Archivi categoria: Padovanet

Comunicato stampa: riunione della II Commissione consiliare

Martedì 19 marzo 2019, alle ore 17:00 nella Sala Gruppi Consiliari di Palazzo Moroni si svolge, in seduta pubblica, la riunione della II Commissione consiliare “Politiche Economiche e Comunicative” presieduta dal consigliere Nereo Tiso. All’ordine del giorno: esame della proposta di deliberazione della Giunta Comunale n° 2019/0151 del 12/03/2019 avente ad oggetto: “Regolamento per la definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti di cui all’articolo 6 del D.L. N. 119 del 23 ottobre 2018 – Approvazione.”; varie ed eventuali.

Conferenza stampa: “Altino sulla laguna. Dalla città svelata all’insediamento lagunare di Torcello”

In concomitanza con la mostra "Altino prima di Venezia. Patavium, Altinum e la laguna", promossa dall’Assessorato alla cultura e organizzata dall’Associazione La Carta di Altino, visitabile al Palazzo della Ragione fino al prossimo 14 aprile, ecco una prima occasione per scoprire le vicende di quei luoghi magici e ricchi di storia che si affacciano sulle acque lagunari. Di Altino molto si conosce dal punto di vista archeologico, ma fondamentali per comprendere l’articolazione della città antica sono stati alcuni recenti studi basati sul telerilevamento, ovvero sull’analisi di immagini riprese dall’alto. Del percorso avvincente, che ha portato a delineare con straordinaria chiarezza la forma urbis altinate, parlerà Paolo Mozzi, geomorfologo, allargando progressivamente la prospettiva al problema dell'evoluzione geomorfologica della laguna nord dall'età romana al Medioevo. La parola passerà successivamente a Diego Calon, archeologo, che, sulla base delle recentissime interpretazioni degli spazi e delle stratigrafie torcellane, racconterà come Torcello e la laguna siano “un pezzo di Altino”, una parte rilevante della città, ovvero il luogo degli scambi commerciali per il periodo tardoantico e altomedievale. Al termine dell’incontro sarà possibile visitare gratuitamente la mostra con Mariolina Gamba. Introduce  Francesca Veronese, Musei Civici di Padova - Museo Archeologico Intervengono Paolo Mozzi, Università degli Studi di Padova Diego Calon, Università Ca’ Foscari di Venezia Info e contatti  Segreteria Museo Archeologico: 049/8204572 email museo.archeologico@comune.padova.it   ​Ingresso libero

Comunicato stampa: Italiani due volte. Dalle foibe all’esodo: una ferita aperta della nostra storia

Lunedì 18 marzo, il Comune di Padova e l’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia invitano la cittadinanza in sala Anziani di Palazzo Moroni per un incontro con Dino Messina alle 17:30. Dino Messina ha lavorato per trent'anni al «Corriere della Sera», giornale al quale collabora ancora con articoli di attualità e cultura e curando il blog "La nostra storia". Ha appena pubblicato il saggio "Italiani due volte. Dalle foibe all’esodo:una ferita aperta della nostra storia", edito da Solferino, con l'intenzione di rimuovere la patina ideologica che da decenni deforma la lettura di quei fatti storici. A rievocare una storia a lungo trascurata del nostro Novecento è un’inchiesta originale e serrata dove al racconto dei fatti Dino Messina accompagna le testimonianze inedite dei parenti delle vittime della violenza titina e di chi bambino lasciò la casa natale senza la speranza di potervi tornare. Un dramma nazionale in tre grandi atti: il primo, con l’irredentismo, la vittoria nella Grande guerra, il passaggio alla patria di regioni e città sotto il dominio asburgico; seguiti dalla presa del potere fascista con le politiche anti-slave e la guerra accanto ai nazisti. A migliaia di fuggitivi, dopo il terrore e lo sradicamento, toccò l’umiliazione dei campi profughi. Una pagina tragica della nostra storia, a lungo strumentalizzata da destra e sinistra, che trova in questo libro una ricostruzione puntuale e una narrazione corale di grande impatto. Dialogano con l’autore: Adriana Ivanov, Egidio Ivetic e Franco Luxardo.

