Archivi tag: bjcem

Residenza d’artista a Matera

Un atlante del paesaggio rupestre” fa parte del programma Residenze di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, è realizzato dall’Arci Basilicata ed è finanziato dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019. Il progetto prevede lo svolgimento di una residenza con l’obiettivo di costruire una narrazione visiva del paesaggio rupestre tra Matera e Montescaglioso.

La call

La Residenza “Un atlante del paesaggio rupestre” si svolge dal
23 settembre al 13 ottobre 2019, lanciata in collaborazione con Arci Nazionale e la BJCEM – Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo, e mira a selezionare tre artisti under 35 attivi nell’ambito del disegno, della grafica e dell’illustrazione.

La residenza è anche l’occasione per attivare un laboratorio di illustrazione con un gruppo di richiedenti asilo e rifugiati accolti presso i progetti di accoglienza SPRAR gestiti da Arci Basilicata.

Durante la residenza gli artisti saranno coinvolti in camminate partecipate tra Matera a Montescaglioso. Si prevede di realizzare due camminate-laboratorio con la partecipazione di esperti del territorio (da antropologi a geologi, da naturalisti ad archeologi o semplici camminatori) e con un gruppo di richiedenti asilo e rifugiati.

Come partecipare

Per candidarsi, è necessario inviare entro le 23:00 del 21 luglio all’indirizzo atlanterupestre@gmail.com i seguenti materiali:

  • il modulo di partecipazione compilato in tutti i suoi campi;
  • lettera motivazionale di massimo 3000 caratteri spazi inclusi;
  • curriculum vitae;
  • portfolio in formato pdf inviato tramite Wetransfer o tramite link su Dropbox (per i video, inviare solo link a Vimeo, YouTube o servizi analoghi).

La partecipazione al bando è a titolo gratuito. Si accettano solo candidature individuali.

Per informazioni
Atlante rupestre
Mail: atlanterupestre@gmail.com
Tel.: 06 41 60 95 01

Open call La Ville Ouverte | Mediterranean Landscapes

mediterranean-landscapes-bjcem

Il network Bjcem, con il supporto di Creative Europe e di Arci Nazionale, lancia “La Ville Ouverte | Mediterranean Landscapes“, open call per un programma di residenza internazionale rivolto ad artisti under-34, provenienti dall’Italia, dal Belgio, dalla Slovenia, dalla Tunisia e dal Libano.

Il concorso

Meditarrean Landscapes è un percorso transnazionale che collega tre territori e sei artisti provenienti da diversi Paesi, sottolineando le caratteristiche del paesaggio mediterraneo, nel tentativo di creare una geografia di punti di riferimento comuni, un’identità condivisa in relazione alle migrazioni e alle trasformazioni.

Gli artisti selezionati rifletteranno sull’identità, la geografia e la natura dello spazio pubblico nell’era delle migrazioni, specialmente nell’area mediterranea. Avranno l’opportunità di partecipare a residenze nelle zone del Tigullio e della Tuscia e a Ljubljana (Slovenia).

Gli esiti della residenza verranno esposti durante Mediterranea 18, la Biennale dei Giovani Artisti che si terrà a maggio 2017 a Tirana e Durrës (Albania).

Come partecipare

Il modulo di candidatura, completo di tutti gli ulteriori documenti richiesti nel bando, va inviato a lavilleouverte@gmail.com entro l’11 settembre 2016.

Le residenze si terranno dal 21 al 30 ottobre (Tuscia e Tigullio) e dal 31 ottobre al 7 novembre (Ljubljana). Il progetto copre tutti i costi di vitto e alloggio e i costi del volo fino a 700€.

Per informazioni

BJCEM – Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo

Call per artisti – Mediterranea 17

mediterranea_17

L’Associazione BJCEM e il Comune di Milano promuovono Mediterranea – XVII Biennale Giovani Artisti, un evento internazionale multidisciplinare che si svolgerà a Milano, presso la Fabbrica del Vapore, dal 22 al 25 ottobre 2015, e che prevede la partecipazione di oltre 300 artisti (artisti visivi, registi, scrittori, performer, musicisti, designer, stilisti, cuochi) di età inferiore ai 35 anni (nati entro il 31 dicembre 1980).

