Archivi tag: intervista

Paulina Flores per One Book One City

Paulina Flores, classe 1988, è cresciuta in un rione a nord di Santiago del Cile. Ha esordito con la raccolta di racconti Che vergogna (Marsilio, 2019), più volte ristampata, acclamata da pubblico e critica e segnalata tra i dieci migliori libri dell’anno per El Pais. Insegna in un liceo di Santiago.

Ha vinto il Premio Bolaño e il premio Bauer giovani.

L’abbiamo incontrata a Venezia, in occasione di Incroci di Civiltà e le abbiamo fatto qualche domanda sul suo rapporto con i libri e con la lettura.

Parlando del suo lavoro, Luis Sepùlveda – che quest’anno è protagonista a Padova di One Book One City – ha detto:

Paulina Flores ha una prosa così unica, sicura, fresca, vitale, toccante e agile che l’unica parola che mi viene in mente per definirla è “caleidoscopica”. Racconta tutto dei suoi personaggi: le vicende, i dettagli, le voci e i silenzi, il pianto che non viene fuori. Racconta la linea sottile che separa l’amore dall’odio. Nel solco di Raymond Carver, ci mostra cosa sono fallimento e sconfitta, cos’è la solitudine e cosa marchia la sua generazione. Scrive senza trucchi né artifici, senz’altra pretesa che raccontare bene una buona storia. E ci riesce. In questa raccolta ci sono nove storie magistrali, e quando finirete di leggere ne vorrete ancora.

Luis Sepùlveda

Rossella racconta il suo SVE in Germania

SpazioEuropa_invio

Rossella Grigoletto ha 24 anni, abita in provincia di Padova ed è da poco tornata in Italia dopo aver trascorso un anno in Germania con il Servizio Volontario Europeo.

È partita il 9 settembre 2016 ed è tornata il 6 agosto 2017. Ha svolto il suo SVE presso la Vianova Schule di Friburgo, lavorando a contatto con bambini e ragazzi con difficoltà di apprendimento. Come previsto dal programma SVE, Rossella ha preso parte ai diversi momenti di formazione riservati ai Volontari Europei prima della partenza, all’arrivo e metà progetto. Al termine dell’esperienza le è stato rilasciato lo YouthPass che certifica le competenze acquisite durante l’esperienza. Progetto Giovani è stato il suo ente di invio.

In questo video l’ex volontaria racconta la sua esperienza: gli aspetti positivi e le difficoltà inizialmente riscontrate, cosa le è rimasto e come lo SVE l’ha cambiata e aiutata a crescere.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Io? Volontario SVE a Padova!

SpazioEuropa_accoglienza

Nell’anno 2016/2017, Progetto Giovani ha ospitato come volontari di Servizio Volontario Europeo Nutsa e Joaquín, due ragazzi che hanno scelto l’ufficio come ente di accoglienza per la loro esperienza all’estero.

Come previsto dal loro progetto “Giovani per l’interculturalità”, i due volontari hanno svolto attività culturali e ludico-ricreative quali i tandem language learning individuali e di gruppo, il servizio dopo-scuola e i numerosi corsi avviati al Punto Giovani Toselli, sempre tenendo conto delle loro capacità e dei loro interessi personali.

In questa videointervista Nutsa e Joaquín raccontano la loro esperienza, come sono cambiati e cresciuti durante quest’anno e cosa si porteranno a casa… sempre che a casa abbiano deciso di tornare!

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Step by Step – Quarta inaugurazione

Mercoledì 30 novembre 2016, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ha presentato al Conservatorio Statale di Musica “C. Pollini” la quarta inaugurazione di Step by Step, un ciclo di quattro mostre collettive che hanno visto protagonisti giovani artisti e curatori emergenti.

L’esposizione è stata aperta da un momento inaugurale, in cui i curatori hanno presentato al pubblico i lavori degli artisti seguiti, ed è rimasta visibile fino a martedì 6 dicembre 2016.

Le interviste

Fabio Ranzolin con Matilde Cesareo
Giorgia Cassandro con Samanta Baltieri
Daniele Costa con Fabio Barbana
Anna Fietta con Arianna Foffani

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

 

Step by Step – Terza inaugurazione

sbs_sito

Mercoledì 23 novembre 2016, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ha presentato al Centro Universitario Padovano la terza inaugurazione di Step by Step, un ciclo di quattro mostre collettive che vedono protagonisti giovani artisti e curatori emergenti.

L’esposizione è stata aperta da un momento inaugurale in cui i curatori hanno presentato al pubblico i lavori degli artisti seguiti; è stata visibile fino a martedì 6 dicembre 2016.

Le interviste

Saba Ferrari con Vittoria Dola
Eva Chiara Trevisan con Federica Colle
Nadia Pillon con Margherita Barbieri
Gaia D’Alconzo con Beatrice Miatto
Francesco Fasolato con Amalia Nargeroni

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Step by Step – Seconda inaugurazione

sbs_sito

Mercoledì 16 novembre, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ha presentato al Conservatorio Statale di Musica “C. Pollini” la seconda inaugurazione di Step by Step, un ciclo di quattro mostre collettive che vedono protagonisti giovani artisti e curatori emergenti.

L’esposizione è stata aperta da un momento inaugurale in cui i curatori hanno presentato al pubblico i lavori degli artisti seguiti; è stata visibile fino a martedì 29 novembre.

Le interviste

Emanuele Verzotto
Irene Cesaro
Laura Allegro
Giulia Scudier
Eleonora Eusebi

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204795
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

Repertum – Le interviste ai protagonisti

repertum_mostra

Dal 15 marzo al 3 maggio 2015 l’arte contemporanea è ospite al Museo Archeologico del Fiume Bacchiglione a Cervarese Santa Croce.

Alex Bellan, Antonio Guiotto, Elena Hamerski sono i protagonisti della mostra Repertum, ogni dato emerso curata da Marco Tondello, in collaborazione con Sergia Avveduti, artista e docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e Caterina Benvegnù.

Quando: 15 marzo – 3 maggio 2015
sabato 15.00 – 19.00
domenica e altri festivi 9.30 – 12.30 / 15.00 -19.00
da lunedì a sabato mattina su prenotazione

Ingresso: intero 4 € – ridotto 2 €

Info: info@museicollieuganei.itwww.museicollieuganei.it

Francesca Manni ha intervistato il curatore Marco Tondello e gli artisti.

Quando ho ricevuto l’invito di Antonio Guiotto all’inaugurazione di Repertum, ogni dato emerso, sono rimasta piacevolmente colpita dal luogo espositivo, decisamente inusuale per l’arte contemporanea.

Così, un sabato di fine inverno, mentre il sole veniva inghiottito dalle acque del Bacchiglione, mi aggiravo tra le sale del Museo Archeologico nel Castello di San Martino della Vaneza, scoprendo installazioni di arte contemporanea inserite tra i reperti emersi dal fiume.

Ho incontrato Marco Tondello, curatore giovanissimo, che è riuscito a realizzare il progetto, un sogno un po’ nostalgico di rivalorizzazione dei luoghi delle sue origini, che sono anche le mie. L’idea di fondere archeologia e arte contemporanea si è sviluppata grazie all’intervento di tre artisti che hanno fatto parte del GAI, un’istituzione che vede nel rapporto con i territori proprio il suo punto di forza. Antonio Guiotto e Alex Bellan sono un cresciuti anche grazie all’Area Creatività dell’Ufficio Progetto Giovani di Padova.

La chiacchierata con Marco Tondello, il curatore
L'intervista agli artisti