Archivi tag: diritti umani

Scambio giovanile in Romania

Oriel Association è alla ricerca di 5 partecipanti italiani/e o residenti in Italia e 1 group leader per uno scambio culturale a Târgu Jiu, in Romaniaintitolato “The colors of life”.

Dove: Târgu Jiu, Romania
Quando: dal 7 al 15 luglio 2019 e dal 8 al 14 luglio 2019
Paesi partecipanti: Italia, Romania, Croazia, Lituania, Macedonia e Georgia.
Scadenza candidature: appena possibile

Il progetto

I partecipanti sono ospiti dell’organizzazione Center for Education and Consulting Structural Instruments. Le attività sono incentrate sul tema dei diritti umani e i partecipanti si cimentano in workshop utili a elaborare nuove pratiche di inclusione sociale attraverso giochi di ruolo, seminari e attività di educazione non formale.

Obiettivi del progetto

  • Incrementare l’educazione ai diritti umani, quali sono, il sostegno internazionale ai diritti umani (Consiglio d’Europa, politica giovanile, Nazioni Unite) attraverso giochi, giochi di ruolo e quiz;
  • Migliorare il pensiero critico sui diritti umani e questioni sociali attraverso world cafè, role-playing e narrazione;
  • Ispirare la cittadinanza attiva: impegno giovanile, attivismo e senso di iniziativa attraverso dibattiti, attività di Vox Pop, attività di strada, attività di valutazione della comunità.

Vitto e alloggio sono completamente coperti dall’associazione ospitante. Le spese di viaggio sono rimborsate al 100% fino a un massimo di 275 euro. Il partecipante, solo dopo essere stato selezionato, sarà tenuto a pagare la quota annuale dell’associazione Oriel del costo di 35 euro.

Come partecipare

Per avere maggiori informazioni e ricevere l’infopack e/o presentare la propria candidatura, è necessario scrivere a orielassociationprojects2019@gmail.com inviando una lettera motivazionale in INGLESE e il proprio curriculum in italiano e/o in inglese.

Per informazioni
Oriel – Associazione di Promozione Sociale
Via San Silvestro, 3
Dossobuono di Villafranca di Verona – 37062 
Email: orielassociation@gmail.com
Tel.: 347 1682976

Scambio giovanile in Romania

APS Young Effects è alla ricerca di 7 partecipanti italiani/e o residenti in Italia tra il 17 e i 26 anni per “INotice”, uno scambio focalizzato sui temi dei diritti umani a Oradea, in Romania, presso l’organizzazione Asociatia Comunitatilor Interculturale.

Dove: Oradea, (Romania)
Quando: dal 18 al 26 maggio 2019
Paesi partecipanti: Polonia, Grecia, Italia, Romania.
Scadenza candidature: prima possibile

Il progetto

Il tema principale del progetto è l’utilizzo dell’istruzione non formale per i diritti umani e l’esplorazione di diversi tipi di discriminazione. Lo scopo dell’educazione ai diritti umani è creare una società in cui tutti i diritti siano rispettati, in cui le persone riconoscano le violazioni di tali diritti e adottino misure per proteggerli. La maggior parte dei giovani in Europa non ha accesso o ha accesso limitato in termini di educazione sui diritti umani. L’educazione ai diritti umani affronta questi problemi e aiuta le persone a essere consapevoli dei diversi atteggiamenti e valori, delle diverse convinzioni e contraddizioni che si trovano nella moderna società multiculturale.

Obiettivi del progetto

  • Acquisire e/o incrementare la conoscenza dei 28 partecipanti sulla storia e l’importanza dei diritti umani;
  • Sensibilizzazione di almeno 100 persone di Oradea riguardo ai diversi tipi di discriminazione attraverso il lavoro giovanile all’interno del progetto;
  • Aumentare l’empatia dei 28 partecipanti riguardo alle violazioni dei diritti umani;
  • Esplorare le possibilità offerte dal programma Erasmus +.

Vitto e alloggio sono completamente coperti dall’associazione ospitante. Le spese di viaggio sono rimborsate al 100% fino a un massimo di 275 euro. Le attività dell’associazione sono riservate ai soci Young Effect 2018/2019. Una volta selezionati se non si è già soci 2018/2019 bisogna associarsi a Young Effect. Per associarsi è necessaria una quota di 80 Euro, che include l’assicurazione per responsabilità civile.

