Archivi tag: ricerca

Bando per ricercatori all’estero

Il Co-operative Research Program (CRP) 2016-2020 dell’OCSE offre borse di ricerca per attività in laboratori esteri della durata compresa tra le 6 e le 26 settimane e contributi per l’organizzazione di convegni internazionali nell’ambito delle 3 aree tematiche in cui è articolato il programma.

L’iniziativa è volta a stimolare la cooperazione tra i 24 paesi aderenti all’organizzazione, offrendo ai ricercatori l’opportunità di confrontarsi con il panorama internazionale.

Il programma

Il nuovo programma di lavoro valido per il quinquennio 2016-2020  comprende le seguenti aree: 

  • Managing natural capital for the future;
  • managing risks in a connected world;
  • transformational technologies and innovation.

I  ricercatori interessati a visitare nel 2020 un laboratorio in un altro paese per stabilire nuovi rapporti di collaborazione, sviluppare la propria ricerca attraverso un  soggiorno in un paese straniero, avviare una rete di ricerca internazionale, oppure intenzionati a organizzare, per il 2020,  una conferenza o un seminario internazionale, sono invitati a presentare le loro candidature online alla segreteria del programma OCSE-CRP.

Come candidarsi

Nell’area dedicata del sito è disponibile tutta la documentazione utile ai candidati, comprensiva di regolamenti e fac-simile dei documenti da allegare alla candidatura.

Per candidarsi è necessario compilare il form online specifico per i progetti di ricerca o per l’organizzazione di conferenze.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato per le 24:00 del 10 settembre 2019.

Per informazioni
Co-operative Research Programme

Borse di studio sul paesaggio – Fondazione Benetton

La Fondazione Benetton Studi e Ricerche, in occasione della presentazione della quinta edizione del proprio progetto di studi sul paesaggio, apre un bando per l’assegnazione di 2 borse di studio semestrali, una per ciascuna delle aree tematiche stabilite per la presente edizione:

  • Natura e giardino, ispirata all’eredità culturale di Ippolito Pizzetti, per cui viene richiesta la realizzazione di un progetto di ricerca sul tema dei nuovi paesaggi emergenti nell’Antropocene;
  • Progetto di paesaggio, ispirata all’eredità culturale di
    Sven-Ingvar Andersson, per cui viene richiesta la realizzazione di un progetto di ricerca sul tema del rapporto tra accelerazione ambientale e atteggiamento culturale.

I candidati possono presentare, individualmente, un solo progetto di ricerca, originale e costruito esplicitamente attorno a una delle due aree tematiche.

Tutti i dettagli sulle modalità di partecipazioni e i requisiti per la presentazione dei progetti sono disponibili sul bando ufficiale.

La durata delle borse di studio, residenziali e non prorogabili, è di 6 mesi ciascuna (dal 15 gennaio al 15 luglio 2020).

Il valore di ciascuna borsa è di 10.000,00 € lordi.

Come partecipare

Le borse sono destinate a laureati (laurea magistrale) e post laureati italiani e stranieri, che non abbiano compiuto i 40 anni alla data del 30 agosto 2019.

Sono esclusi i titolari di assegni di ricerca, e coloro i quali ricoprano un impiego pubblico o privato e svolgano una qualunque attività lavorativa in modo continuativo.

Il modulo per la candidatura è disponibile, con il bando, sulla pagina web dedicata all’iniziativa, oppure può essere ritirato presso la segreteria della Fondazione (via Cornarotta 7, Treviso – aperta dal lunedì al venerdì, ore 9-13 e 14-18)

Per informazioni
Fondazione Benetton Studi e Ricerche
Mail: fbsr@fbsr.it
Tel.: 0422 5121

Borsa di Studio Antonio Gramsci

La Fondazione Gramsci bandisce ogni due anni una borsa di studio intestata a Antonio Gramsci, per l’ammontare di € 10.000,00.

La Borsa viene assegnata per finanziare una ricerca dedicata alla figura di Antonio Gramsci oppure alla storia italiana e internazionale del Novecento, specificatamente alla storia del movimento operaio o a quella del pensiero economico, politico e filosofico.

Proposito essenziale della borsa è di supportare una ricerca che possa dar luogo a una monografia di carattere scientifico.

