Archivi tag: comune di padova

Festival della Sostenibilità 2019

Il Comune di Padova annuncia la prima edizione del Festival della Sostenibilità, iniziativa che propone un ricco calendario di eventi sul tema della sostenibilità a 360°, focalizzandosi in particolare sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030.

Il Festival della Sostenibilità nasce dall’incontro di due percorsi che in questi anni hanno visto impegnati il Comune di Padova con il Festival Ambiente e Cultura e l’Università di Padova con la partecipazione al Festival dello Sviluppo Sostenibile.

Festival Ambiente e Cultura

dal 20 al 26 maggio

Nato nel 2006 come rassegna di promozione culturale e ambientale attraverso il linguaggio della musica e del teatro, il Festival Ambiente e Cultura propone una rassegna di eventi in più giornate per discutere sugli stili di vita sostenibili con un approccio multidisciplinare.

Festival dello Sviluppo Sostenibile

dal 21 maggio al 6 giugno

Il Festival, promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, vede la partecipazione dell’Università di Padova che, nell’ambito di UniPadova Sostenibile, propone un ricco cartellone di eventi e iniziative che coinvolgono tutte le componenti della comunità universitaria (docenti, associazioni studentesche, dipendenti e strutture dell’Ateneo), con l’obiettivo di dialogare con la cittadinanza sui temi dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

Visualizza il programma completo

Per informazioni
Comune di Padova
Settore Ambiente e Territorio, Informambiente e Ufficio Agenda 21
Mail: padova21@comune.padova.it
Tel.: 049 8205021

Università di Padova
Area Comunicazione e Marketing | Ufficio Public Engagement
Mail: sostenibilita@unipd.it
Tel.: 049 8273423

Progetto “Botteghe padovane di mestiere” – tirocini formativi a Padova

Il Comune di Padova promuove il progetto “Botteghe padovane di mestiere“, che prevede l’attivazione di tirocini presso le realtà artigianali radicate nel territorio del Comune.

I tirocini, della durata di 6 mesi, sono rivolti ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, con l’intento di favorire il trasferimento di competenze fra generazioni e l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro, stimolando allo stesso tempo la formazione e la crescita delle imprese.

I tirocini

Nel 2019 sono disponibili, in via sperimentale, 15 percorsi di tirocinio per le aziende del territorio comunale, rientranti nella categoria delle attività di artigianato (ad esempio: produzione di alimentari, pasticceria, gelateria, camiceria, calzoleria, pitture, intaglio e scultura, impagliatura, arrotatura, ferro battuto, oreficeria, incisione pietre dure, strumenti musicali, arazzi, tessitura a mano, ecc.).

Le aziende che rispondono a tale categoria possono fare richiesta di partecipazione all’iniziativa seguendo le indicazioni fornite nel bando ufficiale.

Caratteristiche del progetto

  • Il tirocinio di formazione mette in atto un’esperienza a tempo determinato, in un contesto lavorativo e formativo e prevede la corresponsione al beneficiario di un incentivo economico denominato “borsa lavoro”;
  • l’obiettivo del tirocinio e del percorso formativo è l’acquisizione o il potenziamento di competenze tecnico-operative, al fine di accrescere la spendibilità nel mercato di lavoro e quindi le opportunità di assunzione;
  • il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro e pertanto non sono applicabili i dispositivi contrattuali e di legge previsti per i lavoratori subordinati.

Al tirocinante verrà corrisposta una indennità di partecipazione, a titolo di borsa lavoro, di 500 € mensili netti (corrispondenti a 100 ore), che sarà direttamente erogata dall’azienda ospitante, fino ad un massimo complessivo di 3.000 € per tutto il semestre di tirocinio.

