Archivi tag: sociale

Volontariato (ex SVE) in Portogallo in ambito sociale

MOJU – Associação Movimento Juvenil em Olhão cerca un volontario per un progetto del Corpo Europeo di Solidarietà dal titolo “ VESSEL – Volunteering for Solidarity, Social Engagement and Learning“.

Dove: Olhão, Portugal
Quando: dal 1 aprile 2019 al 31 marzo 2020
Scadenza: 20 marzo 2019

Il progetto

MOJU è un’associazione giovanile di portata locale ma con attività a livello regionale e internazionale che coinvolge anche un’Organizzazione di accoglienza (Portogallo) e tre organizzazioni di invio di diversi paesi.

Si occupa di politiche giovanili e attività culturali per i giovani. Questo progetto permette di seguire l’ente nella costruzione e implementazione delle relazioni tra le organizzazioni partner, oltre che a sperimentare nuove esperienze e acquisire nuove conoscenze sui modi di vivere e la cultura locale.

Attività del volontario

  • partecipare alle attività dell’ente;
  • cooperare con gli altri volontari;

Requisiti

  • interesse a lavorare con bambini e giovani con minori opportunità ed a rischio di esclusione, poiché questi saranno l’obiettivo principale delle attività proposte;
  • buone capacità di ascolto e di comprensione;
  • flessibilità, adattabilità ed entusiasmo;

Come candidarsi

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di candidatura per i progetti di volontariato europeo, per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

L’iscrizione a “European Solidarity Corps” è necessaria per poter visualizzare la descrizione dei progetti e per presentare candidatura. La registrazione è completamente gratuita e non comporta nessun tipo di impegno.

Beatrice Masini – Più grande la paura

Venerdì 8 marzo alle 18:00, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ospita Beatrice Masini in sala Rossini del Caffè Pedrocchi, per la presentazione del suo ultimo libro, “Più grande la paura” (Marsilio).

Introduce l’incontro Luciana Sergiacomi, avvocato per la famiglia e i minori. Con l’autrice dialoga Barbara Segatto, professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Padova.

L’appuntamento è realizzato in collaborazione con La Fiera delle Parole.

Il libro

Protagonisti di queste storie sono i bambini. Bambini felici e bambini che non lo sono stati, abusati dagli adulti per troppo amore, come la piccola figlia di Byron, o per troppo odio, come i bambini rapiti, gli scomparsi, gli interrotti. Stanno in queste pagine bambini coraggiosi, che evocano mostri come lo Striglio per combattere ingiustizie, e bambine immaginifiche che hanno tanto letto da poter domare “Le tigri di Mompracem” e trascorrere il pomeriggio con Heathcliff a “Cime tempestose”.

C’è una bambina che accompagna il padre al mare e lo vede illuminarsi per l’incontro con una donna che è un suo vecchio amore. E una madre che si arrende al figlio che cresce e non vuole più essere baciato perché tutto, in fondo, comincia sempre con la fine dei baci. C’è un altro bambino, già quasi un ragazzo, che è l’unico che sa arrampicarsi su uno scoglio e da quello, in mezzo al mare, come su un solitario cammello nel deserto, vede allontanarsi la ragazza che gli piaceva, e gli piaceva perché lei, l’unica, non temeva vespe, formiche e bombi, e questo coraggio li univa come l’amore.

Ci siamo noi in queste pagine, piccoli piccoli, fragili e fortissimi, in bilico tra la memoria di ciò che siamo stati, la nostalgia di ciò che avremmo potuto essere, e la tenerezza per ciò che siamo.

Beatrice Masini – funambolo serio e scanzonato, dolce e feroce, in bilico, come l’infanzia – ci racconta un mondo, il nostro, prima che l’età adulta lo spiegasse con mezze voci, mezze stagioni e religioni che prevedono confessione. In questi racconti c’è l’infanzia per la quale la vita è un’avventura che non deve per forza finire bene o un viaggio che non sempre contempla il ritorno. Ci sono fuoco, acqua, vento e aria. E c’è tutto quel tempo che, da bambini, ci insegna a sentirci immortali fino a prova contraria.

Gli ospiti

Beatrice Masini

Beatrice Masini è autrice di opere per l’infanzia e stimata traduttrice (tra gli altri, si è occupata della traduzione di diversi volumi della serie di Harry Potter di J.K. Rowling). Nel 2010, il suo romanzo “Bambini nel bosco” (Fanucci) è stato finalista al Premio Strega, mentre con il romanzo “Tentativi di botanica degli affetti” (Bompiani) ha vinto il Premio Selezione Campiello 2013. Le sue opere sono state tradotte in quindici paesi. Per cinque volte si è aggiudicata il Premio Andersen – Il mondo dell’infanzia, sia come autrice che come traduttrice. Dal 2015 è direttore editoriale di Bompiani.

