Archivi tag: Animazione

City Maps – Smirne

Lunedì 25 febbraio alle 18:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova presenta il nuovo appuntamento di City Maps, il ciclo di incontri dedicati alle città straniere.

Una panoramica per scoprire che cosa farecosa vedere e come conoscere la loro vera anima, nelle parole di chi ci ha vissuto.

L’incontro si svolge presso il PG Toselli 3.0, in piazza Caduti della Resistenza, 7.

L’incontro

Questo appuntamento è dedicato a Smirne, in Turchia, la città natale di Özge, la volontaria europea in servizio presso il nostro ufficio.

Smirne, situata all’ovest della Turchia, è la perla dell’Egeo: una città multiculturale, di mentalità aperta, accogliente e con un’ottima cucina. È stata d’ispirazione a molti poeti e scrittori e la culla di grandi civiltà.

Izmir è una principessa con il suo piccolo cappello. Incessantemente una felice primavera risponde al suo richiamo”, Victor Hugo, “Les Orientales”.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: pg.animazione@comune.padova.it | padovapglabs@gmail.com

Volontariato (ex SVE) in Francia in ambito animazione e sport

Pont D’Ouilly Loisirs cerca 1 volontario per il progetto di animazione “Come to help create social bonding in a charming touristic village“, a Pont D’Ouilly, in Francia.

Dove: Pont D’Ouilly
Quando: dal 1 marzo 2019 al 30 novembre 2019
Scadenza: 28 febbraio 2019

Il progetto

Pont D’Ouilly Loisirs è una ONG che si occupa di animazione e sport (escursioni in kayak e in mountain-bike, concerti, animazione per babmini, ragazzi e famiglie).

Compiti del volontario

  • coinvolgere gli abitanti locali nelle attività offerte dall’ente;
  • creare un network tra le varie associazioni benefiche;
  • promuove la località rivolgendosi sia a turisti sia ai locali;
  • costruire un progetto di azione per la valorizzazione del luogo con gli altri volontari.

Prerequisiti

  • predisposizione al lavoro con bambini e giovani;
  • conoscenza base della lingua Francese;
  • passione per natura e sport.

Come candidarsi

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di candidatura per i progetti di volontariato europeo, per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  • registrarsi su European Solidarity Corp e creare il proprio profilo;
  • accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/10739_en , cliccare sul tasto “APPLY”;
  • inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio nome) e il progettoper il quale ci si è candidati.

L’iscrizione a “European Solidarity Corps” è necessaria per poter visualizzare la descrizione dei progetti e per presentare candidatura. La registrazione è completamente gratuita e non comporta nessun tipo di impegno.

Per informazioni
Progetto Giovani Padova – area Spazio Europa
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: +39 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Cose da fare con i giovani – Meeting nazionale

Giovedì 21 e venerdì 22 febbraioAnimazione Sociale, in collaborazione con Associanimazione e il Comune di Padova, organizza “Cose da fare con i giovani/3“, il terzo incontro nazionale per gli operatori dei mondi giovanili.

L’immaginazione può diventare il campo di esperienza attorno al quale incontrarsi tra operatori sociali e nuove generazioni, riconoscendoci nella comune necessità di nutrire la capacità di aspirare a un futuro differente da quello che sembra essere già consegnato.

Il programma del convegno

Il convegno cerca di dare risposta ad alcune domande:

  • Che cosa può alimentare l’immaginazione sociale dentro i mondi giovanili?
  • Quali condizioni possono permettere la condivisione di una capacità di pensare altrimenti, di moltiplicare le possibilità, di cercare soluzioni alternative nella lettura e nel fronteggiamento dei problemi?
  • Che cosa rende possibile evitare la ripetizione dell’identico o la semplice imitazione di quella che viene eletta a best practice del momento, per aprirci a un’autentica dimensione progettuale capace di disegnare una traiettoria di futuro non ancora del tutto scritta?

Intervengono figure autorevoli che operano in campi di azione differenti, per testimoniare il loro rapporto con l’immaginare: nell’ambito della ricerca scientifica, dell’espressività artistica, della produzione culturale e dell’intrapresa economica.

I gruppi di lavoro

Dopo gli interventi del mattino, i partecipanti si dividono in 18 gruppi di lavoro. I gruppi si caratterizzano, oltre che per i contenuti, per la modalità di lavoro: gruppi di approfondimento, gruppi di analisi di esperienze, laboratori pratici.