Come partecipare

Possono prendere parte al concorso tutti i cittadini italiani che non abbiano superato i 35 anni di età al momento della pubblicazione del bando sul sito e che siano in possesso di laurea specialistica o magistrale o di dottorato di ricerca conseguiti entro il 31 dicembre dell’anno precedente il bando.

La domanda di ammissione al concorso deve essere inviata alla Fondazione Gramsci onlus entro le ore 17:00 del 30 aprile 2019 con le seguenti modalità:

  • Raccomandata A/R indirizzata alla Fondazione Gramsci, Borsa di studio «Antonio Gramsci», Via Sebino, 43/a 00199 Roma. Farà fede il timbro postale.
  • Mail all’indirizzo di posta elettronica certificata segreteria@pec.fondazionegramsci.org. L’invio ha valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno se effettuato da un indirizzo di posta elettronica certificata.
  • Consegna a mano presso la sede della Fondazione in Via Sebino, 43/a 00199 Roma

I concorrenti devono presentare, unitamente alla domanda di ammissione al concorso, un dettagliato progetto di ricerca di circa 10 mila caratteri contenente anche indicazioni sulle fonti, le metodologie e gli obiettivi scientifici della ricerca.

Scarica il Regolamento

Per informazioni
Fondazione Gramsci onlus
Via Sebino 43a Roma
Tel.: 06 58 06 646

Comunicare la scienza – premio per giovani ricercatori

Sono aperte le candidature per il premio GiovedìScienza, rivolto ai ricercatori under 35, e che mette al centro la comunicazione della scienza

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione CentroScienza Onlus ed è  rivolta a chi abbia ottenuto risultati rilevanti dal punto di vista scientifico-tecnologico lavorando in un Ente di Ricerca italiano, mostrando competenza nella divulgazione dei risultati della propria ricerca.

Come partecipare

Le candidature vanno presentate entro giovedì 28 febbraio 2019, non oltre le ore 13:00, tramite l’iscrizione sul sito dell’iniziativa.

I candidati verranno selezionati dal comitato scientifico di valutazione del premio e successivamente i 10 finalisti verranno valutati da una giuria tecnica, con il supporto di una giuria popolare formata da studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Il primo premio consiste in una somma in denaro di € 5.000, insieme all’inserimento del vincitore nella programmazione della successiva edizione di GiovedìScienza (2019/2020) con una conferenza ad hoc.

Sono inoltre previsti una serie di premi secondari, che la giuria assegna agli altri candidati distintisi per merito e qualità del lavoro presentato.

Per il bando e il regolamento completi consultare il sito dell’iniziativa.

Per informazioni
GiovedìScienza
Mail: gs@centroscienza.it
Tel.: 011 8394913

Corso – Cercare lavoro: dalla teoria alla pratica

Arkigest srl, agenzia per il lavoro di Padova, organizza, in collaborazione con Progetto Giovani del Comune di Padova, un corso finanziato dal fondo Forma.temp per aiutare i candidati a cercare lavoro.

Il corso, della durata di 12 ore si svolge, presso l’ufficio Progetto Giovani, al secondo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano, dalle 9:00 alle 13:00, nelle seguenti date.

  • 28 febbraio
  • 7 marzo
  • 14 marzo

Il corso vuole fornire ai partecipanti strumenti per rendere maggiorente efficiente la ricerca del lavoro attraverso l’acquisizione di strategie e metodi. Al termine del percorso i candidati sapranno redigere il proprio curriculum vitae e scrivere una lettera di presentazione e acquisiranno maggiore consapevolezza sul modo di porsi durante un colloquio di lavoro.

Durante lo svolgimento del corso, l’ufficio Progetto Giovani resta chiuso al pubblico.

Come partecipare

Il corso si rivolge esclusivamente a 10 persone disoccupate, inoccupate o in mobilità. Sarà data priorità ai candidati con meno di 35 anni di età (che non abbiano compiuto il 36° anno).

La frequenza alle lezioni è obbligatoria per almeno il 70 % del monte ore totale oltre al modulo sicurezza. Ogni allievoa che avrà portato a termine con esito positivo la formazione riceverà un attestato di frequenza.