Come partecipare

Requisiti

I candidati borsisti devono rispondere ai seguenti requisiti:

  • età non inferiore a 18 anni e non superiore a 30 anni alla data di presentazione della domanda;
  • residenza nel Comune di Padova;
  • cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione europea o cittadini di altri Stati (in possesso di idoneo titolo con validità non inferiore a marzo 2020);
  • indicatore ISEE ordinario 2019 di importo inferiore o uguale a 30.000 €;
  • stato di disoccupazione con iscrizione al Centro per l’Impiego di Padova;
  • iscrizione a Garanzia Giovani presso il Centro per l’Impiego di Padova;
  • assenza di qualsiasi ammortizzatore sociale (ASPI, Mini ASPI, NASPI, ASDI, ecc.);
  • assenza di iscrizione al Registro delle Imprese delle Camere di Commercio italiane (anche come amministratore/socio/sindaco o impresa inattiva);
  • assenza di partita IVA (anche inattiva);
  • adeguata conoscenza e comprensione della lingua italiana, che consenta una corretta esecuzione della prestazione lavorativa, anche in relazione alla normativa in materia di sicurezza sul lavoro.

Documentazione necessaria

Per candidarsi è necessario far pervenire al Comune di Padova l‘apposita domanda di adesione debitamente compilata e accompagnata dai seguenti documenti allegati:

  • CV (firmato e datato) con foto formato tessera;
  • fotocopia documento di identità personale in corso di validità;
  • fotocopia del codice fiscale (se non riportato nel documento di identità);
  • fotocopia attestazione ISEE ordinario 2019 in corso di validità;
  • certificazione status disoccupazione rilasciato dal Centro per l’Impiego di Padova;
  • fotocopia regolare titolo di soggiorno o altro titolo in caso di cittadini extra Unione europea (con validità non inferiore a marzo 2020);
  • fotocopia eventuali titoli studio/attestati posseduti;
  • fotocopia provvedimento attestante l’equipollenza del diploma/attestato conseguito all’estero o di diritto estero.

Le domande di partecipazione, il cui termine per la consegna è fissato per le 12:30 del 14 giugno 2019, devono pervenire attraverso uno dei seguenti metodi:

  • consegna a mano all’ufficio protocollo generale del Comune di Padova, Palazzo Moroni, Via del Municipio, 1 (orari: dal lunedì a venerdì, dalle 10,30 alle 12,30);
  • raccomandata postale con A.R. indirizzata a Comune di Padova – ufficio postale Padova Centro – casella postale aperta 35122 Padova (con la precisazione che il rischio di smarrimento/ritardo resta a carico del mittente);
  • posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo protocollo.generale@pec.comune.padova.it, allegando la domanda e la documentazione in formato .pdf e indicando nell’oggettoProgetto Botteghe Padovane di Mestiere” (l’inoltro telematico della domanda in modalità diverse non sarà ritenuto valido).
Bando completo Modulo partecipazione borsisti

Modulo partecipazione aziende

Per informazioni
Comune di Padova – Ufficio politiche del lavoro
Mail: romitot@comune.padova.it
Tel.: 049 8205503

Modalità di esercizio per gli artisti di strada

A marzo 2019 è entrato in vigore il nuovo Regolamento per l’esercizio delle arti di strada del Comune di Padova. 

La principale novità è la liberalizzazione dell’esercizio delle arti di strada dal punto di vista procedurale, non servirà più, quindi, alcuna concessione per esercitare l’arte di strada.

A chi si rivolge il regolamento

Il nuovo regolamento è rivolto a tutti coloro che praticano arti di strada, nelle seguenti forme:

  • Espressioni artistiche di strada” – tutte le attività che non prevedono un titolo d’accesso per la partecipazione del pubblico e/o senza pretendere un corrispettivo predeterminato per la prestazione, ferma restando la libera e volontaria offerta dello spettatore.
  • “Mestieri artistici di strada” tutte le attività finalizzate alla produzione sul posto e vendita al pubblico delle opere a carattere artistico-espressivo, frutto dell’ingegno creativo dell’artista di strada, per le quali venga richiesto uno specifico corrispettivo.
     

