Tutti gli articoli di Redazione Padovanet

Indagine di mercato per la ristrutturazione di due arcostrutture in via Schiavone e via Vermigli (cod.1703)

Il Settore Contratti Appalti e Provveditorato del Comune di Padova intende effettuare un'indagine di mercato per acquisire manifestazione di interesse di ditte specializzate per la ristrutturazione di due arcostrutture in via Schiavone e via Vermigli. L'avviso e gli elaborati progettuali sono scaricabili nella sezione "Documenti" di questa pagina. Le imprese, che vogliono presentare la propria manifestazione di interesse, devono farlo per via telematica, previa registrazione, attraverso il Portale istanze online. La trasmissione telematica è obbligatoria e non saranno tenute in considerazione domande o comunicazioni inviate con altri canali. Nel Portale istanze online sono disponibili brevi manuali di istruzione che aiutano l'utente nella registrazione e nella redazione della pratica. IN EVIDENZA: Dal giorno 17 luglio sarà attivo il nuovo Sistema Pubblico di Identità Digitale - SPID per l’accesso ai servizi digitali da parte dei cittadini che permetterà di autenticarsi nella seguente modalità: • con SPID • con le precedenti credenziali per gli utenti che si erano già registrati e attivati con i portali sopra citati. Gli operatori economici che non possiedono già le credenziali di accesso ai portali ma che desiderano utilizzare questi servizi online, dovranno necessariamente dotarsi di una identità digitale SPID. Per chiarimenti e modalità di richiesta di SPID si può consultare il sito: https://www.spid.agid.it ATTENZIONE la successiva fase della procedura (invito e gara) viene espletata utilizzando la piattaforma Sintel sul sito di ARCA Lombardia, pertanto gli operatori economici ENTRO il 5 agosto 2019 dovranno non solo inviare la propria manifestazione di interesse attraverso il Portale Istanze Online del Comune di Padova, ma anche procedere all'accreditamento consistente sia nella REGISTRAZIONE che nella QUALIFICAZIONE per il Comune di Padova all'interno della piattaforma SINTEL. In mancanza di ciò i candidati non potranno essere ammessi alla procedura.      

Conferenza stampa: ponte della tangenziale su via Vigonovese. Venerdì 19 luglio inizia la demolizione

L'assessore ai lavori pubblici Andrea Micalizzi invita giornalisti, fotografi e video operatori ad assistere all'inizio della demolizione della struttura del ponte su via Vigonovese  grazie all'intervento di una grande pinza cingolata. L'appuntamento è venerdì 19 luglio, alle ore 9:00 in via Vigonovese, all'ingresso del cantiere, lato Padova Saranno presenti: Andrea Micalizzi, assessore ai lavori pubblici i tecnici dell' assessorato

Modifiche alla viabilità per il concerto di Laura Pausini e Biagio Antonacci

Per il concerto di Laura Pausini e Biagio Antonacci, in programma sabato 20 luglio allo stadio Euganeo, l'Amministrazione comunale, vista la grande affluenza prevista, ha predisposto una serie di provvedimenti per consentire al pubblico di raggiungere lo stadio. Visti i controlli di sicurezza straordinari che vengono effettuati è sconsigliato arrivare dopo le ore 17:30.