Come partecipare

Per avere maggiori informazioni e presentare la propria candidatura è necessario compilare il Formulario selezione Erasmus+ e inviarlo all’indirizzo scambi@youngeffect.org.

Non c’è una vera data di scadenza per la candidatura, i posti vengono assegnati in base alla motivazione e all’idoneità formale del candidato fino ad esaurimento posti. Quindi candidandosi il prima possibile c’è maggiore possibilità di essere selezionati.

Per informazioni
APS Young Effect
Via Boffalora 5, Magenta (MI)
info@youngeffect.org


Borsa di studio sui diritti umani

La Fondazione Alessandro Pavesi ONLUS bandisce la XI edizione della borsa di studio intitolata ad “Alessandro Pavesi”, dell’importo di € 12.500, destinata al perfezionamento degli studi all’estero nel campo della tutela dei diritti umani.

Visualizza il bando completo

Come partecipare

Per partecipare è necessario compilare il modulo online entro le 24:00 del 31 gennaio 2019.

Possono partecipare al bando coloro che:

  • siano residenti in Italia
  • abbiano conseguito una laurea magistrale presso un’università italiana dopo il 31 luglio 2016 con tesi attinente ai diritti umani
  • abbiano un’ottima conoscenza della lingua straniera utilizzata nei corsi prescelti per la fruizione della borsa
  • siano privi di condanne penali
Presenta la domanda di partecipazione

Per informazioni:
Fondazione Alessandro Pavesi ONLUS
Via Crispi, 74 – 80121 Napoli
Tel.: 081-682412
Mail: info@fondazionepavesi.org

Amnesty Summer Lab – Campi estivi per i diritti umani

Volontariato_terzosettore

Si svolgono da giugno a settembre in Umbria e a Lampedusa i campi estivi per i diritti umani di Amnesty International Italia, dedicati ai diversi temi che stanno a cuore all’organizzazione, tra cui discriminazione, tortura e diritti di migranti, richiedenti asilo e rifugiati.

I campi

I campi estivi di Amnesty International Italia sono un’opportunità di incontro, condivisione, scambio e attivazione; permettono di ragionare sugli strumenti utili per incidere in prima persona nella realtà che ci circonda e rendere il mondo in cui viviamo sempre più libero e giusto.

I partecipanti sono protagonisti di un’esperienza in cui si alternano momenti formativi sui diritti umani ad altri di mobilitazione. Sono previsti laboratori, approfondimenti, momenti di formazione, incontri con esperti e testimoni di violazioni dei diritti umani.

I campi attualmente aperti sono tre:

Per partecipare contattare l’organizzazione via mail a campi@amnesty.it o telefonicamente allo 06 4490209.

Locandina

Per informazioni

Amnesty International Italia
Tel.: 06 4490209 (10:00-17:00)
Mail: campi@amnesty.it

SOS Villaggi dei Bambini cerca volontari

SOS Villaggi dei Bambini Onlus cerca volontari per la “Colletta scolastica” che avrà luogo sabato 16 settembre presso numerosi centri commerciali e punti vendita in diverse città d’Italia, tra cui Padova.

I volontari

SOS Villaggi dei Bambini è un’organizzazione a livello mondiale impegnata nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle, organizzazione referente in Europa per difendere i diritti dell’infanzia. In Italia è membro dell’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza e opera da oltre 50 anni attraverso sette Villaggi SOS.

L’obiettivo della colletta è raccogliere materiale scolastico (penne, matite, quaderni, astucci ecc.) per i bambini più vulnerabili in Italia. Le attività principali previste saranno la distribuzione di materiale informativo su SOS Villaggi dei Bambini e la raccolta di materiale scolastico acquistato dai clienti nel punto vendita.

La presenza richiesta è di 4 ore per due fasce di orario: dalle 10:00 alle 14:00 o dalle 14:00 alle 18:00 (oppure per l’intera giornata dalle 10:00 alle 18:00).