Barbara Segatto

Barbara Segatto è professore associato di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università di Padova. È presidente del Corso di Laurea triennale in Servizio sociale dove insegna Sociologia della famiglia e dell’infanzia. Nelle sue ricerche si occupa della trasformazione della famiglia, con particolare attenzione alla genitorialità biologica e sociale e delle pratiche di lavoro sociale per la promozione del benessere delle famiglie e dei minori. Tra le altre ricerche da lei realizzate, citiamo il recente progetto di ricerca azione denominato “Principi Principesse Re e Regine” finalizzato alla promozione dell’educazione alle pari opportunità nella scuola dell’infanzia.

Luciana Sergiacomi

Luciana Sergiacomi, avvocato per la famiglia ed i minori, è vicepresidente Unione Nazionale Camere Minorili e membro della Commissione Pari Opportunità del Comune di Padova e della Regione Veneto.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35141 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Volontariato (ex SVE) in Germania in ambito sport e politiche giovanili

Lo JUKUZ Youth Center cerca 1 volontario per “Solidarity through sport“, un progetto di animazione sociale e attività sportiva ad Aschaffenburg, in Germania.

Dove: Aschaffenburg, Germania
Quando: dal 1 ottobre 2019 al 30 settembre 2020
Scadenza: 28 febbraio 2019

Il progetto

Lo JUKUZ è un centro giovanile che si occupa di sport e di politiche giovanili. Il volontario sarà coinvolto attivamente nella gestione del centro, avendo l’opportunità di realizzare le proprie idee e progetti.

Compiti del volontario

  • supporto a tutte le attività sportive;
  • supporto alle attività giovanili del centro;
  • affiancamento nella gestione della radio giovanile;
  • gestione dei social media.

Requisiti

  • passione per lo sport (in particolare calcio e basket);
  • attitudine al lavoro con bambini e giovani;
  • conoscenza base della lingua tedesca;
  • spirito creativo.

Come candidarsi

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di candidatura per i progetti di volontariato europeo, per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  • registrarsi su European Solidarity Corp e creare il proprio profilo;
  • accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/10739_en , cliccare sul tasto “APPLY”;
  • inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio nome) e il progettoper il quale ci si è candidati.

L’iscrizione a “European Solidarity Corps” è necessaria per poter visualizzare la descrizione dei progetti e per presentare candidatura. La registrazione è completamente gratuita e non comporta nessun tipo di impegno.

Per informazioni
Progetto Giovani Padova – area Spazio Europa
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: +39 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Volontariato (ex SVE) in Germania in ambito dialogo intergenerazionale

Mehrgenerationenhaus Lebenträume cerca 1 volontario per “Solidarity between generations”, un progetto di dialogo intergenerazionale a Johannesberg, in Germania.

Dove: Johannesberg, Germania
Quando: dal 1 settembre 2019 al 31 agosto 2020
Scadenza: 28 febbraio 2019

Il progetto

La casa multi-generazionale nella piccola località di Johannesberg è un luogo di incontro per tutte le generazioni.

Partecipando al progetto, il volontario ha la possibilità di sperimentare diversi campi di azione attraverso la vasta gamma di attività e progetti che la casa multi-generazionale offre. Sono ben accolte idee e progetti del volontario.

Compiti del volontario

  • assistenza agli anziani;
  • assistenza a bambini;
  • assistenza ai rifugiati e ai migranti;
  • mansioni volte al sociale.

Requisiti

  • disponibilità a lavorare con persone di ogni età, nazionalità ed origine;
  • possesso una patente di guida;
  • propensione a vivere in una piccola comunità;
  • conoscenza di base della lingua tedesca;
  • curiosità riguardo alla Germania e della sua cultura.

Come candidarsi

In seguito ad alcuni cambiamenti nelle modalità di candidatura per i progetti di volontariato europeo, per presentare domanda per questo progetto è necessario seguire alcuni step:

  • registrarsi su European Solidarity Corp e creare il proprio profilo;
  • accedere al link https://europa.eu/youth/solidarity/placement/10739_en, , cliccare sul tasto “APPLY”;
  • inviare una email a evs@comune.padova.it indicando il proprio “reference number” (presente nel proprio profilo European Solidarity Corps, individuabile sopra il proprio nome) e il progettoper il quale ci si è candidati.

