Archivi tag: rigenerazione urbana

Officine Fratti – Bando per giovani creativi

Il Comune di Perugia promuove il bando “Officine Fratti – Creative Space”, rivolto a giovani italiani di età compresa tra 18 e 35 anni che hanno un’idea imprenditoriale legata ai settori dell’innovazione, dell’industria creativa o dell’artigianato contemporaneo.

Il bando

Il concorso è realizzato nell’ambito di “Giovani RigenerAzioni Creative”, avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali di sviluppo della creatività giovanile per la rigenerazione urbana, ed è cofinanziato da Anci e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Il progetto prevede un percorso di formazione articolato in due fasi:

  • percorso formativo di base (40 ore di approfondimento sulle nuove forme di imprenditorialità) rivolto a 30 giovani, al termine del quale è prevista la presentazione al pubblico della propria idea progettuale;
  • percorso di affiancamento concreto all’avvio di impresa rivolto agli 8 partecipanti più brillanti, che avranno a disposizione gli spazi di Officine Fratti, e avranno a disposizione, servizi tecnici e gestionali di tutoring e mentoring, per avviare al meglio la realizzazione della propria idea imprenditoriale.

Il percorso inizierà a giugno 2017 e terminerà a febbraio 2018: gli 8 selezionati usufruiranno di 9 mesi di borsa lavoro di 500 € mensili.

Al termine del periodo, essi potranno costituirsi in forma giuridica per accedere alla possibilità di utilizzare in uso gratuito, fino a febbraio 2021, lo spazio di Officine Fratti (via Antonio Fratti 20, Perugia).

Come partecipare

Possono partecipare alla selezione giovani italiani o stranieri con regolare permesso di soggiorno, di età compresa tra 18 e 35 anni:

  • studenti con un’idea imprenditoriale da sviluppare per costruire un futuro professionale indipendente;
  • professionisti dell’industria culturale e creativa;
  • micro-imprenditori interessati ad ampliare le loro competenze e la propria rete professionale;
  • makers: appassionati di tecnologia, educatori, inventori, ingegneri, autori, artisti e artigiani che vogliono far diventare la loro passione una professione.

Per partecipare è necessario inviare la domanda di partecipazione secondo le modalità indicate nel bando, consultabile e scaricabile dal sito di Officine Fratti.

I candidati potranno, su appuntamento, visitare lo spazio entro il 31 marzo.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per lunedì 3 aprile.

Bando Domanda di partecipazione

Per informazioni

Comune di Perugia – Ufficio Informagiovani e politiche giovanili
Corso Vannucci, 19 – 06121 Perugia
Tel.: 075 5773549
Mail: politichegiovanili@comune.perugia.it

Rigenerazione urbana delle periferie – Premio di laurea

L’associazione culturale HABITAT2020 e ProViaggiArchitettura, con la collaborazione della Fondazione Renzo Piano, istituiscono il premio “Rigenerazione urbana delle periferie – Giro del mondo in 40 giorni attraverso un viaggio nelle architetture di Renzo Piano-RPBW“.

A essere premiata sarà una tesi di laurea che si sia distinta nell’approccio progettuale rivolto alla rigenerazione di aree periferiche del territorio italiano.

Il premio consiste nella copertura delle spese di viaggio, alloggio e spostamenti locali durante un viaggio intorno al mondo di quaranta giorni, dal 2 giugno all’11 luglio 2017. Filo conduttore dell’iniziativa sarà la visita di alcune opere e cantieri selezionati dalla Fondazione Renzo Piano.

Il vincitore si impegna per tutta la durata del viaggio a pubblicare quotidianamente su una pagina Facebook, creata per l’occasione, impressioni e suggestioni dell’esperienza attraverso fotografie, disegni e riflessioni personali.

Come partecipare

Sono ammessi al concorso i laureati del Corso di Ingegneria Edile-Architettura dell’Università degli Studi di Padova che abbiano prodotto una tesi di laurea magistrale negli ultimi tre anni (discussa dopo il 1 gennaio 2014) con oggetto di studio tematiche progettuali riferite alla rigenerazione urbana delle periferie.

Per partecipare è necessario consegnare una copia della tesi in Segreteria di Direzione del Dipartimento ICEA dell’Università di Padova (via Marzolo, 9), entro le 12:30 di lunedì 30 gennaio, allegando la domanda di partecipazione al premio.