Aree disponibili e modalità

Il regolamento definisce anche alcune condizioni generali di esercizio delle arti di strada, definendo anche le aree disponibili al loro esercizio:

  • aree di libero esercizio, nelle quali l’esercizio dell’arte di strada avviene senza alcuna limitazione o prescrizione rispetto a specifiche tipologie artistiche, fatto salvo il rispetto delle fasce temporali e delle disposizioni indicate nel regolamento medesimo;
  • aree di particolare interesse pubblico inibite all’esercizio di qualsiasi tipologia di arte di strada, dove, per la rilevanza architettonica, artistica, sociale e culturale del contesto urbano, l’esercizio delle arti di strada è soggetto alle disposizioni del regolamento e a specifiche prescrizioni, limitazioni o divieti: piazza del Santo, piazza Duomo, piazza Antenore, piazza Eremitani, piazza dei Signori, via Roma.

Per quanto riguarda invece le disposizioni generali, sul territorio del Comune di Padova, le arti di strada possono essere esercitate, dal lunedì alla domenica:

  • dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:00 nei mesi da ottobre ad aprile;
  • dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 22:00 nei mesi da maggio a settembre.

Online è disponibile il regolamento completo.

Per informazioni
Polizia Locale del Comune di Padova
Tel.: 049 8205100 – 8205101

Cerebration Fest #10

Il CeRebration Festival, giunto alla sua 10a edizione, torna a Padova dal 22 al 26 maggio.

Il festival vuole porsi come vero e proprio “contenitore” culturale con l’obiettivo di raccogliere, dare forma e visibilità alle idee degli studenti e di avvicinare la cittadinanza alla cultura, alle varie forme d’arte e all’innovazione in ambito culturale.

Il festival

Il CeRebrationFest, promosso dall’Associazione Cerebration per la divulgazione della cultura ed innovazione sul territorio nel polmone verde dell’Arcella: il Parco Milcovich. Il programma che nutre le cinque giornate corrisponde ad alcune tra le questioni più urgenti e calde degli ultimi tempi, la salvaguardia dell’ambiente e i cambiamenti climatici, attraverso idee innovative, dibattiti, workshop e concerti.

CeRebrationFest 10 offre un ampio ventaglio di proposte che vanno dall’espressione di varie forme d’arte e coinvolgimento creativo (dal teatro, ad esposizioni o istallazioni, a presentazioni di libri e incontri con autori), ad incontri e dibattiti con associazioni attive e contraddistinte da un continuo impegno in ambito civile, come Avvocato di Strada Onlus Padova che ha già confermato la sua presenza. Inoltre un’intera giornata è dedicata al quartiere Arcella e a tutte le organizzazioni ed enti che negli ultimissimi tempi hanno costruito un significato diverso di “quartiere” e “luogo urbano”.

Il programma

22 maggio

ore 16:00 – Workshop | Ricamo Terapia

ore 18:00 – Incontro con esperti

ore 21:30 – Live Band | LaScimmia

ore 22:30 – Live Band | Rumba de Bodas

23 maggio - Giornata Arte

ore 16:00 – Esposizione Fotografica | L’india in Arcella. Presentazione del viaggio fotografico di Michele Carmi

ore 18:00 – Live Acoustic | Emanuele Ramundo

ore 20:00 – Racconti&Musica | I Racconti del Bar Z “Senza racconti il Bar Z non esiste. Un bar fantasma che si manifesta una volta al mese in libreria, quando le luci si abbassano e si ascoltano racconti.”