L’iscrizione a “European Solidarity Corps” è necessaria per poter visualizzare la descrizione dei progetti e per presentare candidatura. La registrazione è completamente gratuita e non comporta nessun tipo di impegno.

Per informazioni
Progetto Giovani Padova – area Spazio Europa
Via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel.: +39 049 8204722
Mail: evs@comune.padova.it

Concorso di giornalismo con Mani Tese

Sono aperte le candidature al Premio Mani Tese per il giornalismo investigativo e sociale, progetto che intende sostenere la produzione di inchieste originali su tematiche concernenti gli impatti dell’attività di impresa sui diritti umani e sull’ambiente in Italia e/o nei Paesi terzi in cui si articolano le filiere globali di produzione. 

Obiettivo del Premio è portare alla luce fatti e storie di interesse pubblico finora ancora poco noti e/o dibattuti, con un taglio sia di denuncia sia di proposta.

Come partecipare

La partecipazione è gratuita ed è rivolta a giornalisti indipendenti (singoli o in gruppo) di ogni età e nazionalità.

Per concorrere al Premio è necessario compilare il modulo di iscrizione online nella pagina dedicata, presentando il proprio progetto di inchiesta utilizzando il modulo di partecipazione scaricabile alla pagina stessa e allegando la biografia dei partecipanti.

Il termine di scadenza per l’invio dei progetti è il 28 febbraio 2019. I risultati della selezione saranno annunciati entro il 3 maggio 2019 e i vincitori avranno fino a un massimo di 90 giorni dalla data di comunicazione dell’avvenuta selezione per consegnare/pubblicare l’opera conclusa.

Per informazioni
Segreteria nazionale Mani Tese ONG Onlus
Piazzale Gambara 7/9, 20146 Milano
Mail: advocacy@manitese.it
Tel.: 02 4075165

Una bussola per i volontari

Venerdì 1 marzo alle 16:30, l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova organizza “Una bussola per i volontari“, il secondo incontro del ciclo “Volontariamente giovani“, dedicato alle opportunità di volontariato in Italia e all’estero.

L’appuntamento si svolge nello Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. La partecipazione è gratuita, ma è richiesta la registrazione online.

Prenota il tuo posto

L’incontro

Svolgere un’attività di volontariato è un modo per dedicare una piccola parte del nostro tempo a qualcun altro. Gli ambiti in cui ci si può impegnare sono innumerevoli ed è importante trovare la realtà che ci sta più a cuore in modo tale da riuscire a dare il meglio di noi e sentirci gratificati vedendo i risultati del nostro impegno.

L’evento si propone come momento di incontro tra associazioni che lavorano in ambiti diversi e giovani aspiranti volontari che desiderano dedicarsi a un’attività solidale.

Nel corso dell’incontro le associazioni si presentano e illustrano le diverse opportunità di volontariato offerte. Al termine delle presentazioni, gli interessati possono raccogliere materiale informativo presso gli stand delle associazioni, chiedere ulteriori informazioni direttamente ai rappresentanti ed eventualmente aderire alle iniziative proposte.

La giornata è un’occasione importante per venire a conoscenza degli enti attivi nel territorio che operano in diversi settori del no profit e avere così la possibilità di trovare il progetto di volontariato più vicino ai propri interessi.

Durante il pomeriggio saranno presenti le seguenti associazioni:

Associazione Gioco e Benessere in Pediatria ONLUS

Associazione Gioco e Benessere in Pediatria ONLUS

Dal 1995 offre, ai bambini e ragazzi ricoverati, momenti di gioco ed attività educative necessarie per attivare in loro quelle energie positive utili a promuovere uno stato di benessere favorendone la guarigione.

L’Associazione, oltre a garantire la quotidiana presenza di volontari nei reparti della Pediatria di Padova, assicura anche la presenza di Educatori professionali socio-sanitari che operano ogni giorno in Clinica Pediatrica offrendo programmi individualizzati ed attività educative e ludiche che aiutano bambini e ragazzi a superare la paura delle malattie e lo stress del ricovero, accompagnandoli nella rielaborazione del vissuto di ospedalizzazione e malati.

Età minima richiesta per svolgere volontariato: 22 anni.

