Archivi tag: sociale

Concorso – I cambiamenti climatici

concorso_cambiamenticlimatici

L’associazione Shylock Centro Universitario Teatrale di Venezia, con la collaborazione del webmagazine Comete, bandisce un concorso internazionale di comunicazione e creatività per opere edite e inedite aventi per tema “I cambiamenti climatici”.

L’iniziativa è promossa allo scopo di valorizzare e stimolare la sperimentazione della scrittura e dell’espressione creativa sul tema dei cambiamenti climatici, con la possibilità di utilizzare diversi generi, modalità e supporti, proponendo qualsiasi tipo di interpretazione culturale e stilistica.

Gli organizzatori invitano i candidati ad approfondire in modo particolare un approccio costruttivo e propositivo, attraverso la valorizzazione e la produzione di racconti, testimonianze, proposte artistiche e comunicative a sfondo realistico o dettate dall’immaginazione che contribuiscano a disegnare il futuro e le possibili modalità di convivenza tra uomini, mondo naturale ed effetti del cambiamento del clima a livello planetario.

Il concorso, giunto alla sua terza edizione, richiamandosi alla pubblicazione della sintesi finale 2014 del Quinto rapporto di valutazione dell’IPCC, intende sottolineare l’attenzione per le strategie di adattamento e mitigazione, volte a contrastare e limitare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici.

Il concorso

Sono previste due sezioni tematiche:

  1. CLIMATECHANCE – Opportunità nel cambiamento
  2. WWW WHEN WATER WINS – Quando l’acqua vince – Acqua e cambiamenti climatici

Tipologia

  • Scrittura. Possono essere candidati elaborati di scrittura di qualsiasi genere e stile e di lunghezza diversa in relazione al tipo di opera. Nessun limite di lunghezza è previsto per le opere già edite. Per le opere inedite sono previsti i limiti seguenti: per la narrativa breve e la poesia o testi brevi di qualsiasi altra natura la lunghezza massima prevista è di
    30000 (trentamila) caratteri spazi inclusi, corrispondenti indicativamente a quindici cartelle di 2000 (duemila) caratteri ciascuna; per i piccoli libri la lunghezza massima prevista è di 100000 (centomila) caratteri spazi inclusi, corrispondenti indicativamente a cinquanta cartelle di 2000 (duemila) caratteri ciascuna. Non è previsto nessun limite minimo di lunghezza dei testi. Le opere dovranno essere in lingua italiana o, nel caso di candidati di nazionalità straniera ed esclusivamente per le opere entro i 10.000 (diecimila) caratteri (indicativamente cinque cartelle di duemila caratteri spazi inclusi ciascuna), le stesse potranno essere in lingua inglese, possibilmente con allegata una sinossi in italiano. Per le
    opere di testo che superano la lunghezza dei 10000 (diecimila) caratteri, è tassativa la candidatura in lingua italiana originale o sottoforma di traduzione.
  • Altri tipi di opere. Possono essere candidate opere rappresentative e comunicative realizzate attraverso le tecniche e le modalità espressive più diverse, su supporti digitali e/o materiali di qualsiasi tipo. A solo titolo esemplificativo, ma non esaustivo, sono candidabili: opere di immagine e fotografia, realizzate con tecniche tradizionali, digitali o miste, su qualsiasi tipo di supporto, opere di shirt art, fashion art, street art, video, animazioni, danza, musica e altro. Nel caso di opere non asportabili per dimensioni o tipologia (ad esempio opere di street art, opere dal vivo come danza, musica e opere miste) si richiede l’invio di documentazione digitale (foto, video, file musicali) e un testo di spiegazione a commento dell’elaborato.

La partecipazione

Possono partecipare al concorso tutti gli autori di qualsiasi nazionalità che abbiano compiuto la maggiore età al momento della scadenza (15 aprile 2015) della consegna degli elaborati, esordienti o affermati, con o senza precedenti esperienze di scrittura o pubblicazione editoriale e/o creazione di opere di qualsiasi genere e pubblicazione delle stesse.

Per le modalità di partecipazione si rimanda al bando allegato.

Per partecipare al concorso è richiesto il versamento di una quota di iscrizione e contributo per spese di segreteria di 10,00 € valido in soluzione unica per qualsiasi numero di opere candidate (da una a più opere), indipendentemente dalla sezione o dalle sezioni di partecipazione.
Scarica la locandina

 

Scarica il bando

Per informazioni

Mail Shylock: concorso@cut.it
Mail Comete: concorso@comets.it

Incontri in Viaggio – Turismo responsabile

incontrinviaggio_sostenibile

Martedì 17 marzo alle 17:30 l’Ufficio Progetto Giovani presenta il terzo appuntamento con Incontri in Viaggio a cura dell’area Spazio Europa.

