Archivi tag: creatività

Piazza con vista – Arte pubblica tra esperienze e racconti

Venerdì 17 maggio, dalle 14:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova organizza un pomeriggio di approfondimenti e workshop in piazza De Gasperi per il finissage del progetto “LUME“.

L’iniziativa realizzata grazie alla collaborazione di Cescot Veneto, nell’ambito del progetto “Sun City – Social Urban Neighborhoods in the City” codice 15-1-1267-2017 finanziato dalla Regione Veneto – POR FSE 2014-2020.

Scarica il programma

Il programma

14:00 -17:00 | civico 13, MAC

Genius Loci: raccontare l’identità dei luoghi

Cominciare una narrazione di piazza de Gasperi a partire dalle persone.
Workshop per artisti e operatori under 35 del circuito GAI (Giovani Artisti Italiani)

Conduce Patrick Grassi, regista.

17:00 | portici civico 13

Registrazione e accoglienza

Racconti dalla Piazza

Attraverso i dispositivi attivati durante il workshop, gli artisti intercetteranno pensieri, riflessioni, piccole storie di abitanti, commercianti e “attraversatori” di piazza De Gasperi.

Introducono Marco Serraglio, direttore Cescot Veneto e Stefania Schiavon, coordinatrice area Creatività, Ufficio Progetto Giovani.

18:00 | Piazza De Gasperi

Conversazioni con aperitivo

Fuori dagli spazi convenzionali, artisti e operatori culturali mettono al centro del proprio lavoro le persone, la comunità e il territorio. Un dialogo a più voci, sorseggiando un bicchiere di vino, in occasione del finissage di LUME, per condividere potenzialità, visioni e immaginari raggiungibili quando l’esperienza culturale diviene pratica di relazione e condivisione.

  • I progetti culturali come esperienza di relazione | Beatrice Sarosiek, progettista in ambito culturale e audience development;
  • Luce: materia immateriale per l’opera d’arte | Giovanni Bianchi, professore di storia dell’arte contemporanea – Università di Padova;
  • LUME: un progetto di arte pubblica per Piazza De Gasperi | Anna de Manincor, collettivo artistico ZimmerFrei.

Conduce Nicola Di Croce, ricercatore IUAV.

21:00 Chiusura e saluti

In caso di pioggia, gli incontri si terranno presso Tech Station Padova, in via Trieste, 1.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Residenza d’artista tra Treviso e Venezia

Il Comitato Civico A’ncora, Forcoop CORA Venezia e INN Veneto lanciano un bando rivolto ad artisti italiani per 5 residenze d’artista tra Treviso e San Donà di Piave da maggio a ottobre 2019.

La residenza offre un’opportunità agli artisti per dare vita a spazi ibridi in grado di coniugare produzione e fruizione creativa ed artistica, con altre fruizioni legate al lavoro, all’innovazione sociale, all’inclusione sociale.

La residenza rappresenta un’occasione di crescita e scambio artistico e professionale, una possibilità per sperimentare incoraggiando gli artisti a intraprendere nuove ricerche e ampliare la propria rete di contatti.

La residenza

Obiettivo del progetto è ridare vita agli spazi ibridi delle città attraverso azioni di sostegno allo sviluppo creativo ed artistico del territorio di San Dona’ di Piave e Treviso anche riportando in Veneto artisti trasferitesi all’estero, che per qualche mese ritorneranno al paese d’origine con la mission di dare nuove idee e proposte concrete per la rigenerazione di alcuni luoghi del territorio attraverso varie forme artistiche tra cui Land Art, musica e arte ceramica.

Obiettivo è la rivitalizzazione di due importanti aree: a San Dona’ di Piave gli “spazi vuoti” in situazione di degrado e abbandono come le gallerie del centro città, la vecchia Cisterna e la valorizzazione del Fiume Piave; aTreviso le ex fabbriche di ceramica Pagnossin con il progetto Opendream.

Sono selezionati un artista per ogni categoria, è possibile presentare un solo progetto su uno dei seguenti temi:

  • Land Art;
  • Video Art;
  • Street Art;
  • Teatro di Strada;
  • Arte Relazionale.