ASD OttavoGiorno Onlus

ASD OttavoGiorno Onlus

È un progetto permanente – iniziato nel 1997 con base a Padova – di attività artistiche di danza e teatro che promuove e realizza l’inclusione della diversità. L’Associazione realizza laboratori, seminari, formazioni e percorsi creativi finalizzati alla creazione di performance, spettacoli e video: rappresenta un punto di riferimento locale e nazionale per una danza e un teatro dove le persone, con e senza disabilità, partecipano allo stesso percorso formativo e creativo.

Opera della Provvidenza S. Antonio

OPSA

L’Opera della Provvidenza S. Antonio (O.P.S.A.), fondazione religiosa della diocesi di Padova, è una grande struttura residenziale che accoglie persone con grave disabilità intellettiva accompagnata spesso da altre forme di disabilità.

Ciò che accomuna chi sceglie di fare il volontario all’Opera della Provvidenza S. Antonio è l’amore per l’umanità, un amore che spinge a dedicare del tempo da condividere con chi ha bisogno di compagnia. Diverse forme di volontariato: con gli ospiti, residenziale, nei servizi genenrali e nei servizi professionali.

Associazione Mimosa

Associazione Mimosa

Onlus che promuove l’integrazione sociale delle persone in stato di disagio ed emarginazione sociale, con particolare attenzione a persone che si prostituiscono, vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale o lavorativo, minori e giovani adulti in specifiche condizioni di vulnerabilità.

Attività: unità di contatto notturna, comunità educativa residenziale per minori, iniziative socio-culturali. Tra queste c’è il progetto di rigenerazione urbana “Green line” che ha come obiettivo generale quello di contribuire a migliorare la qualità della vita nella zona della stazione di Padova.

FAI- Fondo Ambiente Italiano

FAI- Fondo Ambiente Italiano

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano è una Fondazione nazionale senza scopo di lucro, che dal 1975 ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano. Oggi il FAI gestisce e mantiene vivi 50 tra castelli, ville, parchi storici, aree naturali e paesaggi di incontaminata bellezza, di cui molti sono già stati aperti al pubblico dopo un accurato restauro.

Il FAI Giovani comprende ragazzi di età compresa tra i 18 e 35 anni che mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze per realizzare progetti ed eventi, proseguendo la mission del FAI, e che diventano momenti di convivialità e riflessione sulla cultura e sull’ambiente anche attraverso la collaborazione con altri enti ed istituzioni.

Legambiente Padova Onlus

Legambiente Padova Onlus

L’associazione opera per la tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente a favore di stili di vita, di produzione e di consumo sostenibili per un equilibrato rapporto tra essere umano e natura.

Le opportunità di volontariato sono varie, dalla partecipazione alle attività dei gruppi di urbanistica, mobilità, “salvalarte” e nella redazione di Ecopolis, fino alle attività meno strutturate, organizzate in mobilitazione su singole campagne, come la lotta all’inquinamento atmosferico o le pulizie nei parchi.

Associazione Metarte

Associazione Metarte

Metaarte è un’associazione che si occupa principalmente di teatro e musica. Lavora nel sociale con laboratori per migranti, per disabili e per le fasce deboli della popolazione.

All’interno di Metaarte esiste un gruppo informale di teatro, “Aulò teatro”, che si occupa principalmente di produrre spettacoli a livello professionale.

Metaarte collabora inoltre con le scuole del territorio per la realizzazione di laboratori teatrali e musicali.

Associazione Popoli Insieme

Associazione Popoli Insieme

Nata ufficialmente il 16 novembre 1990, da un gruppo di volontari che seppero leggere i primi segnali della pressione migratoria in città. Ad oggi, fanno parte di Popoli Insieme cittadini italiani e stranieri, di tutte le età e di tutte le confessioni religiose, indifferentemente.

Dalla semplice volontà di aiutare migranti in stato di difficoltà, l’Associazione giunge nel tempo alla specifica accoglienza di rifugiati politici e detentori di protezione internazionale. A partire al 2014, Popoli Insieme, si è resa disponibile alla gestione di alcune strutture di accoglienza.

Attività svolte: accoglienza di richiedenti asilo, centro di seconda accoglienza, corso di formazione annuale per volontari, progetti e laboratori didattici nelle scuole, gestione di un orto urbano presso il Parco Milcovich di Padova, eventi di raccolta fondi, eventi di sensibilizzazione della cittadinanza, come in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato.

L’Associazione è parte della rete territoriale del Centro Astalli di Roma. A livello locale collabora con realtà del terzo settore (associazioni, cooperative ed enti) soprattutto in materia di accoglienza ed integrazione.