Comunicato stampa: due anni di politiche digitali

Si è tenuta a Palazzo Moroni, la conferenza stampa di presentazione del progetto Digital cities challenge, in cui il Comune di Padova ha partecipato in ambito digitale e per fare un resoconto di quello che sta accadendo a Padova dal punto di vista digitale. Digital cities challenge è stato organizzato dalla Commissione europea, per avvicinare città da tutta Europa, fornendo consulenza gratuita per lo sviluppo dei progetti di digitalizzazione sulle città. Padova vi ha partecipato insieme ad altre 40 città europee digitalmente attive, portando a casa un ricco bagaglio di nozioni, che hanno arricchito la strategia digitale cittadina, uno slogan molto apprezzato dalla Commissione europea: Padova più smart, più ambientalmente sostenibile e più vicina alle persone. Tra i progetti presentati a Bruxelles che hanno ricevuto un forte riscontro, sia per l’elevata attenzione alla ricaduta sul cittadino, sia per l’alto interesse suscitato dal progetto, c’è certamente quello di “Next”, i bus modulari elettrici presentati da Paradigma, centro d’innovazione di Padova all’interno del quale sono stati sviluppati. Il vicesindaco Arturo Lorenzoni rimarca: "La cosa che mi preme sottolineare è il ruolo fondamentale che il Comune può avere nell'attivare relazioni tra i soggetti che si occupano di innovazione digitale. Mettere in rete competenze in questo mondo all'apparenza così complesso è necessario se vogliamo puntare ad uno sviluppo che sia davvero utile alla comunità e ai cittadini e sappia rispondere ai loro bisogni in maniera concreta. Il futuro è più vicino di quel che crediamo e queste reti sono fondamentali per farci stare stare al passo con i tempi, oltre che grandi occasioni per valorizzare le competenze presenti sul nostro territorio". Enrico Fiorentin consigliere comunale con delega ai progetti di finanziamento spiega: "I cittadini sono giustamente sensibili ai temi della mobilità e dei servizi offerti dalla pubblica amministrazione. Per questo è necessario creare un percorso di digitalizzazione efficace e costante insieme con Università, Camera di Commercio, e tutti gli stakeholders più importanti, che ci stanno dando una grossa mano. I frutti si vedranno sia nei progetti più innovativi (ad esempio i bus elettrici modulari di Next) sia in quelli a carattere più inclusivo (quali i messaggi vocali per i non vedenti che stiamo testando nei mezzi pubblici). Questo per me significa essere digitali, ma con forte attenzione al cittadino". Alberto Corò, caposettore dei Servizi Informatici e Telematici,  ha descritto come sono stati investiti i 15 milioni di euro che la Regione del Veneto ha stanziato su agenda digitale, mobilità sostenibile e servizi abitativi. Il collegamento con l’Europa avviene tramite l’Ufficio progetti di finanziamento del Comune di Padova, che gestisce i fondi strutturali Por Fesr di circa 15 milioni e mezzo per l’area urbana Padova, Maserà e Albignasego. L’obiettivo principale degli interventi del Por Fesr, è il miglioramento, tramite la digitalizzazione, dell’accesso da parte dei cittadini ai servizi della PA locale in risposta alle problematiche sociali e ambientali. Grandi passi avanti anche da parte del Settore Anagrafe, che ha ricevuto i complimenti anche dal Governo per il grande lavoro di digitalizzazione in corso. Progetti di ricerca applicata alla logistica cittadina, servizi alle imprese e corsi di formazione gratuiti offerti alle imprese sono stati presentati da Franco Pasqualetti, vice-presidente della Camera di Commercio di Padova, Catia Ventura, responsabile coordinamento Cna Padova, Irene Marchiori, ricercatrice del Consiglio nazionale delle ricerche e Andrea Grigoletto, direttore tecnico della Fondazione Fenice onlus.

Indagine di mercato per i lavori di realizzazione di interventi di adeguamento energetico di due arcostrutture (Endronee Vlacovich) – cod. 1701