Protagonista di questo appuntamento è la cooperativa ViaggieMiraggi per parlare di turismo responsabile. Con Paola Peretti, responsabile di ViaggieMiraggi. E con la testimonianza di Roberto Tommasi, referente e guida di turismo responsabile per il viaggio in Messico della cooperativa.

La partecipazione è gratuita ma è consigliata l’iscrizione. L’incontro è aperto a tutti ma sarà data precedente alle persone con meno di 35 anni.

Vai al modulo di registrazione

Turismo Responsabile

La cooperativa Viaggi e Miraggi organizza, da più di 20 anni, viaggi di turismo responsabile con lo scopo di viaggiare secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture.

Il viaggio viene inteso come esperienza di visita e scambio solidale con le comunità e i progetti di sviluppo sociale, in sinergia con il commercio equo e solidale.

Il viaggio in Messico, in particolare nella regione del Chiapas, è un esempio di viaggio che meglio rappresenta l’unione tra visita classica del paese (archeologia, storia e natura) e la conoscenza dello stato sociale attuale; una Regione dal volto indigeno, terra affascinante e ricca di storia e cultura, teatro di importanti vicende storiche e politiche.

Incontri in Viaggio

L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Padova promuove la mobilità giovanile attraverso numerose attività.

Questo ciclo di incontri rivolto ai giovani presenta varie esperienze di viaggio approfondendo le sue diverse valenze con l’obiettivo di trasmettere la multifunzionalità del viaggiare e far comprendere che la mobilità, oltre che un’opportunità di conoscenza e di approfondimento interculturale, è uno strumento di (auto)formazione e di apprendimento trasversale, in grado di generare trasformazione, cambiamento, crescita.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani – area Spazio Europa
via Altinate, 71 – 35121 Padova
tel. 049 8204722
mail: scambi@comune.padova.it

Workshop per imprese – Modelli di responsabilità sociale e inclusione sociale

workshop_fratellidelluomo

Presso la Sala Convegni, Camera di Commercio di Padova (Piazza Insurrezione 1a), il 13 e il 19 marzo 2015, dalle 10:00 alle 14:00 si terrà il workshop gratuito “Usa le idee, valorizza le risorse e ottimizza il tuo denaro: modelli di responsabilità sociale d’impresa e inclusione sociale nel 2015”.

Nel workshop, organizzato in collaborazione dalle Associazioni Fratelli dell’Uomo Onlus, Granello di Senape Padova e Psicologo di Strada, verranno presentate delle strategie per attuare in modo efficiente e conveniente dei modelli di responsabilità sociale d’impresa che tengano conto dell’andamento dell’attuale mondo del mercato ma anche del tessuto sociale in cui l’impresa stessa è radicata. In quest’ottica, una parte fondamentale del workshop sarà dedicata al tema dell’inclusione sociale di soggetti deboli attraverso delle indicazioni fattuali connesse alla sfera normativa e psicologica.

Relatori e temi trattati

Elena Pisano – Responsabile Area Relazioni Esterne, reti territoriali e social responsibility, Associazione Fratelli dell’Uomo Onlus

  • Che cosa significa adottare una politica di responsabilità sociale d’impresa
  • Quali sono i benefici economici e comunicativi della RSI
  • Come definire un piano RSI, con il coinvolgimento dei dipendenti e dei clienti
  • Facilitazioni fiscali (detrazione fiscale per contributi al no profit) come applicarle e possibili bandi a cui aderire
  • Alcuni esempi vincenti e perdenti

Laura Baccaro – formatrice, presidente Associazione Psicologo di Strada

  • Il significato del lavoro per il detenuto e per chi sta per uscire dal carcere. Confronto tra opportunità e difficoltà
  • Le problematiche psico-sociali d’inserimento lavorativo
  • Le questioni d’inserimento lavorativo legate all’organizzazione carceraria e di gestione della pena
  • Che responsabilità e rischi ha l’azienda se assume un lavoratore detenuto
  • Gli sgravi fiscali e contributivi per l’inserimento lavorativo di detenuti ed ex detenuti. Quali sono e come ottenerli

Come partecipare

È possibile iscriversi al workshop compilando l’apposito modulo online entro il 28 febbraio.

