Archivi tag: scuole

Bando per il finanziamento delle biblioteche scolastiche

Il Centro per il libro e la lettura del MIBACT e la Direzione generale per l’innovazione digitale del MIUR promuovono un bando per la costituzione di poli di biblioteche scolastiche innovative.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle 15:00 del 30 ottobre 2019.

Il bando

Il bando sostiene progetti promossi da reti di biblioteche scolastiche, che riguardano una o più delle seguenti linee di intervento:

  • arricchire il patrimonio librario e potenziare le dotazioni infrastrutturali delle biblioteche;
  • realizzare interventi di sostegno all’educazione alla lettura;
  • favorire la cooperazione tra istituzioni educative e culturali;
  • promuovere la digitalizzazione del patrimonio librario.

Complessivamente, le risorse disponibili per il finanziamento sono pari a 1.000.000 di euro.

Come partecipare

Sono ammesse alla selezione le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di capofila, costituite in rete con almeno altre quattro istituzioni scolastiche della stessa regione, che dispongano già di biblioteche scolastiche innovative con idonee attrezzature e strutture.

Ogni istituzione scolastica in rete può concorrere per un solo progetto, pena l’esclusione.

Maggiori informazioni sui requisiti e le modalità di candidatura sono disponibili all’interno del bando.

Consulta il bando completo

Per informazioni
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Contro il riscaldamento globale servono idee fresche – concorso per le scuole

Assocalzaturifici Italiani, d’intesa con il M.I.U.R. (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) promuove per l’anno scolastico 2019-2020 il concorsoContro il riscaldamento globale servono idee fresche“, per premiare i migliori lavori delle scuole sulle tematiche del recupero e del riuso delle materie prime usate nel settore calzaturiero.

Il concorso

La tematica del concorso vuole evidenziare l’impatto dei sistemi produttivi sui cambiamenti climatici, invitando a riflettere sulle azioni che si possono mettere in atto per mitigarne gli effetti a partire da un modello produttivo in grado di rimettere in circolo e valorizzare materiali che altrimenti finirebbero in discarica o negli inceneritori.

Gli studenti partecipanti sono invitati a studiare modi di riuso e recupero dei materiali che compongono una calzatura, creando nuovi oggetti o nuove scarpe. Lo scopo è quello di cercare di mantenere in uso scarti di materie prime e di lavorazione o materie riciclate provenienti dall’industria calzaturiera per creare nuovi prodotti, al fine di ridurre gli sprechi, generando quindi effetti positivi sia sull’ambiente che sulla vita delle persone.

Chi può partecipare

Sono ammessi a partecipare al concorso alunni del primo ciclo, del secondo ciclo, alunni frequentanti corsi o agenzie formative specializzate nei corsi post diploma e post laurea ad orientamento moda e calzaturiero, o IFTS, o ITS, ISIA (Istituti Superiori per l’Industria Artistica).

I premi

I premi vengono assegnati ai migliori lavori, effettuati a livello individuale o di gruppo e presentati dalle Scuole, con le seguenti modalità:

  • 2 premi di 1.500 € per i migliori lavori presentati dalle scuole del 1° ciclo (primaria e secondaria di 1° grado);
  • 4 premi di 2.500 € per i migliori lavori presentati dalle scuole del 2° ciclo: licei, istituti professionali, istituti tecnici (settore economico e settore tecnologico);
  • 1 premio di 3.000 € per il miglior lavoro presentato da agenzie formative post diploma e post laurea, IFTS, ITS, ISIA.

Per tutti i dettagli sui requisiti dei lavori candidabili e ulteriori informazioni specifiche si invita a fare riferimento al bando ufficiale consultabile online.

Come partecipare

Per l’iscrizione, gli istituti interessati al concorso devono compilare la scheda di adesione istituto e la scheda di adesione insegnante, scaricabili a questo link.

Per i lavori realizzati da minori è necessario allegare l’autorizzazione da parte dei genitori o autocertificazione sostitutiva della scuola attestante il possesso delle autorizzazioni.

Il termine per la presentazione delle richieste di partecipazione è fissato al 30 aprile 2020, mentre quello per la consegna dei lavori è fissato al 29 maggio 2020.