Compilando il form di iscrizione, è possibile esprimere tre preferenze rispetto ai 18 gruppi, in ordine di priorità. Il numero massimo di partecipanti per gruppo è 25.

Scarica il programma completo Scopri i gruppi di lavoro

Come partecipare

Per partecipare al convegno è necessaria l’iscrizione, da effettuare tramite l’apposito modulo online. La quota di partecipazione ammonta a 70€, ridotta a 55€ per gli studenti nella fascia d’età 19-25.

La quota comprende la partecipazione al convegno, l’abbonamento annuo ad Animazione Sociale, più il volume della collana Le Matite “Cose da fare con i giovani“.

Per informazioni
Animazione Sociale
Tel.: 011 3841048
Mail: cosedafareconigiovani@gmail.com

CorToselli Edizione XI

Venerdì 8 febbraio | 17:00

Centro Culturale Altinate San Gaetano

Nell’ambito di FéMO – Festival dell’Espressione Multimediale, il Punto Video Toselli presenta la XI edizione della rassegna di cortometraggi “CorToselli“.

In programma

  • Un bagno di libertà (4’10’’) – Macine da Presa
  • Terre di mezzo (11’54’’) – Avilab
  • Difficile da digerire (10’29’’) – Gooliver
  • L’estremo saluto (15’33’’) – Indivision
  • Wuswusul (6’30’’) – Collettivo C.22
  • Narcisei o ci fai (15’) – Salvatore Frisina
torna al programma completo

Immaginazione sociale e lavoro con i giovani

Giovedì 31 gennaio alle 17:00, Animazione Sociale in collaborazione con Associanimazione e il Comune di Padova organizza un convegno in preparazione a “Cose da fare con i giovani“, il terzo incontro nazionale per gli operatori giovanili.

L’appuntamento si svolge presso lo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. La partecipazione è gratuita, ma è preferibile la registrazione online.

Riserva il tuo posto

Il convegno

L’immaginazione può diventare il campo di esperienza attorno al quale operatori sociali e nuove generazioni possono incontrarsi, riconoscendosi nella comune necessità di nutrire la capacità di aspirare a un futuro differente da quello che sembra essere già consegnato.

Saluti dell’Amministrazione comunale di Padova

Introduzione di Marta Nalin – Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Padova

Perché e come un terzo appuntamento di “Cose da fare con i giovani”

A cura di Franco Floris – Animazione Sociale (Gruppo Abele)

Giovani: condivisione e collaborazione come stile di vita a partire dai luoghi

Esiti della ricerca nazionale condotta da “Cose da fare con i giovani”, a cura di Michele Marmo – AssociAnimAzione

L’immaginazione, energia che apre traiettorie di futuro

Presentazione del documento di “Cose da fare con i giovani”, a cura di Andrea Marchesi – Università Bicocca di Milano

Quanta e quale immaginazione sociale c’è nel nostro lavorare con i giovani

Una chiacchierata tra ricerca giovanile, “soste” proposte dal convegno, esperienza sul campo:

  • Niccolò Gennaro – Direttore CSV di Padova
  • David Cerantola – Associazionene Temporanea d’impresa per lo sviluppo di comunità del Comune di Padova
  • Stefania Schiavon – Cooperativa Spazi Padovani

Per informazioni
Animazione Sociale
Tel.: 011 3841048
Mail: cosedafareconigiovani@gmail.com

Workshop – CodeRetreat + Coding Gym

Sabato 9 febbraio | 9:30-14:15

Centro Culturale Altinate San Gaetano

Nell’ambito di FéMO – Festival dell’Espressione Multimediale, Programmers in Padua realizza un workshop dedicato alla scrittura del buon codice. dedicato alla scrittura del buon codice. L’evento si svolge in due sessioni, una di CodeRetreat e una di Coding Gym.

La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la registrazione online. È possibile partecipare a entrambe le sessioni, ma ciascuna richiede una registrazione separata.

Ogni sessione prevede al massimo 30 partecipanti. In caso di esaurimento dei posti disponibili, sarà attivata una lista d’attesa.

Per partecipare è necessario portare il proprio computer.

Iscriviti qui

Il programma

CodeRetreat | 10:00-12:00

Il CodeRetreat è un format di evento che celebra la passione per la “software craftsmanship“. Si sviluppa solitamente durante l’arco di una giornata, ma per l’occasione verrà riproposto in una nuova formula della durata di 2 ore, suddivise in sessioni di 40 minuti durante le quali si lavora in coppia.