Per maggiori informazioni o per confermare la propria adesione, è necessario scrivere a collettascolastica@sositalia.it entro lunedì 24 luglio.

Per informazioni

SOS Villaggi dei Bambini Onlus
via Durazzo, 5 – 20134 Milano
Tel.: 02 55231564
Fax: 02 56804567
Mail: collettascolastica@sositalia.it

Caschi Bianchi, Corpo Civile di Pace – Infoday Servizio Civile all’estero

Martedì 20 giugno, dalle 10:30 alle 12:30, si svolge presso la biblioteca del Centro di Ateneo per i Diritti Umani di Padova un incontro di presentazione dei progetti di Servizio Civile all’estero “Caschi Bianchi, Corpo Civile di Pace“, proposto dall’Associazione Papa Giovanni XXIII.

L’evento

Durante l’Infoday vengono presentati i vari progetti esteri che prevedono 58 posti disponibili in situazioni di conflitto e di violenza strutturale in:

  • America (Argentina, Bolivia, Brasile, Cile);
  • Africa (Camerun, Zambia);
  • Asia (Bangladesh, Russia, Sri Lanka);
  • Europa (Albania, Croazia, Francia, Georgia, Paesi Bassi, Romania, Svizzera).

Programma

Il Servizio Civile, l’Università di Padova e il legame con i progetti “Caschi Bianchi”. Come il Servizio Civile difende i Diritti Umani – a cura del Prof. Marco Mascia, Direttore del Centro di Ateneo per i Diritti Umani

Caschi Bianchi Corpo Civile di Pace: chi è il Casco Bianco? Elementi salienti del modello di Servizio Civile proposto – a cura di Nicola Lapenta, Responsabile Servizio Civile Nazionale dell’ass. Comunità Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle singole progettualità e spazio per domande e confronto.

La partecipazione è gratuita ma è gradita la registrazione.

Iscriviti qui

 

Per informazioni

Centro di Ateneo per i Diritti Umani
Via Martiri della Libertà, 2 – 35137 Padova
Tel.: 800 913596
Mail: caschibianchi@apg23.org

International Children’s Peace Prize 2017

KidsRights organizza l’International Children’s Peace Prize 2017, per offrire riconoscimento a un giovane per il coraggio e gli sforzi compiuti per la promozione dei diritti dei bambini nel mondo.

Il premio

KidsRights  è un’organizzazione che si occupa dei diritti dei bambini e si adopera per far sì che vengano rispettati, anche attraverso il finanziamento di progetto locali volti a migliorare le condizioni dei bambini e a promuovere la loro partecipazione.

Obiettivo del concorso, lanciato la prima volta in occasione del World Summit of Nobel Peace Laureates svoltosi a Roma nel 2005, è fornire i bambini di una piattaforma globale in cui possano esprimere le loro idee e promuovere i propri ideali in favore dei bambini.

Il vincitore del premio riceverà la statuetta Nkosi e una borsa di studio e assistenza e, attraverso l’accesso alla piattaforma mondiale, l’opportunità di continuare il proprio lavoro su scala internazionale.

KidsRights, inoltre, investirà la somma di 100.000 € in progetti legati al settore di operato del vincitore, nel suo Paese d’origine.

Come partecipare

Qualunque cittadino o organizzazione può candidare un bambino o un ragazzo, di età compresa tra i 12 e i 18 anni, con una storia di solidarietà e lotta per i diritti dei bambini.

Per candidarsi è necessario inviare, attraverso il form online o scrivendo a nominations@childrenspeaceprize.org:

  • il modulo di partecipazione;
  • una foto del candidato;
  • l’autorizzazione firmata.

La scadenza è fissata per venerdì 17 marzo.

Modulo di partecipazione e autorizzazione

Per informazioni

Children’s Peace Prize
Mail: nominations@childrenspeaceprize.org

Premio Amnesty International Italia Emergenti

È pubblicato il bando di concorso per la 21^ edizione del “Premio Amnesty International Italia Emergenti”, dedicato a cantanti e gruppi musicali emergenti.

Il concorso si inserisce in Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty, festival promosso dall’Associazione Voci per la Libertà con Amnesty International Italia e che quest’anno si terrà dal 20 al 23 luglio a Rosolina Mare (RO).