La scadenza per le candidature è 30 aprile 2019 alle 14:00. Per tutte le informazioni e per le modalità di candidatura consultare il bando completo.

Candidati anche tu

Per informazioni
Forcoop Cora Venezia
Galleria Vidussi 9, San Dona’ di Piave
Tel.: 0421 307741
Mail: forcoop@progettagroup.com

Timeraiser Padova 2019 – call artisti

Innesti Sociali lancia una call artisti per Timeraiser, format per la promozione di artisti emergenti e organizzazioni non-profit del territroio.

Timeraiser consiste in un’asta d’arte silenziosa in cui i partecipanti che vogliono aggiudicarsi una o più opere d’arte non offrono denaro, ma tempo da dedicare a una locale organizzazione non profit.

Oltre a sostenere il lavoro di artisti emergenti (le opere selezionate saranno acquistate dagli organizzatori), Timeraiser vuole promuovere e valorizzare il volontariato a livello nazionale e nelle comunità locali.

Call artisti

Per la selezione delle opere partecipanti a Timeraiser Padova 2019, in programma il 26 ottobre, è stato pubblicato un bando aperto a tutti gli artisti di età superiore ai 18 anni.

Le forme d’arte ammesse sono: grafica, illustrazione, disegno, pittura, fotografia, scultura e installazione.

Scarica il regolamento completo

Come partecipare

Per partecipare, gli artisti interessati dovranno inviare all’indirizzo di posta elettronica artisti@innestisociali.it la seguente documentazione:

  • scansione della domanda di partecipazionescaricabile online – debitamente compilata e firmata. Per i gruppi, la domanda dovrà essere compilata e firmata da tutti i componenti;
  • scheda tecnica, comprensiva di didascalia completa dell’opera (massimo 250 parole) e valore proposto (massimo 1.200 € lordi)
  • biografia e portfolio con una selezione delle principali opere realizzate;
  • fino a 4 immagini dell’opera in formato .jpeg, con risoluzione tra i 150 e i 300 dpi.

Tutta la documentazione dovrà essere contenuta in un unico file PDF di dimensioni massime di 50 MB e inviato con una mail avente per oggetto “Call artisti Timeraiser 2019 – Application (Nome e Cognome)” all’indirizzo di posta elettronica artisti@innestisociali.it.

La scadenza per l’invio delle candidature è il 28 aprile 2019.

Per informazioni
Associazione Innesti Sociali
Mail: artisti@innestisociali.it

Contest – un manifesto per Genova

Unicom e Assocom (dal 2019, UNA), lanciano il contest di comunicazione creativa #Un manifesto per Genova per raccontare la tragedia e la rinascita di una città segnata dal crollo del Ponte Morandi.

Un manifesto per disegnare la tragedia. Un manifesto per disegnare la rinascita. Un manifesto per disegnare la ferita. Un manifesto per guarire. Un manifesto per dire o per non dire. Un manifesto per tacere e per urlare. Un manifesto per domandare o per prendere. Un manifesto per durare. Un manifesto dolce & amaro. Un manifesto giusto e uno sbagliato. Un manifesto di fiducia. Un manifesto di speranza. Un manifesto per dire lo sconforto. Un manifesto di rabbia. Un manifesto per restare, per andare: uno per venire. Un manifesto d’amore. Un manifesto: solo uno, ma non uno di meno.

Il contest

Il contest richiede ai partecipanti di realizzare un manifesto (su formato 50×70 cm) che, nel rispetto della dignità, del credo, delle opinioni politiche, degli orientamenti sessuali altrui, esprima in totale libertà di tratto e di pensiero le idee, i concetti, i sentimenti per Genova e per la Liguria anche alla luce della rinascita dopo il crollo di Ponte Morandi dello scorso 14 agosto.

Il contest è libero e aperto a tutti i partecipanti di nazionalità italiana e straniera. La tecnica è libera: disegno, computer grafica, pittura, collage, tecniche miste, etc.

Obiettivo

Con i manifesti ricevuti sono realizzate campagne social attraverso media partnership con organi di informazione locali e nazionali.

Con le opere viene organizzata a settembre 2019 una mostra. Un’asta benefica in busta chiusa che si svolge a ottobre 2019 permette l’acquisto degli originali esposti. Il ricavato viene poi devoluto a un soggetto non profit scelto dal Comune di Genova, impegnato nell’emergenza, nel corso di una serata di chiusura.

