzione, bisognosi di protezione e sicurezza, feriti dalla globalizzazione, inascoltati dai partiti tradizionali e rafforzati nella capacità di esprimersi dall’avvento dell’informazione digitale, gli italiani con le elezioni del 4 marzo 2018 hanno reagito consegnando le proprie sorti al primo governo populista dell’Europa occidentale, con il risultato di innescare un domino di eventi sul Vecchio Continente dalle conseguenze imprevedibili. Questo libro tenta di rispondere alla domanda su come tutto ciò sia potuto accadere in Italia, con una rapidità travolgente e un’accelerazione di sapore rivoluzionario in uno dei paesi più moderati dell’Occidente. Maurizio Molinari ha percorso il nostro Paese in lungo e in largo, incontrando di persona il disagio, le paure e le speranze degli italiani, per raccontare i motivi di una rivolta che ha sorpreso l’Europa e ha cambiato radicalmente i connotati della vita pubblica. GLI OSPITI Maurizio Molinari, nato a Roma nel 1964, è dal 2016 il direttore di "La Stampa". Per 15 anni è stato corrispondente da Bruxelles, New York e Gerusalemme-Ramallah, ha coperto i conflitti in Medio Oriente, Balcani e Corno d’Africa e intervistato presidenti americani, leader europei e dittatori arabi. Questo è il suo ventesimo libro, tra i precedenti ricordiamo “Il Califfato del terrore“, “Jihad” e “Il ritorno delle tribù“. Stefano Allievi è un sociologo italiano. È specializzato nello studio dei fenomeni migratori, in sociologia delle religioni, e in studi sul mutamento culturale e politico in Europa, con particolare attenzione al pluralismo culturale e religioso, e in specifico alla presenza dell’islam. Al di là degli impegni accademici, svolge un’ampia attività di divulgazione e di animazione sociale e culturale; e coltiva in parallelo una passione di lungo corso per la poesia. È autore di oltre un centinaio di pubblicazioni e di numerosi articoli e interviste su dibattiti di attualità. Suoi testi sono stati tradotti in varie lingue europee, in arabo e in turco. Paolo Gubitta è professore ordinario di Organizzazione aziendale e Family business, è vicedirettore del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali e presidente della Laurea in Economia dell’Università di Padova. Le sue aree di ricerca sono l’imprenditorialità, le imprese familiari e le trasformazioni del lavoro. Nel 2017, con Ananas Nanotech (spin off dell’Università di Padova) ha vinto Open Accelerator, programma di accelerazione di Zambon Group. Come civil servant, è consigliere di amministrazione della Fondazione E. Zancan e co-fondatore e consigliere di amministrazione della associazione Luca Ometto per la ricerca sul Glioblastoma. web info: www.progettogiovani.pd.it

Lavori del Consiglio comunale 2019

DA CONSULTARE: ordine del giorno generale dall'1 gennaio 2019 ordine dei lavori stabilito dalla Conferenza dei capigruppo, esito degli atti proposti all'approvazione del Consiglio comunale e verbale per ogni seduta, pubblicato decorsi i termini previsti dall'art. 38 del Regolamento del Consiglio comunale

Comunicato stampa: cerimonia di posizionamento delle Pietre d’inciampo

Nell'ambito delle iniziative del Giorno della Memoria, giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 11:00, si svolgerà la cerimonia di posizionamento delle Pietre d'inciampo dell'artista Gunter Demnig, in via delle Piazze, 26, davanti al Museo della Padova Ebraica, in ricordo di Giuseppe e Italo Parenzo; via Damiano Chiesa, 4, in ricordo di Rodolfo Ducci, Luisa Hoffman Ducci e dei figli Eva e Teo. Interventi di: Sergio Giordani, sindaco di Padova; Gianni Parenzo, presidente della Comunità Ebraica di Padova; interventi di memoria da parte degli studenti del liceo classico Tito Livio di Padova.

Comunicato stampa: riunione congiunta delle Commissioni consiliari VIII e III

Giovedì 24 gennaio 2019 alle ore 14:45 nella sala Gruppi consiliari di Palazzo Moroni si svolge, in seduta pubblica, la riunione congiunta delle Commissioni consiliari VIII “Politiche di Controllo e Garanzia” presieduta dal consigliere Giacomo Cusumano e III “Politiche Turistiche e Culturali” presieduta dal consigliere Daniela Ruffini. All’ordine del giorno: esame della proposta della Giunta comunale avente ad oggetto “Lavori urgenti presso i Musei Civici agli Eremitani e presso il Centro Culturale San Gaetano finanziati con prelievo dal fondo di riserva per euro 700.000. Variazione d’urgenza del Documento unico di programmazione e del Bilancio di previsione 2019-2021”; varie ed eventuali.

Comunicato stampa: riunione della VIII Commissione consiliare

Giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 16:15, si riunisce in seduta pubblica nella sala Gruppi consiliari di Palazzo Moroni l'VIII Commissione consiliare "Politiche di Controllo e Garanzia" presieduta dal consigliere Giacomo Cusumano. All'ordine del giorno: esame della proposta di deliberazione avente ad oggetto: "Variazione al Documento unico di programmazione ed al Bilancio di previsione 2019-2021 – Gennaio 2019”; varie ed eventuali.