Il concorso

Possono partecipare al concorso tutti i musicisti (gruppi o solisti) che abbiano un brano legato al tema dei diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto e con qualsiasi genere musicale.

Testo e musica devono essere di propria produzione, ma non necessariamente inediti.

La scadenza del bando è fissata per il 30 aprile, ma gli artisti che si iscriveranno entro l’10 marzo avranno una ulteriore possibilità. Fra tutti loro infatti il pubblico potrà votare online il brano migliore, conferendo il Premio Web Social e facendo accedere direttamente l’artista vincitore alle semifinali della fase live.

L’Associazione Voci per la Libertà sceglierà poi altre sei proposte, che si batteranno assieme al Premio Web Social e al Premio Under 35 nel concorso dal vivo a Rosolina Mare. Qui una giuria prestigiosa di addetti ai lavori assegnerà il Premio Amnesty International Italia Emergenti al brano che meglio sappia interpretare e diffondere i principi della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Nella serata finale del festival saranno inoltre assegnati il Premio Giuria Popolare (assegnato in base al numero dei voti raccolti dal pubblico) e il Premio della Critica, assegnato dalla apposita giuria di esperti.

I vincitori del Premio Amnesty International Italia Emergenti, oltre a essere testimonial della compilation “Voci per la Libertà 2018” pubblicata ogni anno per celebrare la manifestazione, avranno la possibilità di realizzare, a scelta, un Cd singolo/Ep o un videoclip della canzone vincitrice, che che sarà promosso a livello nazionale attraverso internet, carta stampata, radio e Tv.

L’iscrizione al concorso deve avvenire inviando il materiale indicato nel bando attraverso una delle due seguenti modalità:

  • tramite posta, scrivendo alla sede dell’associazione Culturale “Voci per la Libertà”, via N. Paganini 16, 45010 Villadose (RO);
  • scrivendo una mailvociperlaliberta2017@libero.it (si prega di allegare il materiale in un’unica cartella zippata).
Bando Scheda di iscrizione

Per informazioni

Voci per la Libertà
Via N. Paganini, 16 – 45010 Villadose (RO)
Tel.: 348 7457849
Mail: info@vociperlaliberta.it

SVE in Lituania – Ambito diritti umani

europa

L’associazione LGL cerca 2 volontari da inserire nel progetto “Heading towards Visibility and Equality”.

Dove: Vilnius (Lituania)

Quando: da luglio 2016

Durata: 10 mesi

Il progetto

Attività

Il volontario affiancherà altri giovani nel perseguimento degli obiettivi che l’associazione persegue – advocacy, lobbying e sensibilizzazione su questioni LGBT – attraverso attività quali seminari, conferenze, workshop anche a livello internazionale, l’organizzazione di eventi relativi agli scopi dell’associazione, gestione dei social media, etc. Le attività che il volontario andrà effettivamente a svolgere dipenderanno comunque anche dai propri interessi specifici riguardo le trematiche affronatate. Per una descrizione più dettagliata delle attività dell’ente di accoglienza e del contesto in cui esso è inserito è possibile accedere a questo link.

Requisiti

  • Buona conoscenza della lingua inglese
  • Sensibilità verso i diritti umani e altre tematiche di interesse dell’organizzazione di accoglienza

Per candidarsi

Per presentare la propria candidatura è necessario inviare il proprio cv e una lettera di motivazione specifica (ovvero contenente le ragioni per cui ci si candida proprio per quel progetto) – entrambi in inglese – all’indirizzo diana@gay.lt, includendo in copia di conoscenza (Cc) l’Ufficio Progetto Giovani (e-mail: evs@comune.padova.it).
In fase di candidatura indicare i dati dell’Ufficio Progetto Giovani come “sending organisation”:

Ufficio Progetto Giovani – Comune di Padova (EI ref. 2013-IT-100)
Person in charge for E.V.S.: Michela Gamba
C/o Centro Culturale Altinate/ San Gaetano
Via Altinate, 71
35121 – Padova
Tel.: + 39 049 8204722 – Fax: 049 820 4722
E-mail: evs@comune.padova.it
Web site: www.progettogiovani.pd.it

Si prega di mettere sempre in copia di conoscenza (Cc) l’indirizzo evs@comune.padova.it in tutte le comunicazioni con l’ente di accoglienza.