Come partecipare

Il contest si è aperto lo scorso 22 novembre 2018 e si chiude il prossimo 14 luglio 2019 alle 23:59. Per partecipare è necessario inviare la documentazione necessaria tramite via mail all’indirizzo
info@travelmarketingdays.it, tramite posta raccomandata a STUDIOWIKI Srl, Largo dei Vegerio 6/6B – 17100 Savona, oppure tramite consegna a mano.

Per maggiori informazioni consulta il Regolamento del contest.

Per informazioni:

#UNMANIFESTOPERGENOVA
Tel.: 019 2054914
Mail: studiowiki@unmanifestopergenova.it

LUME – arte pubblica in Piazza De Gasperi

L’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova presenta LUME, progetto per la realizzazione di un’opera di arte pubblica per Piazza De Gasperi.

L’inaugurazione, giovedì 18 aprile alle 19:30, è ad accesso libero e gratuito.

Il progetto

LUME è un progetto per un’opera collettiva, frutto di un percorso condiviso di co-creazione e co-progettazione promosso da Progetto Giovani e guidato da Anna de Manincor – parte del collettivo ZimmerFrei, con la partecipazione di 11 artisti emergenti, architetti e creativi under 35.

L’intervento in Piazza De Gasperi sarà visibile dal tramonto all’alba per la durata di un mese dalla data di inaugurazione.

LUME è un intervento luminoso temporaneo in Piazza de Gasperi che mette al centro della ricerca artistica il territorio, la comunità, le relazioni e l’agire nello spazio pubblico. L’area di azione è parte costitutiva dell’opera: lo spazio diviene bene comune, da vivere, interpretare, agire.

L’installazione diffusa si presenta come una coreografia di luci – diverse per colore e intensità – che coinvolge immobili sfitti, da tempo inattivi o in trasformazione, situati lungo il perimetro della piazza.

L’utilizzo della luce all’interno di questi spazi vuole essere lo strumento per restituire loro una voce silenziosa, una presenza vitale capace di entrare in relazione con la complessità del tessuto sociale, politico ed economico dell’area urbana e con la stratificazione di identità che la costituiscono.

Lo spazio collettivo della piazza viene in questo modo trasformato temporaneamente, nel tentativo di metterne in discussione i rapporti tra esterno e interno, passato e futuro, aspettative e realtà.

Gli artisti partecipanti

Martina Cavinato, 23 anni, vive a Padova. Studia Arti Visive dell’università IUAV di Venezia e si occupa di fotografia concettuale da circa sei anni, oltre a video arte e performance. Nelle sue opere c’è una forte componente teatrale, dovuta anche all’influenza della sua formazione da ballerina. Attualmente fa parte di una compagnia di danza-teatro di Padova.

Cristina Crescenzio nasce a Milano. Nel 2012 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera in Terapeutica dell’Arte. Attualmente vive a Padova, dove lavora approfondendo temi intimi, creando forme ambivalenti: conosciute, rassicuranti ma inutilizzabili, fragili, incerte. Recentemente ha partecipato a: Concorso Calegaro 1921 oreficeria contemporanea, 2019, Premio Nocivelli, 2018, V-AIR artist in residency, 2018.

Andrea D’Arsiè (1996, Vittorio Veneto) è un artista multidisciplinare. Nel 2018 si laurea alla triennale in Arti Multimediali all’Università IUAV di Venezia. La sua ricerca approfondisce tematiche che vanno dalle interazioni affettive fra diverse entità, alle soglie fra oggetto e soggetto, corpo e ambiente, che lo portano a sperimentare fra performance, installazione e musica elettronica.

Nicolò Masiero Sgrinzatto (1992) vive e lavora a Padova. Nel 2016 si diploma in Nuove Tecnologie dell’Arte. Analizza e astrae la nozione di futuro, inteso come proiezione di possibilità, in disaccordo a molteplici tematiche: riorientamento tecnologico, neurosostenibilità, accelerazione tecnologica, rumore e fallimento. Lavora con oggetti di scarto producendo installazioni multimediali e sculture sonore.