Il problema da risolvere è il “Game of Life” di Conway, ma l’attenzione non è posta sulla la risoluzione del problema, quanto piuttosto sui processi, le scelte e le strategie che vengono messe in atto. Alla fine di ogni sessione il codice sarà cancellato e il gruppo si riunirà per commentare i risultati.

Coding Gym | 12:15-14:15

Coding Gym è un format internazionale di laboratori di programmazione aperti a qualsiasi linguaggio e sviluppati per il miglioramento continuo.

I partecipanti – “gymmers” – lavorano a coppie su tre problemi autocontenuti, utilizzando qualsiasi linguaggio di programmazione desiderino. Tutto viene svolto all’interno di un browser.

Dopo ogni esercizio, il Coding Gym “trainer” modera una retrospettiva: i gymmers sono invitati a mostrare le proprie soluzioni e a discuterne pro, contro e compromessi.

Inoltre, il trainer potrebbe condividere nuove soluzioni e concetti, e potrebbe variare il problema all’ultimo momento e chiedere ai gymmers di discutere dell’impatto di questo cambio di requisiti. Da una variazione del problema possono nascere nuove opportunità che semplificano o complicano il problema.

Torna al programma completo

FéMO 2019 – Dai garage alle piazze

Dal 7 al 9 febbraio 2019, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova organizza la seconda edizione di FéMO – Festival dell’Espressione Multimediale.

Il festival torna al Centro Culturale Altinate San Gaetano per 3 giornate all’insegna dell’aggregazione digitale, con nuove collaborazioni, nuovi spazi e nuove suggestioni.

Un programma di iniziative aperto a tutti, animato dai giovani makers, digitalfabricators, performers, coders, videomakers della sempre più ricca rete di FéMO, scelti tra i candidati al bando di selezione.

Workshop, contest, performance, incontri ed esposizioni: la comunità digitale di Padova e dintorni esce da garage, laboratori, studi e camerette per farsi conoscere e condividere le proprie competenze e produzioni in ambito tecnologico e multimediale.

Il programma

Tutti gli appuntamenti si svolgono al Centro Culturale Altinate San Gaetano, tra il piano terra e le sale espositive al primo piano.

I workshop sono gratuiti, ma è necessaria l’iscrizione. Clicca sul titolo di ciascun appuntamento per prenotare il tuo posto e scoprire tutti i dettagli.

Giovedì 7Venerdì 8Sabato 9

ore 10:00 |Auditorium

Nuovi Artigiani Digitali

Incontro riservato agli studenti delle scuole secondarie superiori, in collaborazione con Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto Centrale

Intervengono:

ore 15:00 | Agorà

GIS e droni per la mappatura dell’abbandono

Workshop di simulazione e introduzione alle tecniche GIS con presentazione del progetto europeo “Map4Youth

a cura di GISHUB – GIScience for Humanity Urban Space and Biosphere

ore 15:00 | Spazio 35 – Sala B

Restart your trash

Workshop pratico per riutilizzare oggetti destinati alla discarica grazie alla stampa 3D

a cura di Paolo Aliverti – Artigiano Digitale, co-founder Reelco Milano

ore 17:00 | Spazio 35

Apertura Ufficiale FéMO 2019

Inaugurazione spazi espositivi con:

Cose che mi sono successe | Spazio 35 - Acquario

Installazione in realtà aumentata a cura di Francesca Barbagallo.

Microstorie per immedesimarsi in ciò che ha visto e provato l’autrice nel momento esatto in cui ha scattato la foto.

Le immagini compariranno grazie all’utilizzo di un’app, che permetterà di mostrare una “chicca” nascosta, a cui solo il sognatore curioso può accedere. Grazie alla realtà aumentata, il fruitore potrà scoprire la fotografia, attraverso una frase, una rima, una poesia, o una citazione scritta dall’autrice. L’unione della pellicola al mezzo digitale farà vivere l’esperienza in modo stimolante e innovativo.

Scrivi la tua microstoria! Gli spettatori potranno realizzare la propria storia e associarla ad un’immagine per testare lo strumento.

Francesca Barbagallo, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Catania, specializzata poi a Brescia in Grafica, Comunicazione Web e App. Attualmente lavora presso una web agency.