Comunicato stampa: incontro delle realtà del Progetto carcere con l’Amministrazione

Gli operatori delle cooperative e associazioni che lavorano all’interno della Casa di Reclusione di Padova e i rappresentanti degli istituti scolastici interni al carcere hanno incontrato l’Amministrazione comunale. All’incontro erano presenti l’assessora al sociale, Marta Nalin, quella al volontariato, Cristina Piva, Francesca Benciolini, assessora con delega ai diritti umani, e Diego Bonavina, assessore allo sport. Le realtà presenti appartengono infatti a diversi mondi: associazione Incontrarci, Ristretti Orizzonti, Granello di Senape, Work Crossing cooperativa sociale, cooperativa sociale Altracittà, Giotto cooperativa sociale, Teatrocarcere Due Palazzi, Coristi per Caso, Coro Due Palazzi, Polisportiva Pallalpiede, associazione Amici della Giotto, Gruppo operatori carcerari volontari, Casa di accoglienza Piccoli Passi, associazione Antigone, Consorzio Giotto, docenti della sezione carcere della scuola Gramsci/Einaudi, il polo universitario carcerario, gli insegnanti del primo periodo di primo livello (scuola media) e del Cpia.   «L’incontro è servito a condividere i diversi percorsi di integrazione già attivi – spiega l’assessora Cristina Piva – per pensare allo sviluppo di altre forme di collaborazione con le istituzioni per tenere aperta la porta della condivisione».   «Il Comune di Padova da anni ha un Progetto carcere animato da diverse realtà per aiutare la garanzia dei diritti dei detenuti – sottolinea Marta Nalin – Quella del carcere è per sua natura una realtà racchiusa dentro mura e cancelli, ma è capace anche di esprimersi al di fuori di questi. Esistono già tante esperienze positive in questo senso ed è importante valorizzarle. Anche il carcere è infatti un elemento del nostro territorio e dobbiamo considerarlo come tale, in un’ottica inclusiva, trovando spazi di comunicazione fondamentali anche per la prevenzione».   «Le persone che vivono una parte della loro vita all'interno del carcere sono a tutti gli effetti cittadini di Padova – ribadisce Francesca Benciolini - Avere una città che se ne fa carico attraverso le molte attività che le associazioni, le cooperative, le scuole svolgono all'interno degli istituti cittadini è un modo per creare un legame sociale importante tra chi sta scontando una pena e chi vive nella città. La nomina da parte dell'Amministrazione del Garante dei Diritti delle Persone Detenute o Private della Libertá Personale sarà uno dei prossimi passi che vogliamo rinforzi questo legame e dia valore ai percorsi di chi vive in stato di detenzione».   «Siamo vicini a chi porta avanti all'interno del carcere progetti di integrazione e reinserimento attraverso anche un veicolo come lo sport» conclude l’assessore Bonavina.  

Comunicato stampa: Militari della GdF partecipano a corso di formazione della Polizia Locale

Continua a risultare "vincente" la sinergia operativa in atto tra la Polizia Locale di Padova ed i militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza. Dopo i numerosi interventi effettuati assieme in alcune zona "calde" di Padova, primo tra tutte il complesso di via Bernina, 18 dove sono stati effettuati accertamenti all'interno delle sedi di circoli e associazioni culturali, ora è il momento della formazione congiunta. A seguito di un accordo tra il Sindaco di Padova, il comandante della nostra Polizia Locale, Lorenzo Fontolan ed il comandante provinciale della GdF colonnello Fabio Dametto, 12 militari facenti capo al Comando provinciale stanno partecipando in questi giorni ad un corso organizzato dal Centro permanente di formazione della Polizia Locale, originariamente destinato agli agenti neo assunti nel corso degli ultimi anni. Agenti di Polizia Locale e Finanzieri si trovano a condividere le lezioni inerenti le ultime novità del Codice della Strada, in parte introdotte dal recente Decreto sicurezza, tenute da alcuni ufficiali esperti appartenenti alla stessa Polizia Locale. L'iniziativa esprime, ancora una volta, la valenza strategica insita nello scambio di esperienze e competenze professionali tra gli organi preposti al controllo e alla sicurezza del territorio, impegnati nel comune intento di tutelare la collettività e garantire il rispetto delle regole. Il Sindaco Sergio Giordani non nasconde la propria soddisfazione: "Sono convinto sostenitore di ogni forma di collaborazione virtuosa tra le Istituzioni che possa generare ricadute positive sui cittadini. Militari della Guardia di Finanza e agenti della Polizia Locale, gomito a gomito anche in aula, costituiscono un valore aggiunto che non potrà che migliorare ulteriormente il già ottimo rapporto di collaborazione operativa con la nostra Polizia Locale e con l'Amministrazione comunale."

