Archivi tag: Senza categoria

Volontariato (ex SVE) in ambito interculturale in Germania

L’associazione Verein Piano cerca 1 volontario per un progetto SVE in ambito interculturale a Kassel, in Germania.

Dove: Kassel, Germania
Quando: da novembre 2019 a novembre 2020
Scadenza: 15 luglio 2019

Il progetto

Verein Piano è un’organizzazione non profit che si occupa da anni di assistenza al vicinato e di partecipazione attiva della cittadinanza; dal 2016 si impegna attivamente anche nell’ambito dell’assistenza e della consulenza ai richiedenti asilo e dell’integrazione dei rifugiati.

Il volontario si occuperà di supportare le iniziative dell’associazione con famiglie svantaggiate e con richiedenti asilo, prendendo parte a diverse attività.

Attività del volontario

  • Supporto alla vita quotidiana di persone in difficoltà;
  • organizzazione di attività culturali;
  • attività con bambini, giovani o anziani;
  • attività tecniche e pratiche;
  • sviluppo e realizzazione di progetti personali.

Requisiti

  • Età compresa tra i 18 e i 30 anni;
  • interesse per i lavori sociali;
  • apertura verso il lavoro con ogni tipo di persona;
  • apertura alla solidarietà e interesse per le principali tematiche di attualità a livello europeo;
  • conoscenza base della lingua tedesca.

Come partecipare

Per candidarsi è necessario inviare curriculum e lettera motivazionale in lingua inglese all’indirizzo email evs@comune.padova.it entro il giorno 15 Luglio 2019.

L’Ufficio Progetto Giovani si occuperà della preselezione dei candidati sulla base di CV e lettera motivazionale.

I candidati preselezionati verranno poi contattati dall’organizzazione ospitante per un colloquio via Skype.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Istituto Italiano per gli Studi Storici – borse di studio

L’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli apre il bando per le borse di studio per l’anno accademico 2019/2020, rivolto a giovani laureati e dottorandi in discipline storiche, filosofiche e letterarie.

Il bando

Il bando prevede l’erogazione delle seguenti borse di studio:

  • 14 borse dell’importo di 12.000,00 € lordi ciascuna; per i residenti nella Regione Campania l’importo è di € 9.700,00 lordi;
  • 1 borsa offerta dall’Università degli Studi di Napoli per laureati nelle università italiane con una tesi di argomento medievistico, dell’importo di 10.300,00 € lordi;
  • 1 borsa offerta dal Pio Monte della Misericordia, dell’importo di 10.000,00 € lordi, per una ricerca su «Le Sette Opere di Misericordia nei documenti dell’Archivio storico del Pio Monte della Misericordia di Napoli».

L’importo della borsa di studio viene erogato ai vincitori in più rate, per la durata di 12 mesi a partire da novembre 2019.

Ai borsisti è richiesto di risiedere a Napoli per la durata dei corsi e dei seminari organizzati dall’Istituto; per il restante periodo dell’anno accademico i borsisti possono svolgere le proprie ricerche anche in altre sedi. Sono inoltre richieste due relazioni sullo stato del lavoro di ricerca svolto, una di medio termine e una finale, e la preparazione di un lavoro scientifico di ricerca, nella possibilità di una sua pubblicazione nella collana dell’Istituto.

È consultabile online il bando completo.

Come partecipare

Per partecipare al bando sono necessari i seguenti requisiti:

  • età inferiore a 32 anni alla data di scadenza del 30 luglio 2019 (nati dal 31 luglio 1987);
  • laureati e dottori di ricerca che entro la data di scadenza abbiano discusso la tesi di laurea magistrale o di dottorato, in Italia, nei paesi dell’Unione europea o all’estero, in discipline storiche, filosofiche e letterarie, e che vogliano attendere a ulteriori ricerche.

