Archivi tag: arte contemporanea

StArt – Studi per l’arte | Call

Scadenza prorogata al 25 settembre.

Padova Ospitale Onlus, Studio Alcor Commercialisti S.p.A. stp, Studio Eulex Avvocati Associati, Cescot Veneto e Frase Contemporary Art, in collaborazione con l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, promuovono la seconda edizione di StArt_ Studi per l’Arte.

Qui il catalogo della prima edizione

Il bando

È aperto il bando rivolto ad artisti under 30 che potranno parteciparvi con opere di arte contemporanea quali sculture, fotografie, opere pittoriche, illustrazioni, video, installazioni e nuove tecnologie per l’arte.

La partecipazione è gratuita. Il termine entro il quale le domande di partecipazione, con i documenti indicati nel bando, dovranno pervenire entro il 30 agosto 2019 25 settembre.

Tutti i dettagli per la partecipazione sono riportati nel bando.

Scarica il bando

StArt_Studi per l’Arte

Il progetto espositivo è finalizzato, da un lato, a promuovere la cultura e le arti visive contemporanee, dall’altro, a valorizzare il ruolo sociale e culturale delle libere professioni.

Il progetto nasce, infatti, per mettere in relazione giovani artisti, professionisti, clienti e altre persone interessate alla cultura, e in particolare all’arte contemporanea, con l’obiettivo di avvicinare il mondo delle arti visive contemporanee ai settori produttivi professionali locali.

Durante il periodo espositivo, da ottobre 2019 a marzo 2020, i professionisti apriranno le porte di prestigiosi studi cittadini ospitando le opere dei 10 giovani artisti che saranno selezionati, verranno inoltre realizzati eventi collaterali e incontri di approfondimento su tematiche legate al mondo dell’arte contemporanea. A conclusione del periodo espositivo, le opere dei 10 artisti saranno riunite ed esposte in una mostra collettiva.

Tra gli artisti selezionati saranno, inoltre, proclamati tre vincitori di altrettanti premi.

Per informazioni
StArt Padova
Mail: info@startpadova.it

māk/sit – Call per artisti

L’Associazione Culturale C.AR.M.E. – Centro Arti -Multiculturali Etnosociali, ha lanciato una call per giovani artisti che prevede la realizzazione di un’opera site-specific per la Sala Santi Filippo e Giacomo (BS), sede dell’associazione.

Il progetto

C.AR.M.E. nasce all’interno del Carmine, storico quartiere di Brescia, con sede nella Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo, oggi sconsacrata e chiamata Sala. Nel 2017, in concomitanza con la nascita del progetto C.AR.M.E, la chiesa è stata dotata di una nuova pavimentazione che contribuisce a rendere lo spazio adatto a manifestazioni di arti visive e performative, talk e progetti collaterali, meeting e eventi di varia natura.

Il progetto si colloca nel più ampio percorso di apertura al contemporaneo che nell’ultimo quindicennio sta coinvolgendo la città di Brescia, attirando turismo culturale e interessando il sistema dell’arte e dell’imprenditoria.

Māk/Sīt [Make/Site] è un progetto pensato appositamente per gli spazi della Sala Santi Filippo e Giacomo, dove oggi C.AR.M.E. ha la sede. L’intento è quello di approfondire il tema dello site-specific per indagare sul lavoro che l’artista fa di sé in relazione al suo spazio, al suo tempo e al suo luogo. L’opera site-specific si confronta con l’ambiente in cui è inserita, ma anche con la comunità che la vive e la rende viva.

Chi partecipa al bando Māk/Sīt [Make/Site] è chiamato a portare un progetto site-specific pensato appositamente per la sala. Al termine della Call viene selezionato un solo progetto, che viene poi esposto per un mese all’interno dello spazio espositivo: dal 18 ottobre al 10 novembre 2019

Scarica il bando

Come partecipare

La call è attiva fino al 30 giugno 2019. Possono partecipare giovani artisti, collettivi, artists run spaces che non abbiano superato i 35 anni.

Per partecipare è necessario inviare via mail in un unico allegato di massimo 10 MB un file PDF con:

  • application form firmata con il nome del referente del progetto;
  • progetto espositivo (descrizione del progetto;
  • scheda tecnica dettagliata;
  • immagini, schizzi o render;
  • portfolio (sono consentiti unicamente file PDF).

I materiali dovranno essere inviati all’indirizzo opencall@carmebrescia.it con oggetto “Candidatura Make/Site + nome dell’artista

Per informazioni
C.AR.M.E. Associazione Culturale
Via delle Battaglie 61, Brescia
Tel.: 03043018
Mail: info@carmebrescia.it

Volontariato (ex SVE) in ambito artistico in Austria

Il rotor – center of contemporary art cerca 1 volontario per il progetto < rotor > – Art and Society a Graz, in Austria.