Per informazioni
ANCI Servizi – area formazioni
Mail: d.dondena@assocalzaturifici.it
Tel.:02 43829210

La Fiera delle Parole 2019 per le scuole

La Fiera delle Parole torna a Padova dal 2 al 6 ottobre 2019 con un programma ricco di appuntamenti che vedranno protagonisti scrittori, giornalisti, critici, personaggi della cultura e dello spettacolo del panorama nazionale e internazionale.

Non solamente presentazioni serali, ma anche incontri mattutini rivolti alle scuole, in alcuni casi aperti anche a tutta la cittadinanza. Di seguito, la programmazione per insegnanti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

La prenotazione va effettuata unicamente tramite il modulo online, entro il 30 settembre 2019.

Compila il modulo di prenotazione

Gli appuntamenti

Dove non diversamente indicato, l’appuntamento è riservato agli studenti.

Giovedì 3Venerdì 4Sabato 5Lunedì 7

Auditorium, Centro Culturale Altinate San Gaetano | 9:00

Francesco Filippi

“Mussolini ha fatto anche cose buone”: le idiozie che continuano a circolare sul fascismo

in collaborazione con l’ufficio Progetto Giovani

È stato raggiunto il numero massimo di partecipanti. Le iscrizioni per questo appuntamento sono chiuse.

Palazzo della Ragione | 11:00

Marco Tedesco e Alberto Flores d’Arcais

Ghiaccio. Viaggio nel continente che scompare

in collaborazione con l’ufficio Progetto Giovani

Spazio 35, Centro Culturale Altinate San Gaetano | 11:00

Zita Dazzi

Con l’anima di traverso. La storia di resistenza e libertà di Laura Wronowski

con Graziano Cosner

Sala Anziani, Palazzo Moroni | 11:00

Daniele Cassioli

Il vento contro. Quando guardi oltre, tutto è possibile  

con Micaela Faggiani

incontro aperto al pubblico

Palazzo della Ragione | 11:00

Umberto Guidoni

Guida per giovani astronauti

incontro aperto al pubblico

Auditorium, Centro Culturale Altinate San Gaetano | 11:00

Raffaele Riba

racconta “I sommersi e i salvati” di Primo Levi

per il progetto “Holden Classics“, in collaborazione con Scuola Holden e ufficio Progetto Giovani

È stato raggiunto il numero massimo di partecipanti. Le iscrizioni per questo appuntamento sono chiuse.

Liceo Scientifico “E. Fermi”| 12:00

Paolo Di Paolo

La letteratura. Una questione di Famiglia: “Giacomino” di Antonio Debenedetti

in collaborazione con Bompiani Scuola e ufficio Progetto Giovani

Palazzo della Ragione | 9:00

Cristoforo Gorno

Io sono Cesare

con Mario Tozzi

incontro aperto al pubblico

Sala Anziani, Palazzo Moroni | 9:00

Davide Susanetti

Luce delle Muse. La sapienza greca e la magia della parola

incontro aperto al pubblico

Sala Anziani, Palazzo Moroni | 11:00

Guido Barbujani

Sillabario di genetica per principianti

incontro aperto al pubblico

Palazzo della Ragione | 11:00

Edith Bruck

Signora Auschwitz. Il dono della parola

con Attilio Motta e Denis Brotto

incontro aperto al pubblico

Liceo Maria Ausiliatrice | 11:00

Annalisa Ambrosio

Platone. Storia di un dolore che cambia il mondo

con Matilde Piran

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: progettogiovani.scuola@comune.padova.it

Bando Cultura Futuro Urbano

Il Ministero per i beni e le attività culturali promuove il bando Cultura Futuro Urbano per realizzare iniziative culturali nelle periferie delle città metropolitane e nei capoluoghi di provincia di tutta Italia.

Il progetto del  MiBAC che prevede un Piano d’azione di 25 milioni di euro entro il 2021. Con i quali finanziare la realizzazione di nuovi servizi con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dell’intera collettività urbana, attribuendo nuovo carattere a scuole, biblioteche e opere pubbliche rimaste incompiute.