La domanda di partecipazione (disponibile online) debitamente compilata, firmata e corredata dei documenti richiesti (segnalati al punto 2 del bando ufficiale) , deve pervenire all’indirizzo dell’Istituto italiano per gli Studi Storici, via Benedetto Croce, 12 – 80134 Napoli, tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento o consegna a mano con rilascio di ricevuta; oppure all’indirizzo mail borsedistudio.iiss@pec.it tramite posta elettronica certificata del candidato.

Le domande devono pervenire entro e non oltre il 30 luglio 2019.

Per informazioni
Istituto Italiano per gli Studi Storici
Mail: info@iiss.it
Tel.: 081 5517159

Youth exchange a Cipro

Agros Environmental Group, con il patrocinio Erasmus+, propone lo scambio giovanile “rescEU”, dal 23 al 31 agosto 2019 ad Agros, Cipro.

L’iniziativa è rivolta ai giovani tra i 18 e i 30 anni provenienti da Cipro, Italia, Estonia, Regno Unito, Polonia, Romania e Repubblica Ceca.

Lo scambio

Lo scambio “rescEU” prevede un incontro tra 35 giovani provenienti da 7 diversi paesi europei, per instaurare un dialogo e un confronto sulle tematiche della sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale e sull’azione delle singole comunità per la salvaguardia dell’ambiente.

Lo scopo è far sì che i partecipanti allo scambio siano poi in grado di concretizzare un’azione di sensibilizzazione e promozione di stili di vita sostenibili, attraverso attività nelle loro comunità e l’utilizzo di canali web e social.

Per i partecipanti è prevista una copertura dei costi di viaggio (per una cifra variabile in base al paese di partenza). Vitto e alloggio sono forniti dall’organizzatore.

Tutti i dettagli sulle finalità e sulle attività previste dallo scambio sono reperibili nell’infopack scaricabile.

Come partecipare

Per presentare la propria candidatura è necessario scrivere una mail a orielassociationprojects2019@gmail.com allegando una lettera motivazionale in inglese e il proprio curriculum in italiano e/o in inglese.

I candidati selezionati sono tenuti a pagare una quota associativa di 35 € all’associazione Oriel, partner italiano del progetto.

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione è il 16 Giugno.

Per informazioni
Associazione Oriel
Mail: orielassociation@gmail.com / orielassociationprojects2019@gmail.com

River Film Festival 2019

Da martedì 4 a sabato 30 giugno si svolge la 13^ edizione del River Film Festival – RiFF, il festival cinematografico che si svolge a Porta Portello, lungo le rive del Piovego.

Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale Researching Movies, con il patrocinio del Comune di Padova – Assessorato alla Cultura.

Il festival

L’edizione di quest’anno vede in competizione 150 cortometraggi provenienti da più di 40 paesi, che verranno proiettati sullo schermo galleggiante diventato simbolo del festival.

Dopo la speciale sezione fuori concorso in apertura “Remembrance…“, dedicata a quattro grandi registi scomparsi nel periodo 2018-2019, vengono presentati i cortometraggi in concorso divisi in 8 categorie:

  • Virtual Reality (dal 15 al 22 giugno – 22:00), novità di questa edizione, è la categoria dedicata alle nuove tecnologie cinematografiche della realtà virtuale;
  • Film Festivals in Focus (15 giugno – 22:00), categoria dedicata ad una selezione di cortometraggi dal Bolton Film Festival e dal Kinofilm – Manchester International Short Film Festival;
  • Scuole di cinema (16 e 17 giugno – 22:00), selezione di corti prodotti in alcune delle più rinomate università del mondo;
  • Corti italiani (18 e 19 giugno – 22:00);
  • Corti internazionali (dal 20 al 24 giugno – 22:00);
  • Animazione (25 e 26 giugno – 22:00);
  • Documentari (27 e 28 giugno – 22:00);
  • Extreme shorts (29 giugno – 22:00), selezione di 26 corti della durata massima di 5 minuti, che ricercano l’essenza del narrare cinematografico.

La cerimonia di premiazione ha luogo domenica 30 giugno alle 22:00.