ore 21:00 – Performance Teatrale

ore 22:30 – Dj Set | The Mojos

24 maggio - Giornata Ambiente

ore 16:00 – Workshop | Zero Waste: cosa ho fatto io e cosa puoi fare anche tu

ore 17:30 – Sostenibilità in pratica | Presentazione di SustainAbility: (non) lasciamo un’impronta con interventi di Fridays for Future – Padova e Legambiente Padova

ore 21:00 – Live Band | L’entrata di Cristo a Bruxelles

ore 22:00 – Live Band | The Lizards’ Invasion

ore 23:00 – Dj Set | Dj Raton

25 maggio - Giornata Legalità

ore 16:00 – Esposizione Artistica | I quadri di Simone Conti

ore 17:30 – Tavola Rotonda | Incontro con: Guido Saraceni, Avvocato di Strada Onlus – Padova, Associazione Mimosa/Cooperativa Equality, Presidio Silvia Ruotolo – Libera Padova

ore 21:30 – Live Band | Lucio Leoni

ore 22:30 – Live Band | Giancane

26 maggio - Giornata Arcella

ore 15:00 – Workshop | LabIntrecciamoci: laboratorio di bigiotteria ed acconciature africane durante il quale si intrecciano colori, storie ed esperienze dal mondo. Il progetto nasce all’interno dei laboratori di cittadinanza attiva del LabSestante a cura della Cooperativa Il Sestante Onlus

ore 15:00 – Workshop | Lab. S.O.S.T.A. conosci te stesso per realizzare una vita felice. Pianta un seme! A cura di Alessandro Conforti, esperto di creatività, problem solving, motivazione e intelligenza emotiva.

ore 17:00 – L’Arcella si presenta Cooperativa Il Sestante Onlus, SìAmo Arcella, Le Mille e Una Arcella, Progetto Martina, Arcella Bella

ore 21:30 – Live Band | Ale Ragazzo

ore 23:00 – Dj Set

Per informazioni
CeRebration Festival
via Ponte Ognissanti – 35131 Padova
Mail: cerebration.fest@gmail.com

Chiavi di Volta Festival

Chiavi di volta. Letture consapevoli della realtà“, è un festival che si svolge negli spazi dell’Orto Botanico il 30 marzo 2019. Il Festival è organizzato dall’Associazione Alumni della Scuola Galileiana di Studi Superiori in collaborazione con l’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova e con l’Ateneo stesso e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova.

Il festival

In un arco o in una volta la chiave è una pietra posta sulla sommità della struttura e ha la funzione di indirizzare verso terra la spinta del peso dei mattoni, evitando che collassino su se stessi. In una comunità è un tema con cui fare i conti per realizzare una buona convivenza reciproca.

Per la prima edizione di “Chiavi di volta”, il tema scelto è la disinformazione. Tema che viene affrontato in tutte le forme che la disinformazione e il falso possono assumere in una comunità: dalla diffusione della scienza senza una mediazione scientifica alla semplificazione, dal sottile confine tra plagio e citazione alla manomissione volontaria di documenti o narrazioni. Senza dimenticare le risposte che la scienza, la cultura, le istituzioni provano a dare al fenomeno delle fake news.

Il programma

Scienze

Fake news e scienza. Una sfida educativa e sociale.

Intervengono: Lorenzo Magnea (Professore di Fisica teorica, Università di Torino), Massimo Polidoro (Scrittore e giornalista, cofondatore e segretario nazionale CICAP)

Auditorium Orto Botanico | 9.30 – 11.00

Economia

Economia: favole o teorie?

Intervengono: Giampaolo Galli (vicedirettore Osservatorio dei Conti Pubblici Italiani), Guglielmo Weber (Professore di Econometria, Università di Padova)

Modera: Riccardo Franceschin (Dottorando di ricerca, Università commerciale Luigi Bocconi)

Auditorium | 11.30 – 13.00

Giurisprudenza

La lotta alle fake news ha basi giuridiche?