Il nome del vincitore verrà dichiarato entro lunedì 6 febbraio sul sito del Dipartimento.

 

Domanda di partecipazione

Per informazioni

Segreteria di Direzione del Dipartimento ICEA dell’Università di Padova
Via Marzolo, 9 – 35131 Padova
Tel.: 049 8275477
Fax: 049 8275765
Pec: dipartimento.dicea@pec.unipd.it

Creazioni di Natale 2016

aurora_boreale

Nell’ambito del progetto Downtown del Comune di Padova, l’ufficio Progetto Giovani realizza l’edizione 2016 di Creazioni di Natale, un progetto di rigenerazione urbana attraverso l’arte contemporanea.

Dal 15 al 24 dicembre 2016, in via Dell’Arco, 8 bis, lo spazio sfitto diventa luogo espositivo delle opere di giovani artistiillustratori creativi selezionati dall’archivio locale dei Giovani Artisti Italiani.

I giovani protagonisti trasformano lo spazio in un laboratorio creativo in cui lavorano alla realizzazione di oggetti originali e personalizzati, presentano le proprie creazioni e confezionano regali d’autore, idee uniche rappresentate da pezzi unici.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
via Altinate, 71 -35121 Padova
Mail: pg.creativita@comune.padova.it

PASS – Performance di danza urbana

viadanza1

Giovedì 10 novembre alle 18:00, l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova realizza “PASS“, una performance di danza urbana a cura della Compagnia Via Danza. La performance si terrà in via dell’Arco 8 bis, per festeggiare l’inaugurazione di “Kulturshop: la cultura come motore di sviluppo“, itinerario artistico realizzato in collaborazione con ArtePadova.

L’iniziativa rientra all’interno di “Downtown Exhibition, La città siamo noi insieme“, che sviluppa il fondamentale concetto di lavorare in rete per lo sviluppo futuro della città.

Il progetto

Downtown Exhibition” fa leva sulla sinergia tra commercio e cultura per dare impulso alla frequentazione dei luoghi d’interesse commerciale, culturale e artistico, allo scopo di favorire una maggiore permanenza del pubblico nel Nuovo Distretto Urbano del Commercio (DUC), potenziandone vocazioni e identità. Parallelamente a ciò, il progetto sviluppa il concept di FIERA IN CITTA’ ed è stato pensato per integrare strettamente le Fiere più importanti di PadovaFiere con la creazione di rassegne di Eventi all’interno del DUC, come momenti di divulgazione e attrazione culturale, ambientati in spazi pubblici, privati e commerciali per rivitalizzare aree rimaste in ombra all’interno del Centro Storico.

La performance vuole essere un PASS per accedere agli spazi quotidiani in maniera non convenzionale. Un tentativo di ribaltare la funzione di una vetrina e di guardare con occhi diversi l’ambiente urbano, per scoprire che la strada non è più la stessa.

Di e con: Siria Bonu, Alessia Candeo, Marco Casotto, Valentina Chiochia, Christian Comis, Anna Garbo, Gloria Gasparin, Matteo Mancini, Susanna Piccin, Lisa Piccottini, Carla Trincas.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area creatività
Via Altinate 71 – Padova
Tel. 049 8204795
Email: pg.creativita@comune.padova.it

Remixing Cities n°2

intestazione remixing cities

GAI – Giovani Artisti Italiani, il Comune di Reggio Emilia, il Comune di Mantova e il Comune di Siena – Complesso museale di Santa Maria della Scala, in collaborazione con il Comune di Ferrara, Comune di Padova, Comune di Ravenna e con Fondazione Forum Universale delle Culture 2013 e Fondazione E35, presentano Remixing Cities n° 2.

Remixing Cities è il titolo che identifica un format costituito da attività eterogenee con un comune denominatore: ridare slancio e idee alla rigenerazione urbana, individuare modelli di interazione tra i centri di produzione culturale indipendenti e le Istituzioni pubbliche e approfondire il tema oggi cruciale della rivitalizzazione dei territori considerando il riuso di spazi per la produzione culturale giovanile come primo step di un processo complesso.