Per visualizzare il programma completo dell’iniziativa, conoscere tutti i film in concorso e avere ulteriori informazioni è possibile scaricare il catalogo completo del River Film Festival.

Per informazioni
River Film Festival
Facebook

Premio IAI per giovani scrittori sul tema “Democrazia in Europa”

L’Istituto Affari Internazionali annuncia la nuova edizione dell’annuale premio IAI, “Giovani talenti per l’Italia, l’Europa e il Mondo“.

Il concorso è rivolto ai giovani scrittori under 26, e le modalità di partecipazione prevedono l’invio di un saggio inedito, in lingua italiana o inglese, sul tema di questa edizione: “Democrazia in Europa: fine corsa o nuovo inizio?”.

Possono partecipare al concorso:

  • studenti universitari e neolaureati: studenti e laureati da non più di un anno, nati a partire dal 1993, di qualsiasi nazionalità e iscritti a qualsiasi ateneo presente nel territorio nazionale o studenti italiani iscritti a qualsiasi ateneo dell’Unione Europea;
  • studenti delle scuole superiori: studenti del quarto e del quinto anno di superiori (per gli studenti minorenni è richiesta l’autorizzazione da parte di un genitore).

Saranno premiati i tre saggi che, per ciascuna categoria, otterranno la migliore valutazione da parte della commissione giudicatrice.

Per tutte le informazioni sulle tematiche da affrontare nel saggio e sui premi in palio consultare il bando ufficiale del concorso.

Come partecipare

I candidati devono produrre un saggio di lunghezza compresa tra le 1000 e le 1500 parole (note e bibliografia escluse), in duplice formato(documento Word e PDF). I file, che possono contenere anche immagini e grafici, non devono contenere il nome dell’autore.

Gli elaborati, unitamente alla scheda di partecipazione compilata (contenuta nel bando ufficiale) devono essere inviata all’indirizzo mail premio@iai.it entro e non oltre le 24:00 di domenica 2 giugno.

È gradito anche l’invio di un video-clip che risponda al quesito del concorso.

Per informazioni
Istituto Affari Internazionali
Mail: premio@iai.it
Tel.: 06 3224360

Tirocini presso Nazioni Unite nei paesi in via di sviluppo

Il Governo Italiano finanzia, attraverso la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), il bando Fellowships Programme per il 2019/2020. Il programma che permette a giovani laureati di svolgere un percorso di formazione presso uffici di organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite in paesi in via di sviluppo.
Il termine di scadenza per l’invio delle domande di partecipazione è il 21 giugno 2019 alle 15:00 (ora italiana).

Le borse di studio

L’iniziativa finanziata dal Governo Italiano ha l’obiettivo di offrire a giovani laureati che non abbiano superato i 28 anni di età la possibilità di svolgere un percorso di formazione professionale presso uffici di organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite in paesi in via di sviluppo o presso sedi estere dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Le borse hanno la durata di quasi un anno e prevedono, prima dell’assunzione dell’incarico presso i paesi di destinazione, un corso di formazione di due settimane in Italia. Il Programma 2019-2020 è così articolato:

  • dicembre 2019: corso di formazione;
  • gennaio dicembre 2020: tirocinio presso uffici di organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite in paesi in via di sviluppo o presso sedi estere dell’AICS.

I requisiti

Per poter partecipare al Programma è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • non aver superato i 28 anni di età (nati il o dopo l’1 gennaio 1991);
  • possedere la nazionalità italiana;
  • avere un’ottima conoscenza della lingua inglese e italiana;
  • avere ottenuto uno dei seguenti titoli accademici:
    • laurea specialistica/magistrale;
    • laurea magistrale a ciclo unico;
    • laurea triennale accompagnata da un titolo di master universitario;
    • bachelor’s degree accompagnato da un titolo di master universitario.
Scarica il bando

Come partecipare

Per partecipare è necessario inviare la domanda entro il 21 giugno 2019 alle 15:00 (ora locale italiana). Le domande di partecipazione dovranno essere inviate online attraverso il sistema di “Online Web Application“(OWA) dell’ufficio UN/DESA di Roma raggiungibile dal sito www.undesa.it.