Matteo Messori vive e lavora tra Reggio Emilia e Bologna. I suoi lavori si focalizzano in due serie “Antiforma” (Pittura) e “Formastante” (installazione) e vogliono indagare le forme perturbanti che hanno segnato la crescita psicologica della fisionomia umana. Tra le ultime esposizioni: Antiforma a Galleria Ramo (CO) e la residenza indetta dall’associazione internazionale BJCEM Landxcape a Ostuni (BR).

Elisa Perioni si laurea nel 2016 con lode in Architettura Magistrale a Ciclo Unico (Bologna), con la tesi Dialogo tra natura e cultura: un centro per le arti dello spettacolo a Usme, in collaborazione con la Universidad Nacional de Bogotà. Collabora da alcuni anni con lo studio REPLAN-Leoni, Ubaldi, Aluigi. Segue un corso di Architettura per il Paesaggio e attualmente lavora presso EDOARDO MILESI & ARCHOS.

Elisa Pregnolato, dopo la laurea in Comunicazione Multimediale, si dedica alla fotografia usando un linguaggio dallo stampo documentaristico nell’ambito della rigenerazione urbana e sociale.Ha pubblicato in testate nazionali proponendo progetti di reportage. Attualmente impegnata in un progetto di ricerca documentaria e fotografica a Padova all’interno del co-lab MAC in Piazza De Gasperi.

Fabio Ranzolin (1993, Vicenza) si laurea in Arti Visive e dello Spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Venezia, frequenta poi il masterclass di Alberto Garutti allo IUAV di Venezia (2016). Ha lavorato con Marcello Maloberti, la Fondazione Furla, Loris Greaud a Punta Della Dogana (Venezia), Thomas Hirschhorn e Maria Eichhorn per la Biennale d’Arte di Venezia e Michelangelo Pistoletto.

Nicolas Toselli nasce a Pesaro (1993), dove passa l’infanzia tra i giocattoli, per poi inciampare in un liceo artistico finendo a diplomarsi in grafica pubblicitaria. Parallelamente conosce il mondo delle maschere e dei costumi, decidendo a fasi alterne di recitare per vivere o vivere per recitare. Laureato in Filosofia, appassionato di fermacarte e pietre preziose.

Lisa Varotto è un’artista visiva originaria di Padova. È dottoressa in Arti Visive all’Università IUAV di Venezia. I media che predilige sono fotografia e performance ma sperimenta con ogni supporto. Al momento sta lavorando a Berlino; precedentemente ha vissuto in Repubblica Ceca, a Praga, e a Tromsø, Norvegia.

Annalisa Zegna lavora con diversi linguaggi visivi e performativi, privilegiando processi collettivi di ricerca e collaborazione. È stata artista in residenza alla Fondazione Bevilacqua La Masa (Venezia, 2015). Ha lavorato come Assistant Curator per il programma UNIDEE – University of Ideas della Fondazione Pistoletto (Biella, 2016-2019) e per Art Laboratory Berlin (Berlino, 2016). Laureata in Arti Visive presso l’Università IUAV (Venezia) e in Pittura all’Accademia Albertina di Belle Arti (Torino).

Il percorso laboratoriale

Gli 11 artisti under 35 che partecipano al progetto LUME sono stati selezionati tramite bando e sono stati coinvolti in un percorso laboratoriale iniziato nel mese di dicembre 2018, condotto dall’artista tutor Anna de Manincor del collettivo ZimmerFrei , affiancata da Davide Sorlini, scenografo, parte di Cantieri Meticci e direttore tecnico del progetto ON, e Martina Angelotti, direttrice artistica dello spazio no profit C/O careof di Milano e del progetto ON di Bologna.

Il workshop di ideazione e produzione ha inteso attivare un processo di approfondimento, progettazione e realizzazione dell’opera, in un’ottica di condivisione creativa e scambio generazionale tra artisti professionisti e artisti emergenti.

Questo percorso si inserisce nell’ambito delle attività di formazione, promozione e professionalizzazione dei giovani artisti ed operatori culturali under 35 realizzate da Progetto Giovani.