La manifestazione

La rassegna estende il significato della “Città come bene comune” ad un concetto di area vasta attraverso una visione più ampia e sistemica tra centro storico, periferia e paesaggio. Se da un lato il centro storico di Siena evidenzia il rapporto diretto tra costruito e funzione, dall’altro il paesaggio di Mantova sollecita concetti di sostenibilità ambientale attraverso il rapporto indiretto tra benessere e luogo, mentre Reggio Emilia riscopre le fabbriche e i quartieri operai tra memoria e innovazione.

Gli appuntamenti

Remixing Cities per la sua seconda edizione si amplia con ulteriori partnership e nuove tappe nazionali:

  • venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 settembre 2016 a Reggio Emilia;
  • giovedì 29, venerdì 30 settembre e sabato 1° ottobre 2016 a Mantova;
  • venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 ottobre 2016 a Siena.

Modalità di partecipazione

La partecipazione a tutti gli eventi di Remixing Cities n. 2 è gratuita. L’accesso è consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Scarica il programma di Reggio Emilia

Per informazioni

GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani 
Via S. Francesco da Paola, 3
10123, Torino
Tel: 011 4430020
Mail: gai@giovaniartisti.it

Open call Piazza+ – Scadenza prorogata

piazzapiu

PIAZZA+ cerca giovani artisti e creativi per un progetto sperimentale transdisciplinare dedicato alla rigenerazione territoriale di uno spazio pubblico attraverso le arti contemporanee, che prende vita e agisce nel centro della città di Padova, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2015.

Il progetto

PIAZZA+ si propone di selezionare e coinvolgere tre gruppi di giovani artisti e creativi che per cinque mesi, a partire da fine ottobre/inizio novembre 2016, possano insediarsi nella piazza, in uno spazio di lavoro appositamente dedicato, per produrre tre progetti dedicati alla piazza stessa.

PIAZZA+ si propone dunque di valorizzare Piazza Gasparotto attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea, affinché diventino “staminali urbane” in grado di rigenerare i tessuti sociali intaccati dal degrado e di dare voce a nuove modalità di pensare e osservare la città.

Come partecipare

Il bando si rivolge a collettivi composti dalle 3 alle 5 persone. Si accolgono proposte di collettivi già formati e attivi o di gruppi di artisti che decidono di unirsi appositamente per il bando. Sono ammessi tutti i linguaggi espressivi. Gli artisti ammessi devono essere maggiorenni e preferibilmente under 35.

La partecipazione al bando è gratuita. La scadenza per partecipare al bando è stata prorogata fino al 21 settembre 2016, alle ore 24.00. Le modalità di partecipazione sono descritte in dettaglio all’interno del bando.

Scarica il bando

Per informazioni

PIAZZA+
E-mail: info@piazzapiu.it
Facebook: piazzapiu

Concorso – Porte ad Arte

porta-ad-arte

La Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la provincia di Torino promuove “Porte ad Arte“, bando internazionale per creativi under 40 sul tema delle porte della città, in collaborazione con la Direzione Cultura della Città di Torino – Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro, la Consulta per la Valorizzazione dei Beni artistici e culturali di Torino e la Fondazione Contrada Torino Onlus.

Il bando è realizzato nell’ambito del Piano per l’Arte Contemporanea lanciato a livello nazionale dal MiBACT, con l’obiettivo di rigenerare le periferie urbane attraverso l’arte e la cultura contemporanee.

Il bando

Gli artisti dovranno esprimere soluzioni creative che interpretino il valore simbolico delle porte della città con procedure che garantiscano la partecipazione diretta dei bambini, attuali utilizzatori degli spazi interni ed esterni degli edifici e, più in generale, della collettività.

Ai due vincitori è richiesta, pertanto, oltre alla realizzazione di un’opera sui muri esterni, anche la conduzione di un workshop con i bambini e gli insegnanti per spiegare il processo creativo dell’opera e il suo passaggio dall’immaginazione al muro.

La partecipazione è libera, gratuita ed è aperta a tutti gli artisti visivi, grafici, designer, architetti sia singolarmente e sia in gruppo, purché maggiorenni e di età inferiore ai 40 anni. Le proposte devono essere presentate via mail all’indirizzo contrada.onlus@gmail.com, con oggetto “Concorso internazionale “Porte ad Arte” entro le ore 16:00 del 18 luglio.

Tutte le informazioni sono disponibili nel bando e alla pagina dedicata sul sito di Fondazione Contrada Torino Onlus.