#Padova Svelata | Spazio 35 - Acquario

Foto challenge digitale a cura del collettivo Fotografia Digitale PgLabs

Padova Svelata è una ricerca fotografica nata all’interno del “Laboratorio sul ritratto”, un corso di fotografia realizzato nell’ambito del progetto Gener@zioni in Corso dell’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova.

La ricerca, condotta dai ragazzi partecipanti al laboratorio, ha avuto l’obiettivo di svelare aspetti di Padova che sono sotto gli occhi di tutti ma i cui dettagli passano inosservati. Sono stati catturati piccoli gesti, persone e luoghi storici fondanti l’identità della città.

Una parte della ricerca ha ritratto questi aspetti attraverso lo spostarsi in bici per le vie del centro, momento che offre una panoramica degli artisti di strada del listòn. Un altro filone del lavoro mette in mostra le botteghe del centro storico che, da molte generazioni, offrono con passione i loro prodotti e i loro servizi ai cittadini. I fotografi hanno fissato suggestioni dell’atmosfera che si respira quando ci si affida alle sapienti mani dei bottegai.

Attraverso i ritratti di esercenti e di artisti di strada e le foto dei luoghi, viene raccontata la quotidianità che anima il centro cittadino. Si può cogliere un’atmosfera di un’epoca passata, fatta di gesti che nel ripetersi restano per sempre e non hanno tempo.

Video installazione estetica | Spazio 35

Installazione con proiezione di video musicati originali a cura del collettivo La Premiata Agenzia Sviaggi

La Premiata Agenzia Sviaggi, collettivo basato sull’istinto estetico ricreativo, vede all’opera nove elementi tra musicisti, fotografi e video makers. Il risultato delle produzioni è frutto dell’espressione dei singoli concertate nello stile che contraddistingue il gruppo.

Playwork-TXT | Spazio 35 - Sala A

Performance di Alessandro Martinello e Luca Scapellato

Playwork-TXT” è un dispositivo sviluppato da Tam Teatromusica, ideato e realizzato da Alessandro Martinello e Luca Scapellato, coordinati dall’assegnista Elena Agosti, nell’ambito del progetto “MIMESIS: creare immagini artistiche di impresa” proposto dall’Università Ca’ Foscari di Venezia (MACLab – Laboratorio di Management delle Arti e della Cultura).

Il dispositivo chiamato “Playwork-TXT”, che può significare contemporaneamente Tessuto, Texture (superficie) e Testo/Codice, è la realizzazione di un “telaio digitale” dedicato al Laboratorio tessile di Renata Bonfanti e si presenta al pubblico come un antico imballo da trasporto in legno. Una macchina produttrice di interlacciamenti, nodi e trame audiovisive, generate digitalmente attraverso una componente casuale tipica del computer e dell’improvvisazione artistica. Attraverso rocchetti di filo che ruotano su perni il pubblico ha la possibilità di impostare coordinate e parametri della creazione, agire dal vivo variabili stilistiche che generano visioni di intrecci, colori, spessori, ritmi e sonorità strettamente interconnesse alla composizione dell’immagine.

La performance audiovisiva TXT proposta vede i due autori interagire in tempo reale attraverso diversi strumenti sonori e visivi per generare una trama di colori e suoni.

Doppio dj set | Spazio 35

con Alice Oceanicmood e DJ Moon

Oceanicmood è Alice Neglia, dj di stanza a Padova, è conosciuta anche per essere l’ideatrice di Cipria, progetto di clubbing “al femminile” che anima le serate cittadine con ritmiche che spaziano dal funk alla disco-house.

DJ Moon è Chiara Veronesi. Ha iniziato a lavorare a Padova nel 2004 nello storico circolo Arci “Banale”. Ha lavorato nella maggior parte dei locali di Padova e Venezia. La sua ricerca musicale si è sempre mossa verso la riscoperta di sonorità non convenzionali, tra cui rock’nroll, rockabilly, revival anni 50-60, cult surf movie.

ore 9:15 | Spazio 35

Scriviamo un video

Incontro riservato agli studenti delle scuole secondarie superiori a cura del Punto Video Toselli

Intervengono:

ore 10:00 | Primo piano – Sala D

Il racconto per immagini – Ascoltare. Scrivere. Riprendere

Dalla parola alla macchina da presa: ipotesi di una strategia per costruire il racconto per immagini