A causa dell’elevato numero di candidature previste verranno contattati esclusivamente i candidati preselezionati.

Per informazioni
Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite (UN/DESA)
Viale delle Terme di Caracalla, Roma
Tel.: 06 8336 1835 
Mail: fellowshipinfo@undesa.it

MSF – Tortura: cure mediche, tutela giuridica, impegno umanitario

Medici Senza Frontiere, in collaborazione con il Comune e l’Università di Padova, martedì 14 maggio presenta il convegnoTortura: cure mediche, tutela giuridica, impegno umanitario“, che si svolge nell’auditorium del Centro Culturale Altinate San Gaetano a partire dalle 16:00.

Il convegno, a partecipazione libera e gratuita, propone una serie di interventi, intervallati da letture sul tema, volti a presentare, oltre ad una panoramica sui dati, sulle leggi e i diritti negati, un nuovo approccio medico multidisciplinare per affrontare gli effetti psicologici e i segni fisici sui soggetti vittima di tortura.

Programma

Saluti istituzionali

Assessore con delega a pace e cooperazione internazionale del Comune di Padova

Interventi

  • “Non puoi tornare, non puoi voltarti indietro”. Il fallimento delle politiche europee e nazionali – a cura di Eugenio Alfano, responsabile coordinamento rifugiati e migranti di Amnesty International Italia.
  • Le norme italiane e internazionali contro la tortura e il ruolo della Corte di Strasburgo – a cura di Paolo De Stefani, docente di Tutela internazionale dei diritti umani del Centro di Ateneo per i Diritti Umani “A. Papisca” dell’Università di Padova.
  • L’approccio interdisciplinare alle vittime di tortura e l’esperienza di MSF – a cura di Gianfranco De Maio, referente medico MSF per i programmi di cura per vittime di tortura.
  • Le ferite nei corpi e nelle relazioni – a cura di Don Luca Favarin, presidente Percorso Vita Onlus.
  • Rischi della medicalizzazione e psichiatrizzazione delle conseguenze della tortura – a cura di Gianfranco De Maio.

Modera gli interventi Elda Baggio.

Per informazioni
Medici Senza Frontiere onlus
Mail: info.padova@rome.msf.org
Tel.: 345 4638165

Volontariato (ex SVE) in ambito artistico in Austria

Il rotor – center of contemporary art cerca 1 volontario per il progetto < rotor > – Art and Society a Graz, in Austria.

Dove: Graz, Austria
Quando: 01 settembre 2019 al 31 agosto 2020
Scadenza: 12 maggio 2019

Il progetto

< rotor > è un’associazione per l’arte contemporanea fondata nel 1999 con sede a Graz, in Austria. L’arte visiva contemporanea è il punto di partenza per i programmi dell’associazione, con un’enfasi sulla produzione artistica che si occupa esplicitamente di questioni sociali, politiche, economiche ed ecologiche del nostro tempo.

Attività del volontario

  • Supporto all’organizzazione logistica e amministrativa dell’associazione;
  • aiuto nella preparazione e progettazione degli eventi dell’associazione;
  • promozione delle attività sui social media e sui canali dell’associazione.

Requisiti

  • Capacità di svolgere attività in modo autonomo;
  • interesse per l’arte contemporanea;
  • buona conoscenza di inglese;
  • favorita una conoscenza base della lingua tedesca.

Come candidarsi

Per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  1. registrarsi su European Shttps://europa.eu/youth/solidarity_enolidarity Corps e creare il proprio profilo;
  2. accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/12446_en, cliccare sul
    tasto “APPLY”;
  3. inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio
    nome) e il progetto per il quale ci si è candidati.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

FERMENTI – bando per gruppi informali e associazioni

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale, apre il bando FERMENTI, finalizzato a favorire idee, progetti ed iniziative che siano in grado di stimolare l’attenzione dei giovani alle sfide sociali, alle problematiche di genere e alla cittadinanza attiva.