Scarica il bando

Per informazioni

Fondazione Contrada Torino Onlus
via Corte d’Appello 16, 10122 – Torino
Tel: 011 011 31115
E-mail: contrada.onlus@gmail.com

Q a parole – Pratiche culturali per la Rigenerazione Urbana

q-parole-7

Sabato 21 maggio alle 10:00 si terrà il terzo seminario di Quotidiana a parole, dal titolo “Pratiche culturali per la Rigenerazione Urbana“, a cura di U-Rise master (Università IUAV di Venezia), Valutazione d’impatto delle politiche pubbliche (Università degli Studi di Padova), Design Sociale (SID Scuola Italiana Design).

L’incontro si terrà presso l’Ufficio Progetto Giovani, al secondo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano. La partecipazione è gratuita, ma è richiesta la registrazione online.

Iscriviti qui

Pratiche culturali per la Rigenerazione Urbana

U-RISE | Master in Rigenerazione Urbana e Innovazione Sociale
Valutare l’impatto delle politiche sul territorio
Design sociale

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.+39 049 8204795 Fax +39 049 8204747
e-mail: pg.creativita@comune.padova.it

Q a parole – Fondi europei e rigenerazione urbana

q-parole-1

Mercoledì 6 aprile alle 18:00 si terrà il primo appuntamento di Quotidiana a parole, dal titolo “Fondi europei e rigenerazione urbana“, a cura di Silvia Bighi; dialogherà con lei il mentore Alex Fubini, Politecnico di Torino.

L’incontro si terrà presso la saletta al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. La partecipazione è gratuita, ma è consigliata la registrazione online. Seguirà un aperitivo informale negli spazi della mostra, alla presenza delle curatrici.

Iscriviti qui

L’incontro

Il contributo presenta una riflessione sul ruolo dell’Unione europea nella rigenerazione delle «aree urbane in crisi» attraverso i Fondi Europei (o Fondi Strutturali). Focus principale dell’intervento sarà una lettura all’interno di tali policies a favore delle città in situazione di svantaggio, del concetto di fairness.

La rigenerazione è un processo multidimensionale e integrato, in cui gli elementi della riqualificazione urbanistica e architettonica si intrecciano strettamente con quelli dell’economia, della cultura e dell’organizzazione sociale della città, è oggetto da tempo di crescente interesse e, alla data attuale, di vivace confronto. Negli ultimi anni l’Unione Europea si è attivata sulla questione urbana più di quanto previsto dalle attribuzioni formali dei Trattati (Cremaschi, 2005). Le politiche per la città (in difficoltà) si inseriscono infatti pienamente all’interno del principio cardine della coesione territoriale: «assicurare uno sviluppo armonioso del territorio dell’Unione [obiettivo già presente all’interno del Trattato sull’Unione, 1993] e garantire che gli abitanti possano trarre il massimo beneficio dalle caratteristiche intrinseche dei luoghi» (CE, 2008).

La politica di coesione, pilastro della costruzione europea insieme al mercato unico e all’unione monetaria, è l’unica che affronta in modo esplicito le disuguaglianze economiche e sociali, attraverso il trasferimento di risorse (Fondi Strutturali) tra Stati membri con la finalità di promuovere lo sviluppo sostenibile nei territori svantaggiati, come le «aree urbane in crisi».

Silvia Bighi

Laureata in Architettura (2003) al Politecnico di Torino con una tesi sul Programma Urbano, ha proseguito il percorso di studi sul tema della rigenerazione urbana mediante Fondi Europei con la Tesi di Dottorato (2009), rileggendo l’esperienza dei Programmi Urbani in Italia attraverso le teorie della Giustizia Sociale. Il percorso di ricerca si è mosso da temi puramente urbanistici, all’analisi delle politiche pubbliche con una certa attenzione al tema della Valutazione soprattutto ex-post.

Ha collaborato con Città di Torino per il Monitoraggio del Programma “Urban Barriera di Milano” e con la Regione Piemonte per la Valutazione dei PISL-Programmi Integrati di Sviluppo Urbano. Tra le pubblicazioni sul tema città, svantaggio, povertà urbana, aree dismesse, l’ultima sul ruolo della giustizia spaziale nella valutazione delle politiche pubbliche territoriali. Attualmente affianca all’attività di ricerca quella di Architetto.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Creatività
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.+39 049 8204795 Fax +39 049 8204747
e-mail: pg.creativita@comune.padova.it