Archivi tag: progetti

Bando straordinario Servizio Civile Universale

Il Servizio Civile Universale ha pubblicato un bando straordinario per 78 progetti di cittadinanza attiva per un totale di 752 volontari che sono coinvolti in attività di sostegno a grandi invalidi e ciechi civili.

I progetti

I volontari sono suddivisi su due tipologie di progetti:

  • 749 volontari, impegnati per realizzare 77 progetti volti all’accompagnamento dei grandi invalidi e dei ciechi civili in Italia;
  • 3 volontari , per il progetto Italia Redondesco 2017” presentato dal Comune di Redondesco.

Per consultare l’elenco dei progetti è necessario utilizzare il motore di ricerca “Scegli il tuo progetto“.

Selezionando i singoli progetti è possibile ottenere le indicazioni essenziali per partecipare alla selezione dei singoli progetti, così come l’indirizzo a cui spedire i materiali.

I progetti durano complessivamente dodici mesi con un orario di servizio non inferiore a venticinque ore settimanali. È previsto un assegno mensile di 433,80 euro.

Come partecipare

Possono partecipare tutti i giovani che hanno compiuto il 18 anni e non hanno superato i 28 anni (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda.

La domanda di partecipazione alla selezione e la relativa documentazione vanno presentati all’ente che realizza il progetto scelto.  La domanda va inviata via PEC, con raccomandata a/r oppure presentandola a mano. La data di scadenza è il 3 giugno 2019 (in caso di consegna a mano entro le ore 18:00 del 31 maggio 2019).

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Universale, pena esclusione dalla partecipazione alla selezione.

Scarica il bando

Per informazioni
Servizio Civile Universale
Via della Ferratella in Laterano, 51 Roma
Tel.: 06 67795999

Stazioni ad uso sociale: stazioni impresenziate in comodato d’uso

Il Gruppo FS, in collaborazione con Banca Etica, propone Stazioni ad uso sociale, un progetto di riqualificazione delle stazioni ferroviarie impresenziate (ovvero in cui non è più richiesta la presenza di personale tecnico). La proposta è volta, attraverso bandi dedicati sul proprio network di crowdfunding, a favorire la raccolta fondi per sostenere i progetti di riqualificazione sociale degli immobili ferroviari, promuovendo eventi e progetti culturali e offrendo servizi creditizi e bancari integrati.

In base all’accordo,  gli spazi possono essere assegnati in comodato d’uso gratuito, a disposizione delle associazioni di volontariato, degli enti locali e delle associazioni nonprofit, per realizzare iniziative: progetti d’inclusione sociale per soggetti a rischio, attività di protezione civile, azioni finalizzate alla valorizzazione delle peculiarità storiche, culturali, ambientali del territorio e molto altro. In questo modo le stazioni possono aprirsi alla comunità, diventando luoghi di incontro e di relazione.

Come partecipare

Il bando è senza scadenza, e la richiesta di comodato deve essere presentata insieme alla descrizione in dettaglio del progetto che si intende realizzare, da elaborare secondo il seguente schema:

  • breve presentazione dell’ente che avanza la richiesta
  •  descrizione del progetto e delle sue finalità sociali
  •  descrizione degli eventuali partner coinvolti nel progetto (istituzioni, enti locali, imprese, fondazioni, ecc)
  •  benefici/ricadute del progetto sul territorio in termini sociali, ambientali, occupazionali, culturali, ecc
  •  ubicazione dello spazio per il quale si fa la richiesta (stazione o altre aree)
  •  analisi dei costi complessivi del progetto con valutazione degli interventi necessari a rendere lo spazio richiesto idoneo all’iniziativa
  • risorse finanziarie previste e dedicate alla realizzazione del progetto per tutta la durata del contratto di comodato
  •  tempistiche del progetto 

Sul  sito di Rfi  è possibile consultare  l’elenco stazioni, regione per regione. Quelle che Rfi può cedere in comodato rientrano nella categoria “stazioni bronze”.