Le iniziative del Centro Culturale Altinate/San Gaetano, dal 25 al 27 gennaio

Il Centro Culturale di Padova propone appuntamenti diversificati e aperti a tutti. Nel fine settimana dal 25 al 27 gennaio:​​​   Appuntamento al Centro Culturale per il Giorno della memoria - 27 gennaio 2019 Rappresentazione "Stella Bassani. Canzoni per la memoria" Intervento di Giuliano Pisani vice presidente del Comitato scientifico del Giardino dei Giusti del Mondo di Padova Spettacolo musicale "Serata con le muse"  Spettacolo di solidarietà proposto dall'associazione Bellunesi nel Mondo di Padova Presentazione del libro "Perché è successo qui" Presentazione del volume “Perché è successo qui. Viaggio all’origine del populismo italiano che scuote l’Europa” di Maurizio Molinari Mostra "In Fieri" Mostra collettiva con opere di artisti selezionati dall’Archivio Gai - Giovani artisti italiani di Padova Laboratori didattici "L'Arte nel segno della legalità" Appuntamento per bambini dai 5 agli 10 anni Mostra fotografica "Giovanni Umicini per Padova" Esposizione permanente di street photography

Comunicato stampa: approvato dalla giunta il Bici masterplan

La Giunta ha adottato il Bici masterplan 2018-2022, che istituisce la “bicipolitana” padovana. Il piano contiene, accanto a un’analisi dello stato di fatto delle piste ciclabili e dei flussi (compiuta anche attraverso il rilevamento di passaggi in bicicletta in diversi punti della città e la diffusione di un questionario online), un piano di interventi per il potenziamento, il completamento e la messa in sicurezza degli itinerari ciclistici e lo sviluppo della ciclabilità diffusa. Vengono infatti da un lato individuati i 17 principali itinerari del sistema “bicipolitana”, dall’altro alcuni accorgimenti per favorire l’uso della bicicletta nel centro storico e nella zone residenziali. Nel Bici masterplan, che si collega al quadro d’insieme del Piano urbano della mobilità sostenibile, sono presenti le norme tecniche per una corretta realizzazione degli interventi infrastrutturali, tenendo conto anche della presenza della bicicletta. Vengono indicate nel dettaglio soluzioni specifiche per le biciclette, in relazione agli eventuali conflitti con pedoni e veicoli a motore, e sono proposte delle schede tematiche dove sono rappresentate alcune realizzazioni e gli ambiti di applicazione. «Questo passaggio è fondamentale, un traguardo e un punto di partenza - spiega il vicesindaco Arturo Lorenzoni - Andiamo a realizzare in città un’infrastruttura di mobilità ciclabile che avrà una sua dignità a sé stante. Ringrazio il gruppo di lavoro intersettoriale che in questi mesi ha lavorato al piano che contiene indicazioni strategiche, ma anche norme tecniche e regolamenti che hanno l’obiettivo di dare organicità alle politiche a favore della ciblabilità. L’obiettivo è quello di permettere a chi va in bicicletta di muoversi in maniera veloce, sicura e compatibile con le caratteristiche della nostra città. Sono previsti interventi per il completamento e la realizzazione dei principali itinerari ciclistici radiali, la realizzazione di passerelle pedonali e ciclistiche per collegare le sponde dei fiumi e la creazione generale di adeguate condizioni di sicurezza per pedoni e ciclisti con interventi di moderazione del traffico. La sicurezza è uno degli elementi su cui l’attenzione è stata maggiore e le norme tecniche contengono indicazioni importanti per la realizzazione di tutte le infrastrutture cittadine. Il piano vuole da un lato costruire una rete di collegamento tra gli itinerari principali di spostamento in città, dall’altro incentivare l’uso della bicicletta in centro e nei quartieri». Dall’analisi del Bmp è possibile stimare un numero di spostamenti al giorno in bicicletta tra 155 mila e 160 mila, pari a circa il 20% degli spostamenti giornalieri urbani complessivi. Oggi Padova offre 168 chilometri di itinerari ciclabili e l’obiettivo di medio - lungo termine (2030) è arrivare al 25% di spostamento quotidiano con le due ruote e offrire alla città una rete di 300 chilometri di infrastrutture e facilitazioni per i ciclisti, sviluppando e favorendo anche i collegamenti ciclabili con i comuni contermini. Alcuni interventi inseriti nel Bmp sono già previsti dal piano triennale dei lavori pubblici. «La prospettiva è quella di un impegnativo piano di interventi che vede il 2021 come orizzonte temporale - conclude il Vicesindaco - per realizzare e mettere in sicurezza i tratti ancora da completare. Si tratta di lavori che auspichiamo possano essere finanziati da fondi europei, ministeriali e regionali. La città ha bisogno di una struttura come questa per una mobilità sostenibile» La rete ciclabile esistente https://www.dropbox.com/s/utkvuonyvboni5r/Tavola%2001_ReteCiclabileEsistente_Categorie%28firmato%29.pdf?dl=0 Bicipolitana completa https://www.dropbox.com/s/ep4ihr9rq0jqvcf/Tavola%2003_Bicipolitana%28firmato%29.pdf?dl=0