Il bando

Il  bando promuove e sostiene interventi per diversificare e ampliare l’offerta culturale con l’apertura, ad esempio, in orario extra curricolare delle scuole situate nelle aree prioritarie e complesse delle città metropolitane e dei capoluoghi di provincia.
Il progetto “scuola attiva la cultura“, gestito dal Ministero per i Beni e le Attività CulturaliDirezione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane, ha questi obiettivi generali:

  • incrementare e diversificare l’offerta culturale attraverso progetti innovativi che valorizzino il ruolo delle scuole come presidi culturali, istituzionali e sociali in aree normalmente non raggiunte da questo tipo di attività;
  • riconoscere e stimolare l’esercizio del dirittodi agire e partecipare  degli abitanti di quartieri complessi nella realizzazione e fruizione di progetti, attività culturali e creative innovative;
  • migliorare i servizi e le funzioni culturali nei quartieri complessi, attraverso l’apertura, l’animazione e la fruizione in orario extracurricolare dei presidi scolastici da parte degli abitanti dei quartieri prioritari e complessi;
  • costruire opportunità per il miglioramento sociale ed economico dei quartieri complessi, anche attraverso l’incubazione di forme di imprese culturali e creative innovative di quartiere o di comunità urbane, creando dinamiche collaborative tra abitanti dei medesimi quartieri, istituzioni pubbliche, soggetti privati locali, istituzioni cognitive, società civile organizzata, artisti e creativi e altre figure professionali.

Il budget

Il bando prevede un budget complessivo di 4.750.000 euro. L’importo richiesto per progetto non può essere superiore all’80% del costo di progetto (cofinanziamento) e non può essere superiore a 80.000 euro.

Come partecipare

Le realtà che possono presentare proposte sono:

  • le istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e secondo grado delle città metropolitane e città capoluogo di provincia singolarmente e/o loro reti e consorzi;
  • le istituzioni scolastiche statali secondarie di primo e secondo grado delle città metropolitane e città capoluogo di provincia come capofila di partenariati costituiti o costituendi composti da almeno uno delle seguenti tipologie di soggetti:
    • ente pubblico, città metropolitana e città capoluogo di provincia e/o loro articolazione, un’istituzione culturale;
    • fondazione, associazione culturale, università, centri diricerca, istituti di alta formazione non profit, un ente del Terzo Settore, un’associazione, comitato o gruppo informale;
  • ovvero uno dei seguenti soggetti in qualità di cofinanziatore:
    • un esercizio commerciale o artigianale di vicinato e di quartiere anche con riferimento a mestieri antichi e/o tradizionali;
    • una fondazione di origine bancaria, un soggetto della  filantropia istituzionale (privata,  familiare, d’impresa, di comunità);
    • un’impresa culturale e creativa e altro soggetto di natura  imprenditoriale operante nel settore culturale;
  • professionisti, singoli o associati, e/o esperti di progettazione culturale e/o per la creatività e/o urbana.

I progetti possono avere una durata compresa tra 6 e 8 mesi nell’anno scolastico 2019-2020, in un arco temporale compreso fra settembre 2019 e maggio 2020. Devono esssere inviati entro il 25 luglio.

Per informazioni
Ministero per i beni e le attività culturali – Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane
e Periferie urbaneVia di San Michele 22, Roma
Tel.: 06 6723 4851
Mail: dg-aap@beniculturali.it;

Premio IAI per giovani scrittori sul tema “Democrazia in Europa”

L’Istituto Affari Internazionali annuncia la nuova edizione dell’annuale premio IAI, “Giovani talenti per l’Italia, l’Europa e il Mondo“.

Il concorso è rivolto ai giovani scrittori under 26, e le modalità di partecipazione prevedono l’invio di un saggio inedito, in lingua italiana o inglese, sul tema di questa edizione: “Democrazia in Europa: fine corsa o nuovo inizio?”.

Possono partecipare al concorso:

  • studenti universitari e neolaureati: studenti e laureati da non più di un anno, nati a partire dal 1993, di qualsiasi nazionalità e iscritti a qualsiasi ateneo presente nel territorio nazionale o studenti italiani iscritti a qualsiasi ateneo dell’Unione Europea;
  • studenti delle scuole superiori: studenti del quarto e del quinto anno di superiori (per gli studenti minorenni è richiesta l’autorizzazione da parte di un genitore).