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova, socio Bjcem, partecipa alla Biennale selezionando due artisti per le sezioni Arti Visive e Arti Applicate.

La partecipazione al bando è gratuita.

Verrà data priorità agli artisti che non abbiano mai preso parte a edizioni precedenti della manifestazione.

Mediterranea 17

Il tema dell’edizione 2015 è NO FOOD’S LAND – il mondo dopo l’EXPO.

«Il processo del nutrimento prevede uno scambio: qualcosa viene assimilato e consumato per fornire energia a qualcos’altro. Un ciclo che può essere virtuoso o vizioso, a seconda di cosa si decide o si ha l’opportunità di consumare. Anche l’immaginario funziona in questo modo: va nutrito e curato, coltivato, ripulito da ciò che non serve più. Attraverso il nostro lavoro come artisti, noi nutriamo il nostro immaginario e quello delle persone; possiamo farlo emozionare, riflettere, considerare, sentire; possiamo lasciare semi che germoglieranno nel tempo, costituendo il terreno su cui interverranno le generazioni future; possiamo spostare punti di vista, offrire stimoli, suggerire cambiamenti. Da diversi anni a questa parte si parla di alimentazione in termini salutistici: è opportuno farlo anche in senso interiore, invitando alla riflessione su come nutriamo le nostre parti più profonde e invisibili, su come viviamo in balìa delle nostre abitudini non solo in senso pratico ma anche mentale ed emotivo: come Shakespeare insegna, “That monster, custom, / who all sense doth eat, /Of habits devil, is angel yet in this, /That to the use of actions fair and good /He likewise gives a frock or livery, / That aptly is put on” (Hamlet, III, IV). I linguaggi dell’arte sono estremamente efficaci in questa direzione, perché sono sempre scambi tra umani, e spesso si propongono di radunare chi è interiormente vivo e sente il bisogno di questo scambio. E proprio il bisogno ci pone di fronte a delle domande: col nostro lavoro, che immaginario offriamo di coltivare? Cosa offriamo a chi ci guarda? Cosa desideriamo resti in quelle persone? Il nostro processo creativo che effetto sta avendo su di noi? Questa Biennale è una splendida occasione di mostrare lavori innovativi, sviluppati nella direzione di una consapevolezza complessiva del proprio operato artistico, inteso come un processo che si sviluppa prima e dopo l’opera o l’atto performativo; un processo che lascia segni in noi e in chi condivide con noi il tempo e lo spazio del nostro operare.»

Concept a cura di Matteo Lanfranchi
Direttore artistico e fondatore di Effetto Larsen
Titolo ideato da Moreno Gentili, Giovanni Maderna, Stefano Giovannoni

La call

Gli artisti dovranno presentare un progetto specifico in relazione al tema dell’edizione 2015: NO FOOD’S LAND – il mondo dopo l’EXPO.

I candidati devono essere residenti a Padova o in provincia.

I non residenti nella provincia di Padova possono consultare il sito della Bjcem e individuare nell’elenco i soci accreditati ad accogliere la candidatura

Per partecipare è necessario inviare una mail con oggetto “MEDITERRANEA 17 – CANDIDATURA” all’indirizzo pg.creativita@comune.padova.it.  La mail deve contenere la seguente documentazione:

  • curriculum vitae e portfolio con i dati personali dell’artista o del gruppo;
  • scheda tecnica compilata accuratamente in ogni sua parte in lingua inglese e firmata (v. sotto);
  • progetto proposto per l’edizione 2015 della biennale.

Le candidature devono essere inviate entro il 15 marzo 2015.

La presentazione della candidatura comporta l’accettazione integrale del regolamento e l’approvazione della riproduzione di immagini o video dei lavori selezionati nei materiali di presentazione e promozione dell’evento o degli artisti selezionati.

Scarica il regolamento

 

Scheda tecnica – Arti visive

 

Scheda tecnica – Arti applicate

 

Per la sezione spettacolo (teatro e danza), la selezione avverrà a livello nazionale inviando il dossier di candidatura a:

ARCI Emilia Romagna
Via Santa Maria Maggiore, 1
40121 Bologna – BO
Tel. 051 260610 | Fax 051 230692
Mail: info@arcier.it

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: pg.creativita@comune.padova.it