Archivi tag: ricercatori

Horizon 2020 – sovvenzioni UE per giovani ricercatori

La Commissione europea ha stanziato nuovi fondi per il finanziamento dei programmi di sovvenzione di avviamento (starting grants) del’European Research Council, parte del programma Horizon 2020.

Il bando

Le sovvenzioni, per un valore complessivo di 621 milioni di euro, vengono assegnate a 408 scienziati a inizio carriera per aiutarli a costituire le loro équipe e a condurre ricerche all’avanguardia in una vasta gamma di discipline, creando nel contempo circa 2500 posti di lavoro per ricercatori post-dottorato, studenti di dottorato e altro personale.

Requisiti di partecipazione

Possono candidarsi ricercatori di qualsiasi nazionalità che abbiano dai 2 ai 7 anni di esperienza di ricerca a partire dal completamento del dottorato (PhD), e che abbiano registrato risultati eccellenti nelle ricerche precedenti.

Le proposte candidabili possono appartenere a qualsiasi campo di ricerca e possono essere condotte all’interno di qualsiasi ente, pubblico o privato, con sede in uno dei Paesi membri dell’Unione europea o dei paesi partner.

I programmi di finanziamento dell’ERC vanno a sostegno di singoli ricercatori, consentendo loro di assumere un team di collaboratori.

Gli starting grants

Ciascun starting grant può arrivare ad avere un valore di 1.5 milioni di €; tuttavia per i candidati selezionati che provengono da paesi esterni all’UE può essere erogato 1 milione aggiuntivo per coprire i maggiori costi di avviamento.

I fondi erogati devono essere destinati alla copertura totale dei costi diretti di sviluppo e ricerca del progetto, nonché al 25% dei costi secondari ad esso legati.

Come candidarsi

Le candidature possono essere presentate solo in risposta alle specifiche call pubblicate dall’ERC, con cadenza annuale e rivolte ad ogni campo di ricerca, che vengono pubblicate su questa pagina.

Per candidarsi è necessario seguire la procedura descritta nella pagina del bando, in cui sono disponibili anche tutti i materiali scaricabili di presentazione e di guida alla candidatura.

Il bando attualmente aperto scade il 16 ottobre.

Per informazioni
APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea
Tel.: 6 48939993

Bando per ricercatori all’estero

Il Co-operative Research Program (CRP) 2016-2020 dell’OCSE offre borse di ricerca per attività in laboratori esteri della durata compresa tra le 6 e le 26 settimane e contributi per l’organizzazione di convegni internazionali nell’ambito delle 3 aree tematiche in cui è articolato il programma.

L’iniziativa è volta a stimolare la cooperazione tra i 24 paesi aderenti all’organizzazione, offrendo ai ricercatori l’opportunità di confrontarsi con il panorama internazionale.

Il programma

Il nuovo programma di lavoro valido per il quinquennio 2016-2020  comprende le seguenti aree: 

  • Managing natural capital for the future;
  • managing risks in a connected world;
  • transformational technologies and innovation.

I  ricercatori interessati a visitare nel 2020 un laboratorio in un altro paese per stabilire nuovi rapporti di collaborazione, sviluppare la propria ricerca attraverso un  soggiorno in un paese straniero, avviare una rete di ricerca internazionale, oppure intenzionati a organizzare, per il 2020,  una conferenza o un seminario internazionale, sono invitati a presentare le loro candidature online alla segreteria del programma OCSE-CRP.

Come candidarsi

Nell’area dedicata del sito è disponibile tutta la documentazione utile ai candidati, comprensiva di regolamenti e fac-simile dei documenti da allegare alla candidatura.

Per candidarsi è necessario compilare il form online specifico per i progetti di ricerca o per l’organizzazione di conferenze.

Il termine per la presentazione delle domande è fissato per le 24:00 del 10 settembre 2019.

Per informazioni
Co-operative Research Programme

Borse di ricerca nel campo delle malattie rare

La Fondazione A.R.M.R. bandisce 6 borse di studio per ricercatori di età non superiore ai 38 anni che vogliano partecipare a progetti di ricerca sperimentali o clinici nel campo delle malattie rare.

Le borse di studio

Le borse di studio sono annuali e permettono di svolgere attività di formazione e ricerca presso il Centro di Ricerche Cliniche per le Malattie Rare “Aldo e Cele Daccò” e/0 presso il Centro Anna Maria Astori dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo.

Sono ammessi al concorso candidati italiani o stranieri laureati in discipline medico-scientifiche, quali: biotecnologie, scienze biologiche, medicina, chimica, farmacia, chimica e tecnologia farmaceutica, informatica, ingegneria biomedica e discipline affini. Per partecipare al concorso, inoltre, è necessaria almeno una pubblicazione scientifica su una rivista internazionale con Impact Factor.

I vincitori inizieranno la loro attività il 7 gennaio 2019 e riceveranno un compenso annuo pari a 18.000 euro lordi con pagamenti mensili.