Il Settore Contratti Appalti e Provveditorato del Comune di Padova intende effettuare un'indagine di mercato per acquisire manifestazione di interesse di ditte specializzate per la realizzazione di interventi di adeguamento energetico di ude arcostrutture (Edrone e Vlacovich) L'avviso e gli elaborati progettuali sono scaricabili nella sezione "Documenti" di questa pagina. Le imprese, che vogliono presentare la propria manifestazione di interesse, devono farlo per via telematica, previa registrazione, attraverso il Portale istanze online. La trasmissione telematica è obbligatoria e non saranno tenute in considerazione domande o comunicazioni inviate con altri canali. Nel Portale istanze online sono disponibili brevi manuali di istruzione che aiutano l'utente nella registrazione e nella redazione della pratica. IN EVIDENZA: dal 17 luglio sarà attivo il nuovo Sistema pubblico di identità digitale - Spid per l’accesso ai servizi digitali da parte dei cittadini che permetterà di autenticarsi nella seguente modalità: • con Spid • con le precedenti credenziali per gli utenti che si erano già registrati e attivati con i portali sopra citati. Gli operatori economici che non possiedono già le credenziali di accesso ai portali ma che desiderano utilizzare questi servizi online, dovranno necessariamente dotarsi di una identità digitale Spid. Per chiarimenti e modalità di richiesta di Spid si può consultare il sito https://www.spid.agid.it ATTENZIONE la successiva fase della procedura (invito e gara) viene espletata utilizzando la piattaforma Sintel sul sito di ARCA Lombardia, pertanto gli operatori economici ENTRO il 3 agosto 2019 dovranno non solo inviare la propria manifestazione di interesse attraverso il Portale istanze online del Comune di Padova, ma anche procedere all'accreditamento consistente sia nella REGISTRAZIONE che nella QUALIFICAZIONE per il Comune di Padova all'interno della piattaforma SINTEL. In mancanza di ciò i candidati non potranno essere ammessi alla procedura.  

Comunicato stampa: Body out. Personale di Marco Vecchiato

Dal 20 luglio al 25 agosto le Scuderie di Palazzo Moroni ospitano “Body out” la personale dell’artista Marco Vecchiato promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune di Padova e curata da Barbara Codogno (ingresso libero; orario: dalle ore 9:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 19:00; chiuso lunedì). La mostra sarà inaugurata venerdì 19 luglio alle ore 18:30 con ingresso libero. In esposizione una trentina di lavori del pittore padovano che spaziano dalle carte, ai disegni, dalle piccole alle grandi tele, organizzate anche in dittici e trittici. La mostra evidenzia una continuità di ricerca - febbrile - attorno all’idea di “uomo”. Imponenti sfondi bianchi che mutano negli altrettanti assoluti rossi e neri. E se dalla luce bianca si intuisce un’origine che nel rosso prova a farsi carne, è invece nel nero definitivo e categorico che il corpo trapassa e diventa pura idea di sé stesso. Di Vecchiato la critica parla unanimemente mettendo in campo una commistione di linguaggi (artistici, letterari, filosofici) e che vedono massimamente implicati i filosofi del ’900, Herbert Marcuse in primis. L’autore ha infatti intitolato a Marcuse una delle sue ultime mostre modenesi: “L’uomo a una dimensione”. Dichiarazione che stilisticamente traccia il senso della sua ricerca pittorica. Perché Vecchiato è autore complesso: la sponda letteraria e filosofica aumenta l’impatto con la pittura. L’immagine che ne deriva è sempre piuttosto violenta, sia nell’espressione gestuale che in quella concettuale, a cui la pittura è indissolubilmente legata. “Vecchiato dipinge, disegna, scrive, pensa: ma non è un artista concettuale - dice l’assessore alla cultura Andrea Colasio - È un pittore figurativo, anche se la sua figura è un’idea. O la negazione dell’idea”. Come scrive Barbara Codogno nel saggio introduttivo al catalogo della mostra: “La figurazione e la narrazione: Vecchiato nega questi due “codici”, il suo è un atto di ribellione: la sepoltura del racconto, il funerale della figura. Le figure sono sollevate dal loro ruolo rappresentativo ed entrano così direttamente in contatto con un ordine di sensazione. Lievemente, si percepiscono appena, affiorano da un amalgama informe e indefinito. E la tensione è tutta volta a quello sforzo teso ad eliminare ogni “spettacolo”. Il codice vuole che tra due figure si insinui una storia, per animare l’insieme del dipinto. Isolare è dunque modo perfetto per rompere con la rappresentazione, impedire la narrazione e liberare la figura. Liberarla anche dalla vita”. La creatività per Vecchiato è un conflitto che avviene in una dimensione “intellettuale”, dialettica, per questo egli ha sempre cercato il corpo a corpo con le discipline umanistiche. Dalla poesia (Vacuum – antologia poetica, 2010; Unter den Linden & Wayne, 2014) alla storia dell’arte. La laurea in lettere sarà solo il pretesto per svolgere per quasi un decennio attività di libero ricercatore in storia dell’arte. Nel 2012 la pittura trova definitivamente la sua centralità sostituendo la scrittura anche se, come afferma l’artista: “la scelta di fare pittura è una faccenda metafisica, più rischiosa della poesia stessa”. Oggi ha al suo attivo un numero importante di mostre in tutta Italia ricevendo sempre significative conferme dal mondo dell’arte, dalla prima esposizione collettiva alla Fondazione Bevilacqua la Masa (1999) fino al recente riconoscimento che lo vede tra i finalisti del Premio nazionale Combat. Accompagna la mostra un catalogo con testo critico di Barbara Codogno, edito da Pixart. Info: Padova, Scuderie di Palazzo Moroni 20 luglio – 25 agosto 2019 Ingresso libero orario: dalle ore 9:30 alle 12:30  e dalle 15:00 alle 19:00 Chiuso lunedì sito: padovacultura.it - padovaeventi.comune.padova.it