Saranno premiati i tre saggi che, per ciascuna categoria, otterranno la migliore valutazione da parte della commissione giudicatrice.

Per tutte le informazioni sulle tematiche da affrontare nel saggio e sui premi in palio consultare il bando ufficiale del concorso.

Come partecipare

I candidati devono produrre un saggio di lunghezza compresa tra le 1000 e le 1500 parole (note e bibliografia escluse), in duplice formato(documento Word e PDF). I file, che possono contenere anche immagini e grafici, non devono contenere il nome dell’autore.

Gli elaborati, unitamente alla scheda di partecipazione compilata (contenuta nel bando ufficiale) devono essere inviata all’indirizzo mail premio@iai.it entro e non oltre le 24:00 di domenica 2 giugno.

È gradito anche l’invio di un video-clip che risponda al quesito del concorso.

Per informazioni
Istituto Affari Internazionali
Mail: premio@iai.it
Tel.: 06 3224360

Nati nel Tertio Millenio – concorso per le scuole superiori

Fondazione Ente dello Spettacolo promuove il contest Nati nel Tertio Millenio, rivolto alleclassi delle scuole superiori, per la realizzazione di 3 cortometraggi dedicati al tema dell’accettazione della diversità.

Il concorso si inserisce nel Tertio Millenio Film Fest, festival cinematografico sul dialogo interreligioso che si svolge a Roma dal 10 al 14 dicembre.

Il bando

Il bando è rivolto a studenti delle classi seconde e terze (as 2018/2019) delle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio italiano.

Alle classi è richiesta la stesura di un soggetto cinematografico per la realizzazione di un cortometraggio di docu-fiction, nella forma di un breve racconto della lunghezza massima di 3 cartelle.

Il soggetto deve essere inerente il tema del Tertio Millennio Film Fest, che per il 2019 è “Io sono tu sei”, l’accettazione della diversità e il riconoscimento dell’unicità di ogni persona.

Vengono selezionati i 3 migliori soggetti e ciascuna delle classi vincitrici riceve in premio:

  • un laboratorio pratico sulla realizzazione di un’opera audiovisiva (cortometraggio di docu-fiction) con incontri in aula e uscite sul territorio per le riprese. Il laboratorio avrà la durata di 3 giornate;
  • la partecipazione a due giornate del Tertio Millennio Film Fest (10-14 dicembre 2019);
  • un seminario sulla critica cinematografica e la comprensione del film, con visione di un film partecipante;
  • lapartecipazione in qualità di giurati alla valutazione dei cortometraggi di Tertio Millennio, con la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite.
Scarica il bando completo

Come partecipare

Le classi, attraverso la propria scuola, dovranno caricare online i propri elaborati compilando l’apposito form di iscrizione.

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è il 30 giugno 2019.

Per informazioni
Fondazione Ente dello Spettacolo
Mail: natineltertiomillennio@entespettacolo.org

Viaggio della Memoria 2019 – Inaugurazione della mostra

Giovedì 16 maggio alle 11:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova invita dirigenti, docenti e studenti all’inaugurazione della mostra dedicata al Viaggio della Memoria, realizzata dagli studenti dell’IIS “Giovanni Valle” di Padova.

I ragazzi e le ragazze hanno partecipato al Viaggio della Memoria dal 24 al 27 febbraio scorsi, seguendo un itinerario che da Padova ha raggiunto BudapestAuschwitz-Birkenau e Vienna. La mostra raccoglie fotografiedocumenti e testimonianze degli studenti, realizzati con la supervisione dei professori Andrea Sarno e Antonio Spinelli.

La mostra, allestita sul ballatoio al primo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano, è visitabile gratuitamente fino al 1 giugno, nei seguenti orari:

  • dal martedì al venerdì: 10:00-18:00
  • sabato: 10:00-15:00
  • domenica e lunedì: chiuso

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: progettogiovani.scuola@comune.padova.it

Open day scuole serali

Il CPIA ( Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti) di Padova promuove un open day dedicato all’offerta formativa degli istituti superiori della provincia di Padova, il 9 maggio dalle 15:30 alle 17:30.