Al fine di impostare un workshop che tenga conto delle conoscenze pregresse e delle caratteristiche dell’impresa che intende partecipare, è richiesta la compilazione di un breve questionario.

Per informazioni 

Chiara Bottaro – Associazione Fratelli dell’Uomo Onlus
Via Citolo da Perugia 35, Padova
Tel. 3289413784
Mail: chiara.bottaro@fratellidelluomo.org

Interreligious 2015

csv_padova

Fino al 15 marzo, Padova ospita Interriligious 2015, la rassegna dedicata al dialogo tra le diverse religioni.

Cinema, parole e arte sono tra le principali vie di comunicazione del nostro tempo per promuovere la convivenza civile, il dialogo interculturale e interreligioso, quali patrimoni da trasmettere alle nuove generazioni, per conoscere, approfondire e vivere una cultura di rispetto e di pace che possa essere foriera di un mondo migliore.

Interreligious 2015 è reso possibile grazie al Centro Universitario, CSV Padova, Multisala MPX, Comune di Padova, Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata e il Centro Interdipartimentale di Studi Interculturali e delle Migrazioni dell’Università degli Studi di Padova.

Programma completo

 

Per informazioni

Centro universitario padovano
Via Zabarella 82 – 35121 Padova
Tel. 049 8764688
Mail: info@centrouniversitariopd.it

Career forum Diversitalavoro

diversitalavoro

Il 25 e il 26 febbraio 2015, presso l’Università di Padova (ex Fiat, via Venezia, 12)  si terrà la XVII edizione del career forum Diversitalavoro rivolto a persone con disabilità, iscritte alle categorie protette, di origine straniera e transgender.

Diversitalavoro

L’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) ha rilevato che l’accesso all’occupazione è il momento in cui si verifica la maggior parte delle discriminazioni: riguardano soprattutto l’età (47,8%) e l’etnia (37,7%). È fondamentale promuovere occasioni ed iniziative che garantiscano le pari opportunità per tutti e che permettano l’incontro virtuoso tra domanda e offerta di lavoro.

Diversitalavoro è il Career Forum delle pari opportunità che dal 2007 facilita l’accesso al mercato del lavoro a persone con disabilità, appartenenti alle categorie protette, di origine straniera e transgender, coinvolgendo Imprese e Istituzioni. Più volte all’anno le imprese partecipanti al progetto hanno l’opportunità di incontrare i candidati selezionati in base ai profili richiesti.

Le 18 edizioni di Diversitalavoro realizzate in tutta Italia tra il 2007 e il 2014 hanno visto la partecipazione di più di 70 imprese e di oltre 12.000 candidati.

Diversitalavoro – dopo essere stato riconosciuto come best practice di riferimento internazionale in tema di Diversity & Inclusion – raggiungerà per la prima volta la città di Padova per poi tornare a Napoli, Catania, Milano e Roma.

Programma

25 febbraio

Richiesta la registrazione dal sito diversitalavoro.it

Giornata dedicata alla preparazione al Career Forum:

  • CV Check
  • Seminari

26 febbraio

Accesso libero

09.30 – 16.30 

  • Convegno di apertura con testimonianze dirette
  • Incontri e possibilità di colloqui individuali con i manager di importanti aziende
  • Workshop
Scarica la locandina

Per informazioni

Dioversitalavoro
Mail: info@diversitalavoro.it
Tll: 02 36643483

In mostra i disegni degli internati nei lager nazifascisti

mostra_disegnilager

Dal 22 gennaio al 22 febbraio 2015, al primo piano del Centro Culturale Altinate San Gaetano, è aperta al pubblico la mostra “K.Z. Disegni degli internati nei campi di concentramento nazifascista”.

Realizzata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili – Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, in collaborazione con la casa editrice BeccoGiallo, la mostra espone 150 disegni degli internati nei campi di concentramento nazifascisti.

A settant’anni dalla liberazione del campo di Auschwitz-Birkenau, si vuole riflettere sull’atrocità dell’olocausto attraverso il frutto di un lavoro che Arturo Benvenuti ha intrapreso quasi quarant’anni fa, quando, a bordo del suo camper, ha percorso l’Europa visitando biblioteche, archivi, musei, ecc. in cerca di testimonianze autentiche di quelle terribili esperienze.

L’Assessorato alle Politiche Giovanili ha fortemente voluto questa esposizione con la convinzione che il linguaggio delle illustrazioni e dei disegni – quasi sempre clandestini e sottratti agli aguzzini – possa più di molte parole raccontare quei momenti vissuti da un popolo intero attraverso il sacrificio di milioni di individui: un linguaggio che parla a persone di ogni età e ogni estrazione culturale.