Comunicato stampa: firmata a Milano la Dichiarazione per l’adattamento delle città al cambiamento climatico

Molte città italiane si sono incontrate oggi a Milano per rilanciare l’azione sul clima e per comprendere come difendersi dalle conseguenze della crisi climatica e adattarsi, nelle loro azioni quotidiane, al clima che cambia. In questa occasione è stata firmata la Dichiarazione per l’adattamento climatico delle Green City, una dichiarazione in 10 punti il cui obiettivo è arricchire la conoscenza delle politiche e delle misure di adattamento ai cambiamenti climatici e sollecitare una maggiore attenzione su un tema così cruciale per la sicurezza, il benessere e la qualità della vita dei cittadini. La firma è avvenuta in occasione della Seconda Conferenza nazionale delle Green City, promossa dal Green City Network, la “rete” lanciata dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile per sostenere attività e interventi per rendere le città italiane più green, in collaborazione con il Comune di Milano e il Politecnico di Milano, con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Milano e con il supporto di Amundi, Montello SpA, Utilitalia, Ing, FaterSmart e Key Energy – Ecomondo. Le prime 25 città ad aver aderito alla Dichiarazione per l’adattamento climatico delle Green City sono Assisi, Belluno, Bergamo, Casalecchio di Reno, Chieti, Cisterna di Latina, Cosenza, Firenze, Genova, Imola, Livorno, Mantova, Milano, Monterotondo, Napoli, Padova, Palermo, Parma, Pordenone, Siracusa, Sorradile, Tivoli, Torino, Venezia. L’Italia è più esposta di altri Paesi agli impatti del cambiamento climatico ed è al 2° posto in Europa per le perdite economiche generate dai cambiamenti climatici con oltre 63 miliardi di euro (Commissione UE, 2018). Il riscaldamento futuro nella regione del Mediterraneo è atteso superare i tassi globali del 25%, con il riscaldamento estivo superiore del 40% della media mondiale. Recentemente il Programma europeo Copernicus ha pubblicato i dati delle temperature del mese di giugno 2019 e le statistiche lo confermano: si è trattato del giugno più caldo in Europa da quando esistono le misurazioni con temperature di circa 2° C superiori al normale. Nel complesso, le perdite economiche registrate in Europa, nel periodo 1980-2016, provocate da fenomeni meteorologici e altri eventi estremi legati al clima hanno superato i 436 miliardi di euro. A fronte di tali impatti, a livello europeo, solo il 26% delle città ha realizzato un piano di adattamento climatico, il 17% un piano congiunto per mitigazione e l’adattamento mentre il 33% non ha nessun piano locale per il clima. Arturo Lorenzoni da due anni partecipa ai lavori del tavolo di esperti per la definizione della Dichiarazione. “Questi dati ci impongono di agire il più in fretta possibile. L’iniziativa del Green City Network va in questa direzione e punta a promuovere un maggiore e più qualificato impegno delle città italiane per l’adattamento climatico - dichiara il Vicesindaco - Nella nostra città, per quel che riguarda le mie deleghe, stiamo agendo sia sul fronte urbanistico con la redazione di un Piano degli Interventi che sappia adattare il territorio ai cambiamenti climatici, sia sul fronte della mobilità, con politiche volte ad incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico. Ad esempio stiamo studiando di estendere la gratuità dei mezzi già riconosciuta agli anziani ad altre categorie.” Tra i punti della Dichiarazione di fondamentale importanza è quello che ci spinge a puntare su soluzioni di adattamento basate sulla natura, le cosiddette Nature-Based Solutions. Infatti le alberature stradali, i giardini pubblici e privati, i parchi, i tetti e le pareti verdi, gli orti e le aree agricole periurbane contribuiscono in maniera rilevante all’adattamento climatico, a ridurre le ondate di calore, a migliorare il deflusso superficiale e l’assorbimento delle acque. “Sono soluzioni che vanno tenute ben presenti sia nella pianificazione urbanistica sia nei piani di incremento, gestione e finanziamento del verde urbano - dichiara l’assessora Gallani - ed è proprio in questa direzione che va il Piano di Gestione delle alberature che abbiamo presentato ieri e che oggi ha riscosso grande successo tra le amministrazioni di diverse città: l’albero come infrastruttura fondamentale.” “Il clima non riguarda solo qualcuno, riguarda tutte e tutti. Per questo la sinergia e l’impegno collettivo sono strategici per riuscire a far fronte ad una sfida che non possiamo ignorare – conclude Lorenzoni – Come amministratori il nostro impegno è massimo sul tema, e sapere di non essere soli serve a farci agire con ancora più forza e determinazione”.