Nel corso dell’open day verranno presentati gli istituti e le loro offerte formative, e sarà possibile per i partecipanti incontrare i docenti.

L’incontro si svolge presso l’I.I.S. Leonardo da Vinci in Via San Giovanni da Verdara, 36 a Padova.

Per informazioni
Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Padova
Mail: orientamento@cpiapadova.it
Tel.: 049 8206705

Mostra – Abitare il Paese partendo da noi

SSabato 11 maggio alle 11:00 inaugura la mostra Abitare il Paese partendo da noi, realizzata dall’Ordine degli Architetti, P. P. e C. di Padova con gli Istituti Tecnici G. Valle e G. B. Belzoni, in collaborazione con l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova.

La mostra, allestita nei ballatoi al primo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano, sarà visitabile gratuitamente fino al 9 giugno.

La mostra rientra nel progetto nazionale promosso dall’Ordine Nazionale degli Architetti, P. P. e C. con la Fondazione REGGIO Children – Centro Loris Malaguzzi, che coinvolge oltre 3000 bambini e ragazzi tra i 3 e i 18 anni di oltre 70 scuole distribuite su 35 province e 15 regioni italiane.

L’esperienza padovana

L’Ordine degli Architetti, P. P. e C. di Padova, nel corso dell’anno scolastico 2018/19, ha aderito all’iniziativa coinvolgendo gli Istituti Tecnici G. Valle e G.B. Belzoni.

I trenta studenti coinvolti nel progetto, attraverso azioni di lettura, comprensione, racconto e immaginazione sul territorio, si sono confrontati con il contesto urbano che frequentano ogni giorno, i quartieri in cui sorgono le scuole (Arcella e Centro Storico), individuando il loro rapporto con la città e proponendo un personale e propositivo punto di vista su di essa.

Ai due tutor e ai docenti che li hanno affiancati, è stato chiesto di sostenere e raccogliere le idee e i suggerimenti dei ragazzi e farsi promotori dei concetti e delle possibilità che si sono sviluppati durante l’attività svolta.

All’inaugurazione interverranno il Presidente del Consiglio Nazionale Architetti, P. P. e C. arch. Giuseppe Cappochin e il Sindaco di Padova, dott. Sergio Giordani.

Sono invitati i Dirigenti Scolastici e gli insegnanti delle scuole secondarie di secondo grado di Padova, per approfondire il progetto e valutare l’eventuale coinvolgimento dei loro istituti per il prossimo anno scolastico.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: progettogiovani.scuola@comune.padova.it

Premio letterario “G. Boccaccio”

L’Associazione Letteraria Giovanni Boccaccio propone la 7^ edizione del Premio letterario G. Boccaccio, concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di II grado al terzo e quarto anno scolastico, con il coinvolgimento degli istituti di appartenenza, su tutto il territorio italiano.

Il concorso

Il tema di questa edizione è “Il potere della musica nel descrivere la vita, da Giovanni Boccaccio a voi“: i partecipanti devono produrre un racconto o un testo di canzone accompagnato da musica, di massimo 10.000 battute (spazi inclusi), che deve essere inviato via mail dall’istituto scolastico di appartenenza all’indirizzo concorsoletterarioboccacccio@gmail.com, con oggetto “Concorso Boccaccio Giovani VII edizione”.

Il termine per la consegna dei testi candidati è mercoledì 15 maggio 2019.

La premiazione ufficiale si svolge sabato 19 ottobre 2019, alle 11:00, nel salone dei Cinquecento diPalazzo Vecchio a Firenze.

Le opere, presentate in forma anonima, vengono esaminate prima da un comitato di lettori, i quali selezionano i lavori che vengono poi sottoposti ad una giuria per la selezione del vincitore.

Per tutti i dettagli e il bando completo del concorso è possibile consultare il sito ufficiale dell’iniziativa.

Per informazioni
Associazione Letteraria Giovanni Boccaccio
Modulo per i contatti online
Tel.: 0571 633955