Archivi tag: sondaggio

Che valore ha la letteratura oggi?

La casa editrice Neri Pozza invita a compilare un questionario dedicato al valore della letteratura e al ruolo degli scrittori nella società attuale.

Le risposte, trattate in modo anonimo ed elaborate insieme a quelle di centinaia di altre persone, consentiranno di definire un quadro della lettura in Italia.

I risultati saranno elaborati nel giro di qualche settimana e sarà possibile, per ogni lettore, accedere a una pagina personalizzata in cui confrontare le proprie risposte con i principali risultati della ricerca.

La compilazione richiede 8-10 minuti e può essere effettuata da computer, tablet o smartphone.

Compila il questionario

Il book club Neri Pozza di Padova

Nel 2014 l’Ufficio Progetto Giovani ha richiesto alla casa editrice di fondare il book club padovano di Neri Pozza. Il gruppo di lettura era, all’epoca, il quarto book club italiano, dopo quelli di Milano (nato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura), Roma (con l’Assessorato alla cultura e la Casa delle letterature) e Torino (con le Biblioteche civiche).  Sono nati poi, nel 2015, quelli di Vicenza (in collaborazione con la biblioteca Bertoliana) e di Verona (con il Teatro Nuovo).

Come per gli altri gruppi di lettura Neri Pozza, i 20 iscritti di Padova leggono in anteprima le opere in bozza, già editate e non modificabili in alcun modo, a un solo scopo: quello di contribuire alla discussione attorno alle opere e alla loro ricezione.

Sul blog della casa editrice è consultabile l’elenco degli oltre 50 libri discussi in questi anni.

Il book club cerca nuovi lettori!

Hai meno di 35 anni? Ti ritieni un lettore forte e vorresti entrare a far parte di un gruppo di lettura? Per maggiori informazioni e per proporre la tua candidatura, scrivi una mail a neripozzabookclubpadova@gmail.com.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35141 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Sondaggio Generation What

iSondaggio

Generation What è un programma interattivo prodotto da France Télévisions, Upian, e Yami 2, in collaborazione con l’EBU e 14 emittenti europee. In sostanza, si tratta di un’evoluzione della produzione Génération Quoi, un sondaggio su larga scala condotto in Francia nel 2013 per disegnare il ritratto dell’attuale generazione della fascia di età 16-34 anni.

Questa volta, 11 paesi si sono uniti con lo scopo di rendere il programma un evento davvero europeo: Germania, Austria, Belgio, Spagna, Italia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Galles (Regno Unito), Repubblica Ceca e Grecia.

Il programma

Il programma è suddiviso in tre parti:

  • un questionario on-line, disponibile nei paesi europei partecipanti e progettato con l’aiuto di sociologi. Lo scopo del questionario è quello di sondare ambizioni, speranze e paure di questa generazione;
  • il ritratto statistico della gioventù italiana, composto dalle loro video testimonianze e aggiornato in tempo reale con i dati raccolti tramite il questionario;
  • il ritratto statistico della gioventù europea, composta dalle testimonianze di giovani di tutti i paesi partecipanti e aggiornato in tempo reale con i dati raccolti tramite il questionario, così come una mappa infografica per il confronto di risposte per paese su scala europea.

Come funziona il ritratto

Al fine di disegnare il ritratto della generazione 16-34 anni, abbiamo deciso di optare per un approccio a tre livelli:

  • un approccio quantitativo, in base ai risultati del questionario;
  • un approccio qualitativo, sulla base di video documentari;
  • un approccio comparativo, in base alla dimensione europea del progetto, tra cui video e una mappa interattiva.

Tutte le 149 risposte alle domande del sondaggio sono registrate e visualizzabili in tempo reale. È possibile visualizzare tutte le risposte qui Generation What? Italia e qui Generation What? Europa.

Abbiamo diviso le domande del sondaggio in 21 temi, che vanno dalle reazioni alla crisi economica ai sentimenti, attraverso i rapporti con i genitori o le disuguaglianze. È possibile visualizzare tutti i video qui per l’Italia e qui per il confronto con l’Europa.

Per completare il ritratto, abbiamo chiesto agli utenti di Internet che hanno partecipato al sondaggio di suggerire una parola per definire la loro generazione, in un modo diverso da “Generazione Y” “Generazione Facebook”, “Generazione Hard Times”, “Generation Endgame” – gli utenti sono liberi di suggerire quello che vogliono, a patto che il concetto o la parola sia lunga meno di 25 caratteri.

Per informazioni

Per maggiori informazioni consultare la pagina web dell’iniziativa.