La registrazione è obbligatoria attraverso il modulo raggiungibile dal pulsante

Iscriviti al corso

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Informagiovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: informagiovani@comune.padova.it

Borsa di studio con la Fondazione Benetton

La Fondazione Benetton Studi Ricerche, nel quadro delle attività di ricerca sviluppate con il proprio Comitato scientifico, istituisce per l’anno 2018/2019 una borsa di studio per progetti dedicati alla tutela del paesaggio.

La borsa di studio

La quarta edizione delle borse di studio sul paesaggio della Fondazione Benetton, prevede l’attivazione di una borsa di studio annuale, relativa all’area tematica “Teorie e politiche per il paesaggio“, ispirata alla figura di Rosario Assunto.

Ai candidati viene richiesto di presentare un progetto di ricerca basato sui temi e sui contenuti dell’iniziativa Luoghi di valore, condotta dalla Fondazione negli anni 2007-2012. La ricerca dovrà avere al centro la questione del rapporto persona-luogo e comunità-luogo in ambito locale (provincia di Treviso), proponendone una lettura aggiornata e originale.

La durata della borsa di studio, residenziale e non prorogabile, è di dodici mesi, da gennaio 2019 a dicembre 2019. Il valore della borsa di studio 2018/2019 è di 18.000 euro lordi.

Destinatari

Le borse sono destinate a laureati a corsi di laurea magistrale e post-laureati, italiani o stranieri, che non abbiano compiuto 40 anni alla data del 31 agosto 2018.  Non possono concorrere i titolari di assegni di ricerca, né coloro i quali ricoprano un impiego pubblico o privato e svolgano una qualunque attività lavorativa in modo continuativo.

Il modulo di candidatura e la documentazione richiesta devono essere inviati all’indirizzo email paesaggio@fbsr.it con oggetto “Borse di studio sul paesaggio 2018/2019” oppure devono essere fatti pervenire con altra modalità, ma esclusivamente in formato elettronico, alla segreteria della Fondazione. La candidatura deve pervenire entro il 31 agosto 2018.

Bando Modulo di candidatura

Per informazioni

Fondazione Benetton Studi Ricerche
via Cornarotta, 7-9 – 31100 Treviso
Tel.: 0422 5121
Fax: 0422 579483
Mail: paesaggio@fbsr.it

Assegni di ricerca con National Geographic

La National Geographic Society mette a disposizione borse di studio per ricerche relative a tre tematiche: le migrazioni, la biodiversità e i cambiamenti climatici.

Le borse di studio

La National Geographic Society è uno dei più grandi enti no-profit a livello internazionale. Ogni anno finanzia ricerche scientifiche e programmi di formazione e tutela ambientale in tutto il mondo allo scopo di sviluppare la conoscenza del pianeta e di trovare soluzioni per un futuro sostenibile, attraverso il contributo di persone con idee innovative nei campi dell’esplorazione, della ricerca scientifica, dell’educazione, della conservazione e dello storytelling.

I progetti devono riguardare tre categorie di tematiche:

  • il viaggio dell’umanità, inteso come migrazioni, adattamento ai cambiamenti climatici, diversificazione culturale;
  • la natura, con focus particolare su biodiversità e sfruttamento delle risorse naturali;
  • il pianeta che cambia, con attenzione alla conservazione degli ambienti marini, ai disastri naturali e alla storia della terra.

La National Geographic Society assegnerà due tipi di finanziamento:

  • Early Career Grants, dedicati a giovani ricercatori, con un valore dai 5.000 ai 10.000 dollari;
  • Exploration Grant per ricercatori esperti, dai 10.000 ai 30.000 dollari;

Destinatari

Possono candidarsi i cittadini di qualsiasi nazionalità. Le proposte devono rispondere a requisiti di originalità e innovazione, essere di ampio interesse e avere come risultato un qualche cambiamento. Si può partecipare con un solo progetto.

Per partecipare, è necessario inviare la propria candidatura seguendo la procedura online entro il 3 ottobre 2018.

Per informazioni

National Geographic Society | Grant Programs
Mail: cre@ngs.org

Siena Summer School on Sustainable Development

La Fondazione ENEL e Leonardo offrono 20 borse di studio per partecipare gratuitamente alla prima edizione della Siena Summer School on Sustainable Development, che si svolgerà dal 10 al 21 settembre 2018.