Consulta la pagina del bando

Per informazioni
RFI – Rete Ferroviaria Italiana

Seeds for Integration

OBESSU – Organising Bureau of European School Student Unions – lancia il programma di finanziamentiSeeds for Integration”, per iniziative scolastiche mirate a migliorare l’integrazione di studenti rifugiati e immigrati.

Il progetto

Seeds for Integration si pone i seguenti obiettivi:

  • coinvolgere tutti gli studenti, senza differenze di origine, in un dibattito sulla situazione dei bambini rifugiati e immigrati nel contesto dell’istruzione e lanciare un dialogo tra le scuole a livello locale, regionale e nazionale su questo tema;
  • promuovere e sostenere iniziative che aiutino i ragazzi immigrati a condividere con la comunità scolastica le loro esperienze e le sfide che affrontano nel settore dell’istruzione, sensibilizzando in tal modo sui problemi che possono trovarsi davanti nella loro vita quotidiana;
  • creare legami più stretti tra le comunità di provenienza di questi studenti e la comunità scolastica in cui si trovano inseriti.

Verranno offerti finanziamenti su piccola, media e larga scala per progetti a livello locale, regionale e nazionale:

  • a livello locale, gruppi di studenti della scuola secondaria possono possono presentare la candidatura per progetti su piccola scala di massimo 500 €;
  • a livello regionale, squadre composte da studenti di scuole secondarie diverse o comitati studenteschi regionali possono presentare candidatura per un finanziamento su media scala di massimo 1000 €;
  • a livello nazionale, membri OBESSU, organizzazioni candidate e affiliati possono presentare candidature per finanziamenti su larga scala di massimo 2500 €.

Come candidarsi

Destinatari del progetto sono studenti di scuole secondarie membri di associazioni che operano a livello locale, regionale o nazionale.

Per candidarsi l’associazione deve possedere i seguenti requisiti:

  • essere composta da almeno tre persone;
  • avere un membro con un livello di inglese almeno intermedio, che curi la comunicazione con OBESSU;
  • possedere un conto in banca (conto bancario dell’associazione studentesca o di un maggiorenne che rappresenta contrattualmente il gruppo).

Per candidarsi è necessario compilare il modulo di partecipazione online entro martedì 31 gennaio.

Bando Domanda di partecipazione in formato Word

Per informazioni

OBESSU
Mail: seeds@obessu.org

Bando – Venice in Translation

venice-in-translation

Il Servizio Politiche Giovanili del Comune di Venezia promuove il bando “Venice in Translation“, per favorire la realizzazione di percorsi innovativi negli ambiti del lavoro, della partecipazione e della creatività.

Il bando

Obiettivo del bando è promuovere attività per favorire una trasformazione culturale e sociale della città, agevolando così la costruzione di una comunità partecipata, condivisa e in grado di contaminarsi, capace di dare voce a tutto il patrimonio di saperi giovanili del territorio.

Ogni associazione può presentare un solo progetto in uno dei seguenti ambiti:

  • partecipazione e territorio: ideazione e realizzazione di percorsi e attività volti al coinvolgimento diretto della cittadinanza giovanile, attraverso iniziative mirate anche alla riqualificazione di spazi e aree della città considerati marginali;
  • cinema/video/teatro: produzione di un cortometraggio o altro prodotto multimediale che documenti la presenza dei giovani nella trasformazione culturale e sociale della città, oppure ideazione e realizzazione di un percorso teatrale che testimoni come i giovani possano incidere sui cambiamenti della città;
  • lavoro e social innovation: ideazione e realizzazione di iniziative e attività nel territorio che, anche grazie alla creatività e ai linguaggi digitali, individuino nuovi approcci al mondo del lavoro giovanile.

Come partecipare

Possono partecipare le associazioni giovanili presenti e attive nel territorio. Verranno selezionati e finanziati 12 progetti, per un ammontare di 36.000 € (3.000 € per ciascun progetto).