Dove: Graz, Austria
Quando: 01 settembre 2019 al 31 agosto 2020
Scadenza: 12 maggio 2019

Il progetto

< rotor > è un’associazione per l’arte contemporanea fondata nel 1999 con sede a Graz, in Austria. L’arte visiva contemporanea è il punto di partenza per i programmi dell’associazione, con un’enfasi sulla produzione artistica che si occupa esplicitamente di questioni sociali, politiche, economiche ed ecologiche del nostro tempo.

Attività del volontario

  • Supporto all’organizzazione logistica e amministrativa dell’associazione;
  • aiuto nella preparazione e progettazione degli eventi dell’associazione;
  • promozione delle attività sui social media e sui canali dell’associazione.

Requisiti

  • Capacità di svolgere attività in modo autonomo;
  • interesse per l’arte contemporanea;
  • buona conoscenza di inglese;
  • favorita una conoscenza base della lingua tedesca.

Come candidarsi

Per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  1. registrarsi su European Shttps://europa.eu/youth/solidarity_enolidarity Corps e creare il proprio profilo;
  2. accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/12446_en, cliccare sul
    tasto “APPLY”;
  3. inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio
    nome) e il progetto per il quale ci si è candidati.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

MArteLive – Concorso per giovani artisti

L’Associazione Culturale Procult promuove e organizza il Festival concorso nazionale MArteLive che mira a individuare giovani artisti emergenti e a promuovere il lavoro sulla scena artistica contemporanea nazionale.

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 ottobre 2019.

Il concorso

MArteLive lancia la nuova Call For Artist per la selezione di giovani creativi nelle 16 discipline previste dal festival (musica, teatro, danza, arte circense, cinema, videoclip, video arte, deejing, letteratura, street art, pittura, fotografia, scultura, illustrazione, moda&riciclo, artigianato artistico) di tutte le nazionalità, che abbiano una età compresa tra i 18 e i 39 anni.

Il concorso prevede le seguenti fasi:

  1. Pre-selezione, tramite visione del materiale inviato (vedere Documentazione richiesta);
  2. Selezioni dal vivo e/o sul materiale;
  3. Finali regionali o di macro-area (le macro-aree sono composte da più regioni), dal vivo e/o sul materiale;
  4. Finale nazionale (Roma), inserita all’interno della Biennale MArteLive 2019.

Il concorso MArteLive consentirà ai giovani artisti di entrare in contatto con professionisti del settore; i vincitori potranno esporre le proprie opere e lavori ed esibirsi nelle proprie performance in contesti pensati dallo staff MArteLive Italia, che assicura la presenza di giurie qualificate.

Iscriviti

Per informazioni
MArteLive
Viale Pico della Mirandola, 15 – 00142 – Roma
Tel.: 06 86760565
Mail: info@martelive.it oiscrizioni@martelive.it

Palazzo Grassi cerca mediatori culturali

Palazzo Grassi e Punta della Dogana, i due musei veneziani di arte contemporanea, hanno pubblicato un bando per la selezione di 12 mediatori/mediatrici culturali da impiegare in occasione delle mostre

Il/la mediatore/mediatrice culturale dovrà facilitare l’esperienza dei visitatori nelle mostre di Palazzo Grassi – Punta della Dogana. In particolare, dopo un’adeguata formazione, il mediatore/ la mediatrice sarà in grado di supportare, all’occorrenza, le iniziative del museo, contribuendo alle attività educative e comunicative dell’istituzione e conducendo brevi approfondimenti sulle mostre in corso.

Le domande devono essere presentate entro l’1 febbraio 2019.

Scarica il bando completo

Il bando è aperto a studenti/studentesse universitari/ universitarie che, alla data di scadenza del bando, presentino almeno una delle seguenti tre condizioni:

  • iscrizione a un corso di laurea triennale o magistrale di un’Università veneta,
  • residenza nella Regione Veneto,
  • laurea triennale o magistrale, conseguita non prima del 31/01/2018.

Sono considerati requisiti necessari per la partecipazione alla selezione:

  • ottima conoscenza della lingua italiana e ottima conoscenza della lingua inglese e/o francese. L’eventuale conoscenza di altre lingue è apprezzata,
  • spiccate attitudini al lavoro in team ed alla comunicazione trasversale,
  • forte interesse per arte e cultura contemporanea,
  • evidente predisposizione alle relazioni con il pubblico.