Il programma

Per la prima volta in Italia, negli spazi del Santa Chiara Lab dell’Università di Siena, si svolgerà la “Siena Summer School on Sustainable Development“.

La Scuola è organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – ASviS, in collaborazione con Fondazione ENEL, Leonardo, la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile – RUS, Sustainable Development Solutions Network Italia, Sustainable Development Solutions Network Mediterraneo e il Centro Santa Chiara LAB dell’Università di Siena.

Si tratta di una proposta educativa nata dalla volontà di promuovere gli obiettivi dell’Agenda 2030, l’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile approvata dalle Nazioni Unite. Mediante un’impostazione interdisciplinare, la Scuola mira al raggiungimento di una formazione di alto profilo e qualificazione sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

La Summer School, in lingua italiana e della durata di due settimane, si articolerà in lezioni teoriche, seminari e lavori di gruppo, con la partecipazione attiva sia di accademici sia di rappresentanti di istituzioni, imprese e organizzazioni internazionali.

Le borse di studio

La Fondazione ENEL e Leonardo offrono 20 borse di studio per partecipare gratuitamente al Programma. Gli assegnatari delle scholarship avranno diritto a:

  • vitto e alloggio per l’intera durata della Summer School presso la struttura indicata nel programma;
  • partecipazione alle attività didattiche della Scuola, incluse quelle previste in sedi esterne;
  • materiale didattico e attestato finale;
  • iscrizione alla lista degli Alumni della Scuola.

Per candidarsi alla Siena Summer School è necessario compilare il modulo online entro il 13 luglio 2018.

Per informazioni

Santa Chiara Lab – Università di Siena
via Valdimontone, 1 – Siena
Tel.: 0577 235215
Mail: simone.cresti@unisi.itinfosantachiaralab@unisi.it

Borse di ricerca nel campo delle malattie rare

La Fondazione A.R.M.R. bandisce 6 borse di studio per ricercatori di età non superiore ai 38 anni che vogliano partecipare a progetti di ricerca sperimentali o clinici nel campo delle malattie rare.

Le borse di studio

Le borse di studio sono annuali e permettono di svolgere attività di formazione e ricerca presso il Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare “Aldo e Cele Daccò” e/0 presso il Centro Anna Maria Astori dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo.

Sono ammessi al concorso candidati italiani o stranieri laureati in discipline medico-scientifiche, quali: biotecnologie, scienze biologiche, medicina, chimica, farmacia, chimica e tecnologia farmaceutica, informatica, ingegneria biomedica e discipline affini. Per partecipare al concorso, inoltre, è necessaria almeno una pubblicazione scientifica su una rivista internazionale con Impact Factor.

I vincitori inizieranno la loro attività il 7 gennaio 2019 e riceveranno un compenso annuo pari a 18.000 euro lordi con pagamenti mensili.

Come candidarsi

Le domande di partecipazione al concorso per borse di studio e grant, dovranno essere inviate mediante raccomandata r.r. alla Fondazione A.R.M.R., via Camozzi 3, 24020 Ranica (BG), e dovranno pervenire entro l’8 settembre 2018.

Scarica il bando

Per informazioni

Fondazione Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare
Mail: segreteria@armr.it

Incontro sulla divulgazione scientifica

ADI Padova – Associazione Dottorandi e Dottori di ricerca italiani organizza l’incontro “Le parole del sapere. Il ruolo sociale della divulgazione in una società democratica“, lunedì 14 maggio alle 18:00, presso il Teatro Ruzante in Riviera Tito Livio, 45, a Padova.

L’incontro

“Le parole del sapere. Il ruolo sociale della divulgazione in una società democratica” è un incontro organizzato da ADI Padova. Si parlerà della figura del ricercatore e della divulgazione dei contenuti e dei risultati del proprio lavoro.

Ospiti della serata sono Massimo Polidoro, scrittore, giornalista e segretario del CICAP, e Telmo Pievani, ordinario di Filosofia delle scienze biologiche presso l’Università di Padova.

L’incontro, aperto a tutti, è fissato per lunedì 14 maggio alle 18:00 presso il Teatro Ruzante, in Riviera Tito Livio a Padova.

Per informazioni

ADI Padova
Mail: padova@dottorato.it
Facebook