Ogni progetto dovrà prevedere obiettivi, modi e tempi di realizzazione e dovrà mettere in pratica un modello partecipativo. Le associazioni potranno partecipare inviando i materiali richiesti nel bando entro il 30 luglio 2016.

Scarica il bando

Per informazioni

Politiche Giovanili del Comune di Venezia
Tel: 041 2747650
E-mail: politiche.giovanili@comune.venezia.it

Call per ingegneri e progetti – Next energy 2016

 next energy

Next Energy è un programma promosso da Terna e Fondazione Cariplo, realizzato da Cariplo Factory in collaborazione con PoliHub e dal Campus di Terna, per promuovere la valorizzazione dei talenti, sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in ambiti attinenti al sistema elettrico e contribuire concretamente alla crescita economica del Paese.

Il progetto

Il progetto prevede:

  • Call for talents: rivolta a 15 giovani con età inferiore ai 28 anni, laureati da meno di un anno in Ingegneria (triennale o specialistica) con un voto minimo di 100 su 110;
  • Call for ideas: dedicati a 10 progetti di impresa o start-up.

Ai 15 ingegneri verrà offerto uno stage di sei mesi in una sede Terna con un contributo di 1700 euro lordi mensili; i migliori progetti invece riceveranno un voucher che sarà di 50 mila euro per il primo classificato, di 30 mila per il secondo e di 20 mila per il terzo. 

Per partecipare

Le candidature sono aperte fino al 22 luglio; lo stage partirà il 3 ottobre e si concluderà il 31 marzo 2017.
L’application form e il bando sono scaricabili dal sito.

Per informazioni

Next Energy – Futuro ad alta tensione 

Workshop – Eventi: che giungla di moduli e permessi!

eventi_giungla

Martedì 21 luglio, dalle 17:00, presso l’Ufficio Progetto Giovani di via Altinate, si terrà il workshop “Eventi: che giungla di moduli e permessi!”, un breve percorso di orientamento tra richieste e modulistica da presentare per rispettare tutte le procedure e le normative che regolano la realizzazione di un evento.

Il workshop – a numero chiuso – è rivolto a responsabili e referenti di Associazioni ma anche a tutti coloro che devono realizzare un’iniziativa, un concerto, una festa, una manifestazione culturale o sportiva e vogliono capire quale burocrazia si deve affrontare in fase organizzativa.

L’incontro avrà anche carattere esperienziale: attraverso simulazioni, esercitazioni e momenti di confronto, verranno approfonditi i passaggi chiave richiesti per la gestione dei principali aspetti tecnici e formali.

Per partecipare

La partecipazione è gratuita ma riservata a massimo 30 persone. L’iscrizione si effettua online.

Registrati online

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Animazione
via Altinate, 71 – 35121 Padova

Laboratorio di progettazione sociale e culturale

idea_progetto

Mercoledì 7 luglio 2015, dalle 10:00 alle 13:00, presso l’Ufficio Progetto Giovani di via Altinate, , si svolgerà il laboratorio “Dall’idea al progetto”.

Scopo dell’incontro è quello di fornire conoscenze e suggerimenti utili per la definizione e la stesura di un progetto in ambito sociale e culturale.

Durante la prima parte, frontale, saranno descritti i principali elementi che costituiscono un progetto; nel corso della seconda parte, a partire dagli interessi specifici dei partecipanti, si aprirà uno spazio di confronto partecipato utile a dare maggiore concretezza agli aspetti teorici.

Alcuni dei temi affrontati:

  • Ciclo di vita di un progetto;
  • Elementi di Project management;
  • Discussione di casi concreti.

La partecipazione è gratuita ma è necessaria l’iscrizione online.

Vai al modulo online

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Animazione
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: pg.animazione@comune.padova.it  (Rif. Valentina Toniolo)