Gruppo Polis

Gruppo Polis

Gruppo Polis è un’unione di Cooperative Sociali che da oltre trent’anni si occupano di persone in difficoltà nel territorio.

Attività previste per i volontari: organizzazione e partecipazione ad eventi e iniziative di raccolta fondi.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani – area Informagiovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: informagiovani@comune.padova.it

Concerto benefico per Down Dadi

Giovedì 10 gennaio, l’OPV – Orchestra di Padova e del Veneto, con il Conservatorio “Pollini” e la Fondazione Bano, presenta “Concerto per Gauguin“, realizzato grazie al sostegno del Lions Club Gattamelata.

Gli incassi andranno a sostegno del progetto “SlowDown Santa Sofia” della Fondazione Vite Vere Down Dadi, per creare una struttura turistica gestita da ragazzi con sindrome di Down a Padova.

Il concerto si terrà presso l’auditorium del Conservatorio “Pollini”, a partire dalle 20:45.

Il progetto

La Fondazione Vite Vere Down Dadi è impegnata in un progetto di ristrutturazione di un edificio in pieno centro storico, da convertire in struttura ricettiva gestita dai ragazzi con sindrome di down e disabilità intellettiva.

SlowDown Santa Sofia” sarà un esempio innovativo di welfare generativo dove due realtà sociali, facendo rete, danno risposte ai propri bisogni. Da un lato la Parrocchia di S. Sofia, che con il comodato alla Fondazione Vite Vere Down Dadi vedrà ristrutturato il sito e darà un forte valore sociale a una struttura abbandonata da molti anni; dall’altro, il Gruppo Down Dadi che offrirà ai ragazzi con disabilità la possibilità di valorizzare le proprie potenzialità in un contesto cittadino e di relazione.

Il concerto

L’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius si confronterà con un programma tutto francese in dialogo con la giovane violinista Beatrice Spina.

Il concerto, infatti, nasce come omaggio alla mostra “Gauguin e gli Impressionisti. Capolavori dalla Collezione Ordrupgaard”, dedicata alla pittura francese del secondo ‘800, visitabile a Palazzo Zabarella fino al 27 gennaio.

L’ingresso prevede un biglietto unico a 20€, acquistabile online sulla piattaforma WebTIC, presso Gabbia Dischi (via Dante, 8) o la sera del concerto al botteghino dell’Auditorium Pollini a partire dalle 20:00.

Gli incassi della serata saranno destinati al progetto “SlowDown Santa Sofia” della Fondazione Vite Vere Down Dadi. Inoltre, il biglietto per il concerto dà diritto a una riduzione sull’acquisto del biglietto per la mostra di Palazzo Zabarella.

Il programma

Orchestra di Padova e del Veneto
Marco Angius, direttore
Beatrice Spina, violino

Maurice Ravel, “Tzigane per violino e orchestra”
Frederick Delius, “Two pieces for small orchestra”
Maurice Ravel, “Pavane pour une infante défunte”
Maurice Ravel, “Ma Mère l’Oye”

Per informazioni
OPV – Orchestra di Padova e del Veneto
via Marsilio da Padova, 19 – 35139 Padova
Tel.: 049 656848 / 656626
Mail: info@opvorchestra.it

Richiesta di personale a supporto dei Comuni della Provincia di Belluno

Anci Veneto, a seguito del forte maltempo che dal 27 ottobre ha colpito la regione, diffonde una richiesta di personale a supporto dei Comuni della Provincia di Belluno.

Gli intensi fenomeni meteorologici hanno generato un diffuso stato di emergenza. La rovinosa caduta di alberi e le numerose frane hanno provocato l’interruzione di molte strade e la sospensione dell’erogazione dell’energia elettrica per diversi giorni, oltre a quella di altri servizi di pubblica utilità quali acquedotti, fognature e gas.

Numerosi Comuni manifestano evidentemente grandi difficoltà e hanno richiesto il supporto di personale per affrontare l’emergenza.

Si chiede di comunicare, con urgenza, la disponibilità di personale, con le qualifiche indicate, all’indirizzo mail anciveneto@anciveneto.org e il periodo di disponibilità (giornate e orari). I nominativi indicati saranno comunicati al Coordinamento Regionale della Protezione Civile al fine di disporre dei turni di supporto ai Comuni interessati.

Il documento allegato contiene le richieste finora pervenute; altri Comuni faranno pervenire ulteriori richieste.