Laboratorio intensivo di scrittura video a cura di Nicola Campiotti, regista

ore 14:00 | Primo piano – Sala F

Realizza un video tutorial

Workshop dedicato alla realizzazione di video tutorial dedicati all’e-learning a cura di Emilio Bottazzi – Ceo M-Zone

ore 14:30 | Spazio 35

Youtube nel 2019

Come rendere i tuoi contenuti virali e trasformare in lavoro la tua passione

Workshop con lo youtuber padovano Riccardo Zanetti

ore 17:00 | Spazio 35

CorToselli Edizione XI

Rassegna di cortometraggi a cura del Punto Video Toselli

ore 19:00 | Spazio 35

La Premiata Agenzia Sviaggi live

Performance musicale multimediale con proiezioni di video, immagini e gif manipolate dal vivo con La Premiata Agenzia Sviaggi

Sintetizzatori e vocals, chitarre e basso distorti: un groove rock-elettronico che fa l’occhiolino a generi disparati passando per il funky e la dub.

ore 9:30 | Primo piano – Sala D

Coding Gym + Code Retreat

Contest di coding a cura di Programmers in Padua

ore 10:00 | Spazio 35

L’ABC della Stampa 3D

Workshop a cura di P2P Lab

10:30 – 11:00 – 15:30 – 16:00 | Primo piano – Sala F

Playlight – Fotonica e Digitale

Workshop a cura di CNR Padova, in quattro turni da mezz’ora ciascuno

ore 14:30 | Spazio 35

Arduino per tutti

Workshop a cura di P2P Lab

ore 15:30 | Primo piano – Sala D

Hi, have you met Flutter?

Il nuovo framework di Google per creare applicazioni native per Android ed iOS usando una singola codebase

Workshop a cura di Google Developers Group (GDG) di Venezia

ore 15:00 | Agorà

Coderdojo

Contest di programmazione per ragazzi a cura di Coderdojo Padova

ore 15:30 | Spazio 35 – Acquario

Web radio: come funziona e cosa serve

Workshop a cura di RadiOfficina C.G.Montanara di Parma

Per informazioni
PG Toselli 3.0
piazza Caduti della Resistenza, 7 – Padova
Mail: festivalpadova@gmail.com

Storie di libera professione

Venerdì 1 febbraio, dalle 18:00 alle 20:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova organizza un appuntamento dedicato a tutti i giovani interessati a diventare liberi professionisti.

L’appuntamento si svolgerà presso il PG Toselli 3.0 di piazza Caduti della Resistenza, 7. La partecipazione è gratuita, ma è richiesta la registrazione online.

Iscriviti qui

L’incontro

Hai deciso di intraprendere un percorso da freelance? Hai o stai per aprire una partita IVA? Ti piacerebbe condividere la tua esperienza connessa a queste nuove forme di organizzazione del lavoro e della propria vita?

Un gruppo di professionisti in diversi ambiti lavorativi (comunicazione, organizzazione eventi, psicologia, digital, …) metteranno a disposizione di tutti la propria storia, le spinte verso il successo e il superamento di alcune battute d’arresto, l’entusiasmo e i momenti più difficili.

Obiettivi dell’incontro

  • entrare in relazione con persone che stanno affrontando il cambio di paradigma del mondo del lavoro a livello organizzativo e umano;
  • confrontarsi su costi/benefici che derivano dall’esercizio della libera professione;
  • condividere strumenti essenziali per l’evoluzione della propria esperienza lavorativa.

Per informazioni
PG Toselli 3.0
piazza Caduti della Resistenza, 7 – Padova
Mail: padovapglabs@gmail.com

Gener@zioni in corso – Programmazione 2019

A partire da mercoledì 30 gennaio, e fino a maggio 2019, tornano i laboratori di Gener@zioni in Corso: 12 proposte formative rivolte ai giovani, selezionate tra le molte arrivate in risposta al bando indetto dall’ufficio Progetto Giovani.

Musica, fotografia, tecnologia, multimedia sono solo alcuni degli argomenti che verranno affrontati nel corso dei laboratori, pensati come un’opportunità di acquisizione e sperimentazione di nuovi saperi e competenze, ma anche una forma di socialità e di aggregazione.

Come partecipare

Per partecipare ai corsi è necessario compilare il modulo online presente nella pagina del corso a cui si desidera partecipare.

Una volta raggiunto il numero minimo di iscritti, i partecipanti saranno contattati via mail per confermare la partenza del corso e per le istruzioni sul versamento della quota di partecipazione.