È pensato per l’area di Piazza De Gasperi a Padova, teatro di un’importante operazione di rigenerazione e risignificazione urbana e già oggetto di un laboratorio sperimentale di produzione creativa, il co-lab MAC attivato nei mesi scorsi.

Gli incontri

Nel corso del mese di maggio 2019 verranno organizzati appuntamenti, talk e incontri sui temi dell’arte pubblica e relazionale, per indagare e conoscere i processi di rigenerazioni ed i meccanismi di innovazione sociale e culturale attivabili grazie all’arte contemporanea e i suoi linguaggi. Gli incontri saranno realizzati con il sostegno di Cescot Veneto nell’ambito del progetto “Sun City – Social Urban Neighborhoods in the City” codice 15-1-1267-2017 finanziato dalla Regione Veneto – POR FSE 2014-2020.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Progetto Lume su Facebook Progetto Lume su Instagram

Workshop gratuiti con Prospettiva Danza Teatro

Dal 2 aprile al 14 aprile torna a Padova “Prospettiva Danza Teatro“, il festival di danza promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, giunto quest’anno alla ventesima edizione. Il festival, con la direzione artistica di Laura Pulin, è realizzato in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven/Regione del Veneto.

Oltre al programma degli spettacoli – per cui Progetto Giovani mette in palio biglietti gratuiti per gli under 35 – il Festival propone anche workshop gratuiti aperti a tutti, in collaborazione con l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova.

Il programma dei workshop

Clicca sul titolo per maggiori dettagli

PUNK KILL ME PLEASE con Francesca Foscarini

Mercoledì 3 aprile – 18:00

La coreografa e danzatrice si ispira al fenomeno musicale del Punk che alla fine degli anni ‘60 esplode in America e in Inghilterra come forma di ribellione ai conformismi della società con l’ambizione di creare una scrittura coreografica ispirata, anticonformista, ribelle, fuori dalle righe.

Il workshop è rivolto a danzatori, attori e performer anche non professionisti, fino a un massimo di 25 partecipanti. Il workshop è aperto anche a spettatori che vogliono conoscere più da vicino il lavoro coreografico partecipando come uditori.

Dove: Spazio 35 – Centro Culturale Altinate San Gaetano
Info e iscrizioni: info@prospettivadanzateatro.it

CINETICO4.4 con CollettivO CineticO

Sabato 6 aprile – 15:00

Cinetico4.4 è un dispositivo ludico da tavolo che permette di elaborare in maniera collettiva le informazioni teoriche e pratiche per la creazione di una performance, fino ad arrivare alla sua realizzazione. Per ogni dispositivo/tavolo sono previsti 4 partecipanti.

Il workshop rivolto a danzatori, attori e performer anche non professionisti, fino a un massimo di 20 partecipanti.

Dove: Spazio35 – Centro Culturale Altinate San Gaetano
Info e iscrizioni: info@prospettivadanzateatro.it

MONSOON LAB con Masako Matsushita

Giovedì 11 aprile – 18:00

Un laboratorio di danza contemporanea tridimensionale che esplora le potenzialità tecniche e creative del danzatore, focalizzandosi sull’incrocio di tecnica fisica, assimilazione di materiale e interpretazione creativa/coreografica personale.

Il workshop è rivolto a danzatori, attori e performer anche non professionisti, fino a un massimo di 25 partecipanti. Il workshop è aperto anche a spettatori che vogliono conoscere più da vicino il lavoro coreografico partecipando come uditori.

Dove: Spazio35 – Centro Culturale Altinate San Gaetano
Info e iscrizioni: info@prospettivadanzateatro.it

Per informazioni
Prospettiva Danza Teatro
Tel.: 347 7523160
Email: info@prospettivadanzateatro.it
Facebook: Prospettiva Danza Teatro

INSIDECOMICS #3 – La mostra

Giovedì 14 marzo alle 18:30, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova inaugura la mostra dei lavori vincitori di INSIDECOMICS #3/MOSTRI.

I vincitori sono stati selezionati tra i partecipanti alla call rivolta a fumettisti, illustratori, artisti e autori under 35.

La mostra è allestita allo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano, ed è visitabile fino al 24 marzo negli orari di apertura del Centro.