Consulta le richieste

Per informazioni

Anci Veneto

Quando mio figlio mi ha detto di essere gay

Mercoledì 28 novembre, l’A.ge.d.o Veneto – Associazione di Genitori, Parenti ed Amici di persone LGBT+ organizza “Quando mio figlio mi ha detto di essere gay*“, serata informativa per genitori, educatori, parenti e amici di persone LGBT+.

L’incontro si svolgerà alle 20:00 presso la sala Caduti di Nassiriya, in piazza Capitaniato 20.

L’evento

L’appuntamento rientra nella Settimana dell’Informazione Psicologica, promossa dall’Ordine degli Psicologi del Veneto al fine di fornire informazioni gratuite per il benessere di tutti e rivolte a tutta la cittadinanza.

“Cosa significa gay?” “Che vuol dire che mia sorella si identifica come non binaria?” “Perché i miei alunni hanno scritto sul muro Queer?” L, G, B, T, I, Q, A, P… comprendere i nostri figli, alunni e amici non è sempre facile. Nel corso dell’appuntamento si discuterà di identità e orientamento sessuale, dell’importanza del ruolo dei genitori e di come una rete di supporto tra pari sia fondamentale per l’accettazione incondizionata di sé e dei propri cari.

Nel corso della serata, verrà presentato lo sportello gratuito di ascolto dell’Associazione A.ge.d.o rivolto alle ragazze e ai ragazzi LGBT+ e loro genitori, parenti e amici, che si tiene ogni primo mercoledì del mese dalle 17:30 alle 19:00 presso il PG Toselli 3.0.

Interverranno:

  • Dott.ssa Gammino, Psicologa e Sessuologa, Centro Italiano di Sessuologia;
  • Dott.ssa Pinducciu, Dottoressa Magistrale in Psicologia Dinamica, Chrysallis EH. Asociaciones para familias con menores en situacion de transexualidad;
  • Elena De Rigo, Vice Presidente dell’Associazione Territoriale per il Veneto “A.ge.d.o Vicenza” (Associazione di genitori, parenti e amici di persone LGBT+).

Per informazioni

Giorgia Rosamaria Gammino
Agedo Veneto
Tel.: 347 1919060
E-mail: info@lapsicosessuologa.it

Le mafie nel tessuto economico – Incontro con Paolo Borrometi

Lunedì 29 ottobre alle 18:00, Niuko Innovation & Knowledge presenta l’incontro con Paolo Borrometi, “Le mafie nel tessuto economico, oltre gli stereotipi“.

L’incontro si inserisce nell’undicesima edizione del Mese della Formazione ed è realizzato con il patrocinio del Comune di Padova.

L’appuntamento si svolgerà alla Fornace Carotta di via Siracusa, 61. L’ingresso è gratuito, ma è richiesta la registrazione online.

L’incontro

Giornalista siciliano e presidente dell’Associazione Articolo 21, Paolo Borrometi dal 2014 è costretto a vivere sotto scorta a causa delle ripetute minacce ricevute per le coraggiose inchieste sulla presenza della mafia nel tessuto economico: intimidazioni culminate con un tentato attentato fortunatamente scongiurato grazie all’azione della procura di Catania e con un’aggressione ad opera di incappucciati che gli è costata una menomazione alla mobilità della spalla.

Sul suo sito indipendente La Spia.it, Borrometi denuncia ormai da anni gli intrecci tra mafia e politica e gli affari sporchi che fioriscono all’ombra di quelli legali. Dallo sfruttamento e dalla violenza che si nascondono dietro la filiera del pomodorino Pachino Igp alla compravendita di voti, dal traffico di armi e droga alle guerre tra i clan per il controllo del territorio.

I nemici dello Stato contano sul silenzio per assicurarsi l’impunità, e sono disposti a tutto per mettere a tacere chi rompe quel silenzio. Perché il potere della mafia, come diceva Paolo Borsellino, è anche un fenomeno sociale, fatto di atteggiamenti e mentalità passive contro cui l’unico antidoto è l’esempio della resistenza e della lotta.

Con la sua coraggiosa testimonianza, in dialogo con Claudio Malfitano, giornalista de Il Mattino di Padova, ci aiuterà a riflettere sulle nuove forme di penetrazione delle mafie nel tessuto economico, al Sud come nel Nord,  fra i temi al centro del suo nuovo libro “Un morto ogni tanto. La mia battaglia contro la mafia invisibile” (Solferino Libri, 2018), in uscita proprio in questi giorni.

Per informazioni

Niuko – Innovation & Knowledge S.r.l
Via G. Marconi, 103 – Altavilla Vicentina (Vi)
Tel.: 049 8227500
E-mail: info@niuko.it