I corsi in programma

Sound design

Sound Design

docente: Nicola Loverre
date: dal 30 gennaio al 3 aprile

Storytelling per audio documentari

docente: Salvatore Frisina
date: dal 25 febbraio al 18 aprile

Fotografia analogica e stampa in camera oscura

docente: Mauro Evola
date: dal 2 al 30 marzo

Progettazione digitale: Padova e la realtà aumentata

docenti: Cecilia Giacaterino e Elena Pinton
date: dal 5 marzo al 2 aprile

Photoshop per la fotografia digitale

docente: Matteo Pillon
date: dal 5 marzo al 30 aprile

Primi passi con Illustrator, Indesign e Photoshop

docente: Francesca Peroni
date: 9 e 16 marzo

Mamma 3.0

docente: Giorgia Rosamaria Gammino
date: dal 19 marzo al 14 maggio

Personal branding

docente: Alessandro Conforti
date: 6 e 20 aprile

Programmazione in Java

docente: Dario De Giovanni
date: dal 12 aprile al 13 maggio

Fotografia d’architettura e paesaggi urbani

docente: Umberto Pertosa
date: dal 2 maggio al 20 giugno

Illustrator

docente: Giuseppe Nicola Cosentino
date: 25 e 26 maggio

Scrittura cinematografica multimediale

docente: Luigi Brandi
date: dal 5 al 26 settembre

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Animazione
via Altinate, 71 -35121 Padova
Mail: padovapglabs@gmail.com

Padova Svelata – Con Progetto Giovani alla scoperta della città

Mercoledì 19 dicembre, gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie superiori della città sono stati coinvolti nel progetto “Padova Svelata”, a cura dell’area Animazione dell’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova.

L’intervento risponde alla manifestazione d’interesse espressa dalle scuole per il laboratorio “Vivi la tua città“, che intende promuovere nei ragazzi uno spirito di osservazione critico capace di connettere luoghi, risorse e attori del territorio per divenirne a loro volta i soggetti ed interlocutori attivi. Dato l’alto numero di richieste pervenute per l’anno scolastico in corso, l’Ufficio ha promosso un’iniziativa straordinaria volta a coinvolgere gli studenti in una attività di lettura e ricerca attiva nel cuore della città di Padova.

L’idea che il centro storico possa essere qualcosa di più che il “salotto buono” della Città viene promossa attraverso eventi e progetti che affidano ai giovani il compito di rileggere il territorio con uno sguardo capace di rivelarne il fascino e le opportunità per la smart generation.

Grazie ad una sorta di caccia al tesoro, gli studenti sono stati guidati dallo staff di progetto nella realizzazione di alcune “missioni” utili ad individuare siti e informazioni ritenuti strategici per il mondo giovanile locale. Punto di partenza è stato il catalogo “Padova Svelata”, frutto di un laboratorio di fotografia realizzato negli scorsi mesi che immortala gli scorci di alcune botteghe del centro storico. Ai ragazzi è stato chiesto di individuarle e raggiungerle e, durante il percorso, di fotografare e geolocalizzare con Instagram tutto ciò che ritengono rappresenti una opportunità per la loro generazione.

Nella prima parte della mattinata, i ragazzi sono stati accolti al Centro Culturale Altinate San Gaetano per una riflessione sulla capacità dei giovani di accorgersi e vedere quanto accade attorno a loro, corredata da testimonianze e video motivazionali. Sono stati chiamati a individuare degli strumenti utili a connettere ciò che accade con la loro esperienza di vita, gli interessi, il percorso di studio e le curiosità personali, avvalendosi di strumenti che sono loro propri, quali lo smartphone.

In seguito, gli studenti sono stati suddivisi in gruppi e a ciascuno di loro è stato affidato il compito di “scoprire” e “connettere” alcuni luoghi della città, trasformando una realtà talvolta ignorata in una “Padova Svelata” fatta di opportunità, scorci e situazioni di cui potersi sentire parte e attore, oltre che spettatore. Il centro cittadino si è rivelato una miniera da cui trarre ispirazione per rielaborarne l’identità alla luce dei nuovi punti di vista che i ragazzi hanno potuto scoprire grazie ai propri telefoni cellulari.

Attraverso l’hashtag #padovasvelata si è definita via via la mappa di inediti punti di vista elaborati dei ragazzi. A conclusione dell’attività gli studenti, riuniti a Palazzo Moroni, hanno potuto realizzare una mappa vera e propria, segnalando con delle bandierine i punti di maggiore interesse che hanno individuato nel corso della loro esplorazione della città.

La gallery