Conferenza stampa: Digital cities challenge. Due anni di politiche digitali del Comune di Padova e dei suoi stakeholders

Si è appena concluso il percorso annuale di Digital cities challenge, organizzato dalla Commissione europea. Padova vi ha partecipato insieme ad altre 40 città europee digitalmente attive, portando a casa un ricco bagaglio di nozioni, che hanno arricchito la strategia digitale cittadina. Durante la conferenza stampa, gli amministratori e gli stakeholder di Padova presenteranno i risultati ottenuti, la vision della città, ed i servizi ai cittadini che a breve saranno disponibili sul nostro territorio. Conferenza stampa domani mercoledì 17 luglio, alle ore 12:30 Palazzo Moroni, Sala Bresciani Interverranno: Arturo Lorenzoni, vicesindaco con delega alla mobilità Francesca Benciolini, assessora con delega ai servizi demografici Enrico Fiorentin, consigliere con delega ai progetti di finanziamento Alberto Corò, caposettore Servizi Informatici e Telematici Fabrizio Dughiero, prorettore al trasferimento tecnologico dell’Università degli Studi di Padova Irene Marchiori, ricercatrice al Consiglio nazionale delle ricerche Antonio Guadagnino, ceo di Paradigma Catia Ventura, responsabile coordinamento Cna Padova Andrea Grigoletto, direttore tecnico Fondazione Fenice onlus Franco Pasqualetti, vice presidente della Camera di Commercio di Padova

Notturni d’arte 2019

La XXXIII edizione dei Notturni d’arte è intitolata "In viaggio. Esplorazioni d'arte e altro ancora", prendendo spunto dalle esplorazioni di Giovanni Battista Belzoni. In programma visite e passeggiate guidate, spettacoli, concerti, incontri, tour in battello, iniziative per ragazzi, spettacoli, proiezioni cinematografiche sul tema del viaggio, inteso come scoperta e conoscenza.