Per informazioni
Palazzo Grassi – Punta della Dogana
education@palazzograssi.it

1, 2, 3… StArt – 10 artisti emergenti in mostra

Gli incontri di approfondimento

Nel mese di settembre, attraverso tre incontri rivolti a un pubblico di giovani artisti, creativi e appassionati si affronteranno le tematiche legate all’arte contemporanea, al lavoro dell’artista e agli aspetti giuridici e fiscali del fare arte.

I tre appuntamenti si svolgeranno presso lo Spazio 35 alle 17:30, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano.

Giovedì 6 settembre

Benvenuti al Fight Club. Strategie di resistenza per giovani artisti
con Daniele Capra, curatore

Giovedì 27 settembre

L’insostenibile ruolo della formazione artistica
con Sileno Salvagnini, professore

Mercoledì 17 ottobre

Tutela della creatività e contratti dell’arte
con Davide Milan, avvocato

Dal 19 luglio, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, in collaborazione con otto studi professionali della città, presenta la mostra “1, 2, 3.. StArt“.

L’esposizione è una sintesi del progetto StArt Padova – Studi per l’Arte” realizzato nel corso dell’anno dagli studi professionali coinvolti.

L’esposizione, allestita nei ballatoi del primo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano, è visitabile gratuitamente dal 20 luglio al 2 settembre 2018, negli orari di apertura del Centro.

L’esposizione

La mostra riunisce le opere degli artisti visivi selezionati per il concorso “StArt Padova”, già esposte nella “galleria d’arte diffusa” costituita dagli studi professionali cittadini ospitanti. Da gennaio a giugno 2018, avvocati, commercialisti, notai e architetti hanno aperto le porte dei propri studi a 10 artisti under 30, per avvicinare il mondo delle arti visive contemporanee ai settori produttivi e professionali del territorio.

L’iniziativa “StArt”, dopo aver proclamato i due vincitori del concorso, fornisce un’ulteriore occasione di visibilità ai 10 giovani e talentuosi artisti selezionati, sostenendo al tempo stesso Help for Life Foundation ONLUS e le sue missioni internazionali socio-sanitarie per l’accoglienza e l’assistenza della fascia più povera delle popolazioni nei Paesi in via di sviluppo.

Gli artisti in mostra
  • Giovanna Bonenti
  • Caterina Casellato
  • Gianni D’Urso
  • Alice Faloretti
  • DongJingge
  • Beatrice Gelmetti
  • Nicolò Masiero Sgrinzatto
  • Chiara Principe
  • Adelisa Selimbašic
  • Cristiano Vettore

Gli studi professionali ospitanti
  • Studio Alcor Commercialisti
  • Studio Notarile Chiapparino Russo Serra
  • Officina Fortuna – Atelier di Architettura
  • Studio Dentistico Mazzocco Paniz
  • Avv. Carlo Cappellaro
  • ComLegis – Commercialisti e Avvocati
  • Studio Eulex – Avvocati Associati
  • Giotto SIM S.p.a.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Creazioni di Natale 2016

aurora_boreale

Nell’ambito del progetto Downtown del Comune di Padova, l’ufficio Progetto Giovani realizza l’edizione 2016 di Creazioni di Natale, un progetto di rigenerazione urbana attraverso l’arte contemporanea.

Dal 15 al 24 dicembre 2016, in via Dell’Arco, 8 bis, lo spazio sfitto diventa luogo espositivo delle opere di giovani artistiillustratori creativi selezionati dall’archivio locale dei Giovani Artisti Italiani.

I giovani protagonisti trasformano lo spazio in un laboratorio creativo in cui lavorano alla realizzazione di oggetti originali e personalizzati, presentano le proprie creazioni e confezionano regali d’autore, idee uniche rappresentate da pezzi unici.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 -35121 Padova
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

BVDS Gallery – Open call per artisti

open-call-BVDS-Gallery

La Galleria BVDS di Venezia sta attualmente accettando candidature da parte di artisti. Sta cercando in maniera specifica opere d’arte contemporanea da parte di artisti che vivono a Venezia o in Veneto. Non saranno accettate proposte di mostre.

La galleria

La Bonnet Van Der Sluis è una galleria d’arte contemporanea fondata da Immechien Bonnet e Susanna Van Der Sluis, che espone una varietà di opere d’arte originali nel campo della scultura, pittura e tecniche miste.

La galleria è una combinazione dinamica di artisti giovani ed emergenti in congiunzione a nomi noti e affermati nel mondo dell’arte internazionale.

Come candidarsi

Per sottoporre la propria candidatura è necessario inviare link al sito internet personale contenente:

  • immagini;
  • informazioni di contatto;
  • curriculum vitae;
  • statement d’artista.

In alternativa, inviare 5 fotografie di lavori recenti, insieme alla documentazione precedentemente citata.