Per dirla con le parole di Primo Levi dalla prefazione inedita al volume “K.Z. Disegni degli internati nei campi di concentramento nazifascisti”:

«[…] a descrivere quell’orrore, la parola risulta carente. Le immagini qui riprodotte non sono un equivalente o un surrogato: esse […] dicono quello che la parola non sa dire. Alcune hanno la forza immediata dell’arte, ma tutte hanno la forza cruda dell’occhio che ha visto e che trasmette la sua indignazione»Primo Levi

L’ingresso alla mostra è libero gratuito dal martedì alla domenica dalle 9:00 alle 19:00.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Incontro – Incroci di civiltà e forme di disagio

unipd

Il Master in Studi Interculturali dell’Università di Padova organizza, per il 16 gennaio, un incontro sul tema della libertà religiosa dal titolo “Libertà religiosa e pluralismo culturale. Incroci di civiltà e forme di disagio“.

L’articolazione dell’incontro, che si svolgerà nell’aula Bortolami del Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità di via Vescovado 30 a Padova, prevede una sessione di lavoro dalle 15.00 alle 17.30. Avrà la forma di una riflessione aperta in cui, come in un articolato brainstorming collettivo, si faccia il punto della problematica e sia possibile mettere a fuoco ipotesi di approfondimento e d’intervento.

Un tema che abbraccia la dimensione dei diritti umani, il quadro delle carte costituzionali e dei principi ad esse relativi, ma anche tutta la dimensione del pluralismo culturale e l’insieme di concetti con i quali si tenta di interpretarne e governarne le tendenze. In uno scenario culturalmente caotico, lo sviluppo della crisi e l’inasprimento della condizione generale d’incertezza chiedono di rimettere in discussione le cornici interpretative fin qui utilizzate e consolidate per costruire nuove prospettive, facendo in modo che torni ad essere chiaro il profilo delle effettive poste in gioco.

Interverranno

  • Stefano Allievi, Docente di Sociologia dell’Università di Padova, Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Sociologia, Direttore del Master in Studi sull’Islam d’Europa
  • Don Albino Bizzotto, Fondatore dell’associazione “Beati i Costruttori di Pace”, attivo sul territorio padovano e in campo internazionale sui temi della pace, del disarmo e della difesa dei diritti umani
  • Adone Brandalise, Docente di Teoria della Letteratura dell’Università di Padova, Delegato del Rettore per l’Intercultura, Direttore del Master in Studi Interculturali
  • Amina Crisma, Sinologa, Docente di Filosofie dell’Asia Orientale all’Università di Bologna, membro dell’Associazione Italiana Studi Cinesi (AISC)
  • Silvia Failli, Docente di Psicologia della Scuola Secondaria, vice-direttore del Master in Studi Interculturali dell’Università di Padova
  • Marco Ferrero, Avvocato ASGI (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione), Docente di diritto dell’immigrazione all’Università Cà Foscari di Venezia
  • Don Elia Ferro, Responsabile della Pastorale dei Migranti della Diocesi di Padova, Parroco della Chiesa del Santissimo Nome di Gesù, meglio conosciuta come Tempio della Pace
  • Annalisa Frisina, docente di Metodologie e Tecniche della Ricerca Sociale dell’Università di Padova, Membro di InteRGRace – Interdisciplinary/Intersectional Group on Race and Racism
  • Marcello Ghilardi, Docente di Filosofia della Scuola Secondaria, studioso di Filosofia Orientale, Collaboratore della Cattedra di Estetica dell’Università di Padova
  • Kamel Layachi, Imam, Responsabile del centro islamico di San Donà di Pieve (VE), già Presidente del Consiglio Islamico di Vicenza Onlus e Responsabile della Comunità Islamica del Triveneto
  • Vincenzo Pace, Docente di Sociologia delle Religioni e di Religioni e Società dell’Università di Padova, Direttore del Centro Interdipartimentale di Studi Interculturali e delle Migrazioni, coordinatore del Gruppo di ricerca LABREL (Laboratorio Religioni)
  • Marco Paggi, avvocato esperto di diritto del lavoro e di diritto degli stranieri e dei richiedenti asilo, docente del Master in Studi Interculturali
  • Donatella Schmidt, Docente di Etnologia dell’Università degli Studi di Padova

Per informazioni

ImmaginAfrica | Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità – Università degli Studi di Padova
Via del Santo, 26 35123 Padova (Pd)
T. +39 049 8274080