Intervengono: Vincenzo Zeno-Zencovich (Professore di Diritto comparato, Università Roma Tre), Riccardo Borsari (Professore di Diritto penale, Università di Padova)

Modera: Valentina Morgante (Avvocato, BM&A studio legale associato)

Sala emiciclo | 11.30 – 13.00

Filologia

Falsi, falsari e filologia: l’educazione al dubbio nell’età della menzogna

Intervengono: Federico Condello (Professore di Filologia classica, Università di Bologna), Luciano Bossina (Professore di Filologia classica, Università di Padova)

Modera: Raffaele Tondini (Dottorando di ricerca, Università di Padova)

Sala emiciclo | 15.00 – 16.30

Medicina

Un vaccino contro la disinformazione

Intervengono: Flavia Bustreo (già vicedirettrice Organizzazione Mondiale della Sanità), Antonella Viola (Professore di Patologia, Università di Padova)

Modera: Gaia Griguolo (Medico oncologo)

Auditorium | 16.45 – 18.15

Climatologia

Se lo vedo, ci credo. Il riscaldamento globale e il ruolo dell’uomo

Intervengono: Filippo Giorgi (Direttore sezione di Fisica del Sistema Terra, Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics, Trieste), Arturo Lorenzoni (vicesindaco Comune di Padova)

Modera: Luca Cappellin (Ricercatore in Chimica, Università di Padova)

Sala emiciclo | 16.45 – 18.15

Il Concerto

EPHEMERA. Non tutto è standard

Andrea Pimazzoni – sax tenore, Roberto Caon – contrabbasso, Marco Carlesso – batteria, Marco Goldoni – voce narrante

Direzione artistica: Fiorella Isola

Come partecipare

La partecipazione al Festival è gratuita. L’accesso agli eventi è garantito in via prioritaria a tutti coloro che si iscrivono compilando l’apposito modulo online.

Registrati

Per informazioni
Alumni della Scuola Galileiana di Studi Superiori

Giorno della Memoria 2019

Domenica 27 gennaio 2019, in occasione del Giorno della Memoria, il Comune di Padova vuole ricordare con una cerimonia commemorativa il dramma della Shoah e tutti coloro che sono stati vittima delle leggi razziali, tra cui gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte e quanti, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

Il programma

ore 9:00 | Tempio nazionale dell’Internato Ignoto

viale Internato Ignoto, 24

  • cerimonia con alzabandiera ed onori ai Caduti
  • interventi di Sergio Giordani – sindaco di Padova, Gianni Parenzo – presidente della Comunità ebraica di Padova, gen.c.a. Amedeo Sperotto, comandante Comando Forze Operative Nord
  • preghiera del rettore del Tempio dell’Internato Ignoto don Alberto Celeghin
  • Accompagnamento musicale a cura della Fanfara dei Bersaglieri in congedo, sezione “Achille Formis” di Padova

ore 10:00 | Museo dell’Internamento

viale Internato Ignoto, 24

Il Prefetto di Padova Renato Franceschelli consegna le medaglie d’onore a militari e civili deportati ed internati nei lager nazisti

ore 17:00 | Auditorium Centro Culturale Altinate San Gaetano

via Altinate, 71

  • Stella Bassani. Canzoni per la memoria” Rappresentazione ispirata al libro “Tanzbah. Ricordi in un ragazzo ebreo” di Italo Bassani, con canzoni popolari e tradizionali
  • Intervento di Giuliano Pisani, vice presidente del Comitato scientifico del Giardino dei Giusti del Mondo di Padova

Sul sito del Comune di Padova è possibile consultare il programma completo delle altre cerimonie previste e delle iniziative collaterali.

Scarica il programma

Per informazioni
Ufficio cerimoniale e relazioni esterne – Settore Gabinetto del Sindaco
palazzo Moroni, via del Municipio, 1 (secondo piano) – 35122 Padova
Tel.: 049 8205557 | Fax: 049 8205225
Orario: da lunedì a venerdì dalle 9:30 alle 12:30 e giovedì anche dalle 15:00 alle 17:00
Email: relazioni.esterne@comune.padova.it

Antonella Beccaria e Giuliano Turone – “Il Boss”

Lunedì 4 giugno alle 17:30, l’associazione Avviso Pubblico e il Comune di Padova presentano l’ultimo libro di Antonella Beccaria e Giuliano Turone, “Il Boss. Luciano Liggio: da Corleone a Milano, una storia di mafia e complicità” (Castelvecchi).