Verranno accettate solamente candidature via e-mail, da inviare a giada@bvdsgallery.com. A causa del grande volume di candidature, verrà data una risposta via mail solo ai profili ritenuti più interessanti.

Per informazioni

BVDS Gallery
San Marco 2950
Campo Santo Stefano – 30124 Venezia

Michele Tajariol | Quotidiana16

tajariol

Michele Tajariol nasce a Pordenone nel 1985. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Carrara (MS), proseguendo la sua formazione in Giappone alla Tokyo Zokey University (Japan). Partecipa a numerosi progetti e mostre, tra cui la Biennale d’Arte Contemporanea Jeune Création Européenne 2013/15, il Premio Francesco Fabbri per le Arti Emergenti, il Premio Terna e – in collaborazione con Lorenzo Cianchi – al progetto espositivo Smuggling Anthologies. A luglio 2014, con Lorenzo Cianchi, partecipa alla residenza Kilow’art nell’ambito del Kilowatt Festival Toscanaincontemporanea2013, con un lavoro di interazione tra i cittadini ed il tessuto urbano di Sansepolcro.

Nothing is hidden

Fotografia digitale, stampa su carta fotografica, 31×43 cm, 2014

“Il modo in cui il suo essere-a-sé ha luogo solo in questo fuori-di-sé, di fronte a sé, in cui il volto sconosciuto a se stesso prende il mondo in piena faccia”. (Jean-Luc Nancy, Il ritratto e il suo sguardo)

La ricerca di Michele Tajariol tocca spesso gli ambiti della performance e dell’installazione riferita a luoghi domestici ed affettivi. Nothing is hidden è una serie di fotografie che documenta il rapporto tra corpo e oggetto. Tale rapporto viene indagato attraverso una performance finalizzata alla fotografia nella quale si instaura una continua relazione tra il corpo come veicolo ed una serie di oggetti come scultura-maschera. Questo alteramento di forme e funzioni scaturisce un altro ritratto: il gioco del ritratto, che crea un rapporto tra sguardo e soggetto, tra soggetto ritratto e chi lo osserva.

In Nothing is hidden, oggetto e soggetto sembrano in conflitto per stabilire un limite che diviene il ritratto che altera se stesso. Questo conflitto preme sull’altro, trasportando il soggetto a restituirsi antropomorfizzato ma ambiguo. Nulla dovrebbe riportare all’aggressività, bensì ad un essere per gli altri come abito del luogo.

Per informazioni 

Michele Tajariol

Daniele Zoico e Antonella Campisi | Quotidiana16

zoico-campisi

Daniele Zoico nasce a Venezia nel 1985. Nel 2010 ottiene la Laurea Specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso l’università IUAV di Venezia; dal 2007 è parte del collettivo Blauer Hase, di cui è co-fondatore.

Antonella Campisi nasce a Torino nel 1985. Nel 2008 consegue la Laurea Triennale in Disegno Industriale presso il Politecnico di Torino e nel 2011 la Laurea Specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso l’università IUAV di Venezia.

La collaborazione che si instaura tra Antonella Campisi  e Daniele Zoico viene sintetizzata in ‘DANTO’,  il cui scopo è indagare la forma narrativa attraverso la produzione di radiodrammi, la forma video e la progettazione di libri.

Il cuore di tutte le cose #1

video, 4’01’’, 2015

Il video presentato da Daniele Zoico e Antonella Campisi descrive il divenire di forme cristalline e il loro unirsi secondo schemi più o meno complessi. La percezione visiva e sonora che si ha del lavoro Il cuore di tutte le cose oscilla tra il micro e il macro, tra l’accelerare e il rallentale di un sistema in bilico tra stasi e accrescimento.

Esiste un numero infinito di combinazioni atomiche e i nuclei costituiscono la gran parte della massa degli atomi, rappresentando la quasi totalità della materia ordinaria dell’Universo. La formazione degli atomi è conseguente alla creazione dei nuclei originati durante le grandi esplosioni cosmiche e le fornaci delle stelle.

A seguito dell’espansione dell’Universo, secondo la teoria del Big Bang si ipotizza un suo progressivo raffreddamento dovuto alla diminuzione dell’energia cinetica delle particelle: con il freddo il tempo rallenta e sedimenta la materia, così come il caldo innesca il movimento. Esiste un orizzonte cosmologico finito, un intervallo temporale che limita il nostro campo visivo nel tempo impedendoci di raggiungere con lo sguardo quelle aree remote dell’Universo in continuo allontanamento.

Se fosse possibile superare la finitezza del nostro campo visivo saremmo in grado di vedere tutto il Tempo in un istante solo.

Per informazioni

Daniele Zoico