Per informazioni

Per maggiori informazioni, consultare la descrizione del progetto o visitare il sito dell’organizzazione di accoglienza.

 

Incontro – Incroci di civiltà e forme di disagio

unipd

Il Master in Studi Interculturali dell’Università di Padova organizza, per il 16 gennaio, un incontro sul tema della libertà religiosa dal titolo “Libertà religiosa e pluralismo culturale. Incroci di civiltà e forme di disagio“.

L’articolazione dell’incontro, che si svolgerà nell’aula Bortolami del Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità di via Vescovado 30 a Padova, prevede una sessione di lavoro dalle 15.00 alle 17.30. Avrà la forma di una riflessione aperta in cui, come in un articolato brainstorming collettivo, si faccia il punto della problematica e sia possibile mettere a fuoco ipotesi di approfondimento e d’intervento.

Un tema che abbraccia la dimensione dei diritti umani, il quadro delle carte costituzionali e dei principi ad esse relativi, ma anche tutta la dimensione del pluralismo culturale e l’insieme di concetti con i quali si tenta di interpretarne e governarne le tendenze. In uno scenario culturalmente caotico, lo sviluppo della crisi e l’inasprimento della condizione generale d’incertezza chiedono di rimettere in discussione le cornici interpretative fin qui utilizzate e consolidate per costruire nuove prospettive, facendo in modo che torni ad essere chiaro il profilo delle effettive poste in gioco.

Interverranno

  • Stefano Allievi, Docente di Sociologia dell’Università di Padova, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Sociologia, Direttore del Master in Studi sull’Islam d’Europa
  • Don Albino Bizzotto, Fondatore dell’associazione “Beati i Costruttori di Pace”, attivo sul territorio padovano e in campo internazionale sui temi della pace, del disarmo e della difesa dei diritti umani
  • Adone Brandalise, Docente di Teoria della Letteratura dell’Università di Padova, Delegato del Rettore per l’Intercultura, Direttore del Master in Studi Interculturali
  • Amina Crisma, Sinologa, Docente di Filosofie dell’Asia Orientale all’Università di Bologna, membro dell’Associazione Italiana Studi Cinesi (AISC)
  • Silvia Failli, Docente di Psicologia della Scuola Secondaria, vice-direttore del Master in Studi Interculturali dell’Università di Padova
  • Marco Ferrero, Avvocato ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione), Docente di diritto dell’immigrazione all’Università Cà Foscari di Venezia
  • Don Elia Ferro, Responsabile della Pastorale dei Migranti della Diocesi di Padova, Parroco della Chiesa del Santissimo Nome di Gesù, meglio conosciuta come Tempio della Pace
  • Annalisa Frisina, docente di Metodologie e Tecniche della Ricerca Sociale dell’Università di Padova, Membro di InteRGRace – Interdisciplinary/Intersectional Group on Race and Racism
  • Marcello Ghilardi, Docente di Filosofia della Scuola Secondaria, studioso di Filosofia Orientale, Collaboratore della Cattedra di Estetica dell’Università di Padova
  • Kamel Layachi, Imam, Responsabile del centro islamico di San Donà di Pieve (VE), già Presidente del Consiglio Islamico di Vicenza Onlus e Responsabile della Comunità Islamica del Triveneto
  • Vincenzo Pace, Docente di Sociologia delle Religioni e di Religioni e Società dell’Università di Padova, Direttore del Centro Interdipartimentale di Studi Interculturali e delle Migrazioni, coordinatore del Gruppo di ricerca LABREL (Laboratorio Religioni)
  • Marco Paggi, avvocato esperto di diritto del lavoro e di diritto degli stranieri e dei richiedenti asilo, docente del Master in Studi Interculturali
  • Donatella Schmidt, Docente di Etnologia dell’Università degli Studi di Padova

Per informazioni

ImmaginAfrica | Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità – Università degli Studi di Padova
Via del Santo, 26 35123 Padova (Pd)
T. +39 049 8274080