L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con Be Comics Padova, nell’ambito del Festival Be Comics.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Mai senza l’altro – concorso per le scuole

Mai senza l’altro è il concorso fotografico per le scuole indetto in occasione del Festival Biblico 2019 e si inserisce all’interno del tema dell’educare alla cittadinanza.

La scuola riunisce studenti che provengono da tante parti del mondo, misurandosi quotidianamente con le varie differenze culturali. È il luogo dove si vive la prima esperienza di cittadinanza, concetto che supera il mero stato giuridico.

Il concorso vuole attivare lo sguardo degli studenti verso la città e il modo di abitarla: una dimensione umana e sociale in cui l’individuo, pur nelle sue diversità, è chiamato a una comune appartenenza perché non è “mai senza l’altro”.

Modalità di partecipazione

Le classi e i gruppi scolastici che aderiscono al concorso dovranno compilare, entro l’11 marzo 2019, il modulo di pre-iscrizione on-line.

Le classi sono invitate a presentare una selezione di massimo 7 foto inedite (formato JPG, risoluzione 300 dpi), accompagnate da un testo di presentazione e sintesi del percorso fatto in classe. Gli elaborati dovranno essere spediti unicamente su supporto digitale entro il 15 aprile 2019 all’indirizzo mail concorsopadova@festivalbiblico.it.

Sezioni

Comunità, prossimità, accoglienza e integrazione
 È importante che ogni città si senta comunità e questo avviene se tutti – quelli che abitano, passano, si spostano, utilizzano – concorrono a dinamiche di cittadinanza attiva e partecipativa, donando così agli spazi del territorio talenti e condivisione, vita e vitalità.

 È importante che ogni città si senta comunità e questo avviene se tutti – quelli che abitano, passano, si spostano, utilizzano – concorrono a dinamiche di cittadinanza attiva e partecipativa, donando così agli spazi del territorio talenti e condivisione, vita e vitalità.

Rapporto tra abitare e costruire
 È un rapporto dinamico, sempre da studiare per capire e riflettere, ma anche immaginare nuove relazioni non solo tra le persone ma anche nella progettazione urbanistica e nello sviluppo equo, sostenibile, intelligente.
Libertà e vita insieme
 Tutti i giorni si intrecciano attività economiche e attività di volontariato, profit e non profit, le nostre responsabilità e la ricerca di promozione del bene comune anche attraverso i beni comuni: così le città pensano e realizzano il futuro.

Le premiazioni

I lavori saranno giudicati da una giuria che stilerà una graduatoria di merito suddivisa per le tre sezioni. È previsto un momento di premiazione finale all’interno del Festival Biblico a Padova nella mattinata di venerdì 10 maggio 2019 per tutte le classi che aderiscono al concorso, e l’esposizione delle foto delle prime 3 arrivate per ogni sezione.

Alle prime 3 classi vincitrici di ciascuna sezione verranno assegnati dei buoni spendibili da “Punto Scuola & Ufficio” (rivenditore Buffetti, via San Francesco 64/66, Padova)

1° premio: buono da 200 € | 2° premio: buono da 100 € | 3° premio: buono da 50 €

Tutte le foto ricevute verranno pubblicate online all’interno di un album nella pagina Facebook del Festival Biblico. La foto più votata regalerà una visita guidata a tutta la classe vincitrice al Museo del Precinema di Padova.

Comitato scientifico

  • Lorenzo Celi: Ufficio di Pastorale dell’educazione della scuola della Diocesi di Padova
  • Francesca Fiorese: Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Padova
  • Luigi Gui: Università di Trieste, Scuola Formazione all’impegno sociale e politico di Padova
  • Roberto Ravazzolo: Centro Universitario di Padova
  • Alberto Riello: Ufficio scolastico territoriale di Padova
  • Stefania Schiavon: Progetto Giovani del Comune di Padova
  • Gabriele Toso: Istituto di Istruzione Superiore G. Valle
  • Marco Maria Zanin: fotografo, Humus Interdisciplinary

Soggetti promotori

Il concorso è promosso dal Festival Biblico in collaborazione con: Centro Universitario di Padova, Ufficio di Pastorale dell’educazione della scuola e Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della Diocesi di Padova, Scuola Formazione all’impegno sociale e politico di Padova, Progetto Giovani del Comune di Padova, Istituto di Istruzione Superiore G. Valle.