Dopo i saluti introduttivi di Diego Bonavina, assessore allo sport del Comune di Padova e di Enrico Fiorentin, consigliere del Comune di Padova, interverrà, insieme agli autori, Vittorio Borraccetti, già procuratore della Repubblica di Venezia. Modera il dibattito Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso pubblico.

L’incontro si svolge presso lo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. L’ingresso è libero e gratuito.

Il libro

Il 1974 fu un anno senza ritorno. Un anno in cui non fu più possibile sostenere che la mafia a Milano non esisteva. Non solo esisteva, ma si era pienamente insediata.

L’indagine che, partendo dai sequestri di Pietro Torielli e Luigi Rossi di Montelera, condusse alla cattura di Luciano Liggio, la “primula rossa di Corleone”, dimostrò anche altro: l’esistenza di stretti legami con ambienti eversivi e golpisti, la costruzione di solide imprese nell’economia legale e lunghissime latitanze dorate che non avrebbero potuto essere tali senza qualche copertura.

Questa è una storia in cui il confine tra crimine e mondo legale può finire per confondersi, fino a non essere più visibile.

Gli autori

Giuliano Turone

Giudice emerito della Cassazione e docente alla Cattolica di Milano, è stato il giudice istruttore che, prima delle inchieste su Michele Sindona e sulla P2, è arrivato a Luciano Liggio. Si è dimesso con quasi dieci anni di anticipo dalla magistratura denunciando “una situazione che di fatto impedisce alla Corte Suprema di lavorare seriamente. E che ne fa un sentenzificio”. Tra i libri che ha scritto, “Il caffè di Sindona” (2011), “Il caso Battisti” (2013) e “Il delitto di associazione mafiosa” (2015).

Antonella Beccaria

Giornalista e scrittrice, collabora con testate nazionali e trasmissioni televisive, tra cui quelle ideate e condotte da Carlo Lucarelli. Ha firmato vari libri che si occupano di terrorismo, strategia della tensione e criminalità politica, tra i quali “Il faccendiere. Storia di Elio Ciolini, l’uomo che sapeva tutto” (2013) e “Alto tradimento. La guerra segreta agli italiani da piazza Fontana alla strage della stazione di Bologna” (2016).

Per informazioni

Avviso Pubblico
Tel: 334 6456548
E-mail: segreteria@avvisopubblico.it

La città delle idee – Bando per associazioni

Il Comune di Padova intende promuovere e sostenere progetti particolarmente meritevoli rivolti alla rigenerazione urbana e sociale dei quartieri cittadini attraverso la pubblicazione di “La città delle idee”, un avviso pubblico per l’erogazione di contributi economici ad associazioni senza scopo di lucro.

Sono ammesse a partecipare proposte di interventi relative a iniziative culturali, di animazione/partecipazione territoriale e di cura degli spazi pubblici.

L’importo complessivo disponibile di € 150.000,00 è ripartito fino a un massimo di € 10.000 per ogni proponente di cui al punto 7 del bando allegato, secondo le seguenti categorie di progetto:

  • Progetto Singolo con contribuzione massima di € 2.500 per le azioni proposte da soggetti singoli;
  • Progetto in Rete con contribuzione massima di € 10.000 per progetti presentati con partnership multiple non inferiori a 3 e con almeno 2 differenti tipologie di azione.

Il bando e gli allegati

Per informazioni

Settore Gabinetto del Sindaco – Ufficio Progetto Giovani:
Responsabile del Procedimento: dott. Corrado Zampieri (telefono 049/8205216)
Referente Istruttoria: Marco Fiorino (telefono 049/8204792)
Mail: fiorinom@comune.padova.it
Pec: progettogiovani@pec.comune.padova.it