Il bando

Il bando offre un sostegno tecnico e finanziario alle iniziative progettuali, a carattere locale e/o nazionale, dei giovani, finalizzate ad esplorare le sfide sociali considerate fondamentali per i giovani e che forniscano possibili soluzioni ai problemi e alle priorità comuni che impattano sulla comunità di riferimento.

Il bando finanzia proposte progettuali e progetti esecutivi volti ad affrontare una o più delle seguenti sfide sociali:

  • uguaglianza per tutti i generi;
  • inclusione e partecipazione;
  • formazione e cultura;
  • spazi, ambiente e territorio;
  • autonomia, welfare, benessere e salute.

Per essere considerate ammissibili, le proposte progettuali devono:

  • prevedere azioni coerenti con almeno una delle sfide sociali previste dal bando;
  • prevedere l’impiego, in termini di risorse umane, di giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni nella misura di almeno il 70% delle professionalità individuate;
  • proporre – nel caso in cui sia previsto l’utilizzo di beni mobili e/o immobili – solo beni idonei all’attività prevista e in regola con la vigente normativa in materia.
Scarica il bando riassuntivo

Il bando completo di tutti gli allegati è consultabile sul sito dell’iniziativa.

Come partecipare

Le domande di partecipazione al Bando possono essere presentate da:

a) Gruppi informali – ovvero gruppi composti da almeno tre, e fino a un massimo di cinque, soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, in possesso dei necessari requisiti (indicati nel bando);

b) Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) – tra soggetti qualificati come enti del Terzo settore, costituite da un massimo di 3 enti (incluso il Capofila), i cui organi direttivi siano costituiti per la maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni, in possesso dei necessari requisiti (indicati nel bando).

La domanda potrà essere presentata esclusivamente inviando la documentazione via PEC all’indirizzo giovanieserviziocivile@pec.governo.it. La documentazione da allegare è la seguente:

  • allegato 6 “Domanda di partecipazione”;
  • allegato 12 “Domanda di finanziamento ex Gruppi informali”;
  • allegato 13 “Scheda di proposta progettuale”;
  • allegato 14 “Piano finanziario”;
  • [nel caso in cui la proposta progettuale preveda l’utilizzo di un bene di proprietà di terzi] allegato 15 “Dichiarazione disponibilità bene immobile”.

Tutti gli allegati sono scaricabili dalla sezione dedicata del sito dell’iniziativa.

L’oggetto della PEC dovrà essere indicato nel seguente modo: BF2019 – DENOMINAZIONE DEL SOGGETTO PROPONENTE – Gruppo informale.

Tutti i documenti allegati alla PEC dovranno essere in formato PDF e dovranno essere firmati digitalmente da tutti i componenti del gruppo informale. La dimensione massima consentita del messaggio PEC, comprensivo degli allegati, non può superare i 30 Mb.

Le candidature devono essere consegnate inderogabilmente entro e non oltre le 14:00 del 3 giugno 2019.

Per informazioni
Sportello informazioni FERMENTI
Mail: fermenti@campanianewsteel.it 
Tel.: 800.300.081

Il Maggio dei Libri 2019

Dal 23 aprile al 31 maggio si svolge “Il Maggio dei Libri“, campagna nazionale di promozione della lettura organizzata dal Centro per il libro e la lettura in collaborazione con diverse istituzioni e associazioni, focalizzata sull’obbiettivo di liberare la creatività nell’organizzazione di iniziative che coinvolgano le persone più diverse, portando i libri nella quotidianità e il più possibile fuori dai loro contesti tradizionali.

L’iniziativa mira a spingere il pubblico a organizzare momenti di lettura condivisa anche al di là delle scuole, delle biblioteche e delle librerie.