Con il patrocinio di: MIUR – Ufficio scolastico territoriale di Padova

Sponsor: Corto Moltedo, RCE foto, Museo del Precinema, Punto Scuola & Ufficio

Per informazioni
Festival Bibilico
Tel. 049 8764688 – 388 16550844
Mail: concorsopadova@festivalbiblico.it

Volontariato (ex SVE) in Polonia in ambito teatrale

Stowarzyszenie Kulturalne Pocztówka cerca 15 volontari per “Project Short Time Cool Wertep Team”, un progetto di creatività e teatro a
Kleszczele, in Polonia.

Dove: Kleszczele, Polonia
Quando: dal 5 giugno 2019 al 5 luglio 2019
Scadenza: 30 marzo 2019

Il progetto

WERTEP è una la compagnia teatrale polacca opera nella località di
Kleszczele e organizza, oltre al Festival Internazionale del Teatro, numerosi spettacoli, concerti e attività artistiche.

Partecipando al progetto, il volontario ha la possibilità di sperimentare diversi campi di azione attraverso la vasta gamma di attività e progetti che la compagnia offre.

Compiti del volontario

  • aiutare negli aspetti tecnici del nostro Festival Internazionale del Teatro WERTEP;
  • fornire supporto al team nell’organizzazione di spettacoli, concerti, workshop ed eventi in collaborazione con altre associazioni ed enti commerciali;
  • lavorare tra la comunità organizzare attività artistiche ed educative al fine di sviluppare la consapevolezza delle persone e mantenere vivo il valore della cultura.

Requisiti

  • giovani tra i 18 e i 30 anni;
  • esperienza nell’ambito tecnico ed elettrico;
  • apprezzate persone con esperienza teatrale;
  • apprezzate persone con esperienza artistica o di artigianato.

Come candidarsi

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di candidatura per i progetti di volontariato europeo, per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  • registrarsi su European Solidarity Corp e creare il proprio profilo;
  • accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/11008_en, cliccare sul tasto “APPLY”;
  • inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio nome) e il progettoper il quale ci si è candidati.

L’iscrizione a “European Solidarity Corps” è necessaria per poter visualizzare la descrizione dei progetti e per presentare candidatura. La registrazione è completamente gratuita e non comporta nessun tipo di impegno.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Open Call “Bosco Nordio – ArteNatura”

Etifor, in collaborazione con Veneto Agricoltura, lancia Bosco Nordio – ArteNatura una open call dedicata alla Land Art nella cornice della Riserva Naturale Integrale di Bosco Nordio.

L’iniziativa è finalizzata alla ricerca e individuazione di artisti in grado interpretare e valorizzare la natura a Bosco Nordio, con lo scopo di realizzare un percorso di Land Art volto a promuovere al pubblico il patrimonio naturale della zona, in una prospettiva di sensibilizzazione sul valore del territorio.

Come partecipare

L’Open Call è rivolta ad artisti e studenti degli istituti d’arte di qualsiasi provenienza e nazionalità.

Per partecipare alla call è necessario compilare online il modulo di partecipazione  entro le ore 17:00 di venerdì 22 marzo 2019.

Le opere di Land Art selezionate attraverso la call devono essere in grado di reinterpretare e comunicare in modo più immediato, intuitivo e allo stesso tempo intenso, una delle seguenti tre macro-tematiche legate alle caratteristiche del luogo:

  • Un bosco vivo e diverso, la vita nascosta della Riserva;
  • Ambienti preziosi, la ricchezza del bosco naturale;
  • Laboratorio verde, Bosco Nordio fra ricerca e benessere.

I primi 8 classificati dell’Open Call riceveranno:

  • 1° classificato: € 2.000,00 lordi;
  • 2° classificato: € 1.700,00 lordi;
  • 3° classificato: € 1.400,00 lordi;
  • Dal 4° all’8° classificato: € 700,00 lordi.

I premi in denaro sono finalizzati a coprire le spese necessarie per ideare e realizzare l’opera proposta.

Scarica il regolamento completo

Per informazioni
Ilaria Doimo – Etifor
Mail: ilaria.doimo@etifor.com