Come candidarsi

Le domande di partecipazione al concorso per borse di studio e grant, dovranno essere inviate mediante raccomandata r.r. alla Fondazione A.R.M.R., via Camozzi 3, 24020 Ranica (BG), e dovranno pervenire entro l’8 settembre 2018.

Scarica il bando

Per informazioni

Fondazione Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare
Mail: segreteria@armr.it

Programma per ricercatori “Rita Levi Montalcini”

C’è tempo fino al 28 marzo 2018 per candidarsi al bando del programma per giovani ricercatori Rita Levi Montalcini, che intende favorire il rientro e l’attrazione di 24 giovani ricercatori in Italia.

Il programma

Il programma Rita Levi Montalcini rappresenta una delle principali iniziative del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per consentire ai giovani ricercatori che lavorano all’estero di poter svolgere la propria attività di ricerca in Italia.

Il bando è rivolto a studiosi di ogni nazionalità in possesso del titolo di dottore di ricerca o di un titolo equivalente, che stiano svolgendo all’estero, da almeno un triennio, attività didattica o di ricerca post-dottorale.

Per agevolarne l’assunzione e lo svolgimento del progetto di ricerca presso le Università italiane, il MIUR ha già chiesto anticipatamente agli atenei la disponibilità a accogliere i vincitori del Programma Montalcini e, nel caso dovessero ottenere l’abilitazione scientifica e la valutazione positiva dell’ateneo nel terzo anno del contratto, a inquadrarli nel ruolo di professori associati.

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica attraverso il sito MIUR-CINECA, entro le ore 24:00 del 28 marzo 2018.

Scarica il bando

Per informazioni

MIUR

Borse di ricerca in Francia

L’Ambasciata di Francia in Italia indice il bando Mae per l’assegnazione di borse di ricerca per giovani dottorandi italiani under 30, interessati ad andare in Francia.

Le borse

I settori di ricerca selezionati per il 2018 sono:

  • scienze del clima, osservazione e comprensione del sistema Terra, scienze e tecnologie della transizione energetica;
  • matematica, scienze dell’universo (astronomia, astrofisica, cosmologia);
  • evoluzioni politiche e sociali nello spazio mediterraneo contemporaneo.

Sono previste due tipologie di borse:

  • borsa di dottorato in cotutela con cui si prevedono un massimo di 12 mensilità consecutive destinate a coprire soltanto il soggiorno in Francia. È possibile richiedere un massimo di due rinnovi;
  • borsa di mobilità per dottorandi che prevede un massimo di 3 mensilità consecutive con cui coprire il soggiorno in Francia.

Il periodo in cui si svolgono le borse di studio va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018. L’importo medio netto mensile delle borse è di circa 767 €. Sono inoltre previsti la gratuità dell’assistenza sanitaria e vari servizi offerti dall’operatore Campus France (alloggio a prezzo ridotto…).

Come partecipare

Possono partecipare giovani under 30 in possesso di una laurea magistrale, specialistica o del vecchio ordinamento, residenti in Italia e iscritti a un’università italiana.

Per partecipare alle selezioni i candidati devono compilare, in francese o in inglese, l’apposito modulo online e successivamente inviare tutti i documenti richiesti dal bando, in formato pdf, a borse.bgf@institutfrancais.it, entro lunedì 2 ottobre.

I candidati selezionati saranno avvisati, tramite mail, entro e non oltre il mese di dicembre 2017.

Bando

Per informazioni

Ambasciata di Francia in Italia
Polo di cooperazione scientifica e universitaria
Piazza Farnese, 67 – 00186 Roma
Tel.: 06 686011
Mail: borse.bgf@institutfrancais.it

Innovazione sociale – Premio di laurea e dottorato

Il Comune di Milano bandisce la terza edizione del “Premio in memoria del Prof. Marco Biagi“, rivolto a giovani laureati o ricercatori italiani e stranieri di età inferiore ai 35 anni.

Il premio

L’obiettivo del bando è dare risalto a saggi, tesi di laurea magistrale o di dottorato di ricerca, non compilative, su uno dei seguenti temi:

  • Innovazione sociale e periferie;
  • Innovazione sociale e lavoro;
  • Innovazione sociale e immigrazione.

Il candidato vincitore riceverà un premio in denaro del valore di 6.250 €.

Come partecipare

Ogni candidato potrà presentare un solo elaborato.

Per partecipare è necessario far pervenire la documentazione indicata nel bando al Comune di Milano – Direzione Economia Urbana e Lavoro – Area Lavoro e Formazione, attraverso una delle seguenti modalità:

La scadenza è fissata per le 12:00 del 19 giugno.

Bando Domanda di ammissione

Per informazioni

Comune di Milano
Via Dogana, 2 – 20123 Milano
Tel.: 02 88448518
Fax: 02 88458154
Mail: DC.PoliticheLavoro@comune.milano.it