Comunicato stampa: in Comune un tavolo di confronto sugli appalti

Si ritroverà il prossimo 22 marzo il tavolo di confronto in materia di appalti. Presieduto dall’assessora alle politiche attive del lavoro Chiara Gallani e dal Segretario comunale il tavolo, che rimane aperto in tutto il suo percorso, è formato dalle organizzazioni sindacali del pubblico impiego e del settore privato e dalle associazioni datoriali. Il tavolo vuole essere un’opportunità per migliorare la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini e tutelare i lavoratori occupati in tali servizi e mira ad arrivare a un Protocollo appalti condiviso. «Il sistema degli appalti è esposto a continue trasformazioni e pressioni – spiega l’assessora Gallani – Queste hanno un impatto diretto non solo sulle condizioni di lavoro dei lavoratori occupati all’interno delle imprese appaltatrici e fornitrici di beni e servizi, ma anche sulla cittadinanza che fruisce dei servizi offerti. Per questo è importante quindi monitorare gli schemi dei contratti di appalto del Comune di Padova e istituire un sistema di controllo sulle condizioni di lavoro di chi è coinvolto negli appalti affidati. Serve anche per evitare fenomeni di corruzione e di illegalità, che sappiamo esistere e che producono concorrenza sleale tra imprese dando vita a un circolo vizioso che danneggia imprese e lavoratori» Il tavolo si riunirà con cadenza trimestrale con l’obiettivo di promuovere sinergia e dialogo permanente tra Amministrazione comunale e parti sociali per un monitoraggio continuo sul sistema degli appalti e sulla fornitura di beni e servizi in tutto il territorio comunale. Si tratta di uno strumento di cui si è dotata l’Amministrazione comunale per affrontare il tema degli appalti e della fornitura di servizi pubblici. «Pensiamo che la qualità del lavoro, in riferimento sia agli aspetti contrattuali che alle condizioni di esercizio nelle imprese aggiudicatarie di appalti e servizi, rappresenti un elemento essenziale per determinare l’affidamento di tali opere. Inoltre sono convinta sia compito dell’amministrazione pubblica vigilare affinché i diritti e la dignità del lavoro vengano sempre assicurati e non sacrificati per logiche economiche» conclude Chiara Gallani.

Progetto Dom Veneto: avviso manifestazione di interesse per il Servizio di unità di strada

Il Settore Servizi Sociali intende raccogliere le manifestazioni d'interesse dal mercato, propedeutiche alle operazioni di affidamento diretto del Servizio di unità di strada a favore di persone in situazione di grave emarginazione adulta, per il periodo compreso dall'1 aprile 2019 al 28 febbraio 2020. L'avviso completo è scaricabile dalla sezione "Documenti" di questa pagina. Presentazione delle domande: modalità e tempi I soggetti interessati devono manifestare il proprio interesse via pec all'indirizzo servizi.sociali@pec.comune.padova.it, entro e non oltre le ore 10:00 del 26 marzo 2018, presentando la seguente documentazione: dichiarazione di possesso dei requisiti di partecipazione, redatta secondo il modello sub B (scaricabile dalla sezione "Documenti" a destra di questa pagina); relazione tecnica; preventivo di offerta economica redatto secondo il modello sub C (scaricabile dalla sezione "Documenti" a destra di questa pagina); Per informazioni Settore Servizi Sociali - Servizi di Prevenzione telefono 049 8205920 - 8205993 email segreteria.serviziprevenzione@comune.padova.it responsabile del procedimento: dott. Fernando Schiavon

Conferenza stampa: presentazione fase élite Campionati europei under 19

La fase élite dei Campionati europei under 19 di calcio, che si svolgerà dal 20 a 26 marzo, sarà presentata in una conferenza stampa lunedì 18 marzo alle 11:00 Sala Paladin  - PALAZZO MORONI Interverranno: Sergio Giordani, sindaco; Giuseppe Ruzza, presidente Lega Dilettanti del Veneto; Evaristo Beccalossi, capo delegazione nazionale under 19 Figc; Federico Guidi, allenatore nazionale under 19; Davide Bettella, capitano della squadra.  

Comunicato stampa: riunione della I Commissione consiliare

Lunedì 18 marzo 2019, alle ore 15:00, si riunisce in seduta pubblica nella sala Consiglio di Palazzo Moroni la I Commissione consiliare "Politiche della Qualità della Vita, Partecipazione e Pari Opportunità" presieduta dal consigliere Luigi Tarzia. All'ordine del giorno: esercito Italiano Comando Forze Operative Nord Operazione Strade Sicure: report attività 2018;   varie ed eventuali.

Mostra mercato “Benvenuta Primavera 2019”

L’Acc - Associazione commercianti del centro e l'associazione Terra e Arte organizzano "Benvenuta Primavera", una mostra mercato che propone street food di qualità, artigianato locale e internazionale, fiori e piante. Sono inoltre previsti spettacoli di intrattenimento per tutte le età e musica. Manifestazione patrocinata dal Comune di Padova. Per informazioni Acc - Associazione commercianti del centro email commercianti.centro@libero.it pagina Facebook www.facebook.com/accpadova ​Associazione Terra e Arte sito www.terraearte.org pagina Facebook www.facebook.com/terraearteintheworld