Il Centro per il libro e la lettura propone alcuni filoni tematici a cui i partecipanti all’iniziativa possono ispirarsi in piena libertà nell’elaborazione dei loro progetti:

  • Desiderio e genio. A 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci;
  • Dove sei giovane Holden? A cento anni dalla nascita di J.D. Salinger;
  • Se questo è un uomo. A cento anni dalla nascita di Primo Levi;
  • Guarda che luna! A cinquanta anni dall’allunaggio.

Le novità di questa edizione

Tra le novità di questa edizione troviamo la mostra Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app, che fa parte di una serie di iniziative promosse dall’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma e dalla Fondazione Tancredi di Barolo di Torino. L’esposizione è realizzata in collaborazione con l’Istituto Centrale per la Grafica di Roma e la Fondazione Tancredi di Barolo di Torino e prevede un doppio allestimento in contemporanea, nelle rispettive sedi degli enti organizzatori (a Roma, nelle sale espositive di via della Stamperia; a Torino, nelle sale al piano terra di Palazzo Barolo e nelle sale del Percorso Libro del MUSLI), con inaugurazione l’8 maggio apertura al pubblico dal 9 maggio al 30 giugno.

L’obiettivo del progetto è evidenziare le potenzialità artistiche, creative, educative dei libri animati (ovvero che includono dispositivi meccanici o para-testuali che richiedono e sollecitano l’interazione del lettore) e i loro legami con le tecnologie e le applicazioni digitali. I due allestimenti propongono un percorso storico-metodologico dal Medioevo fino alle più moderne applicazioni digitali, ciascuno con una propria identità e caratterizzazione: la mostra di Roma è focalizzata sulla storia del libro animato antico e delle sue applicazioni scientifiche; quella di Torino è più aperta alle implicazioni moderne e alla rappresentazione delle diverse espressioni dell’inventiva cartotecnica.

Come partecipare

Partecipare all’iniziativa è semplice: tutti gli strumenti utili si trovano sul sito ufficiale ilmaggiodeilibri.it.

Sul sito infatti è possibile registrarsi, inserire le proprie attività nella banca dati dell’iniziativa, le bibliografie tematiche, gli spunti e il materiale ufficiale, scaricabile e personalizzabile, per promuovere le proprie attività legate a “Il Maggio dei Libri”.

La banca dati offre inoltre la possibilità di condividere le proprie attività convalidate su canali social, blog o siti grazie a un link diretto (con l’invito a inserire il tag #MaggiodeiLibri), mentre sui profili ufficiali del “Maggio dei Libri” la campagna è raccontata attraverso le immagini, e le condivisioni da parte di tutti voi (@ilmaggiodeilibri su Facebook e Instagram, @maggiodeilibri su Twitter). Un Social Feed sull’homepage del sito ufficiale, in fase di pubblicazione, raccoglie in tempo reale le interazioni social, permettendo ai visitatori di essere sempre connessi.

Concorsi e premi

Anche quest’anno sarà assegnato il Premio Maggio dei Libri, destinato alle iniziative più creative e innovative, selezionate per categoria: Associazioni, Biblioteche, Librerie, Scuole, Carceri/Strutture sanitarie e per anziani.

Torna anche il concorso destinato alle scuole italiane primarie e secondarie di primo grado sul tema “Trasportato dai palloncini, dove arriverà Duccio il bassotto? Disegna l’avventura del nostro amico a quattro zampe”Gli istituti scolastici potranno partecipare con opere grafiche realizzate con tecniche tradizionali che dovranno essere inviate in formato jpg con risoluzione minima di 300 dpi, entro e non oltre il 10 giugno 2019 all’indirizzo mirna.molli@beniculturali.it. Le 12 migliori saranno inserite nel calendario 2020 del Centro per il libro e la lettura e i primi 3 classificati riceveranno un kit di libri ciascuno.

Per informazioni
Il Maggio dei LibriCentro per il libro e la lettura
Mail: ilmaggiodeilibri@cepell.it