Archivi tag: storia

Incontro preparatorio al Viaggio della Memoria

Martedì 8 gennaio l’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova incontra tutti gli studenti e i docenti accompagnatori che parteciperanno al Viaggio della Memoria 2019, in programma dal 13 al 16 gennaio e dal 24 al 27 febbraio 2019.

L’appuntamento si svolgerà presso l’auditorium del Centro Culturale Altinate San Gaetano, dalle 15:00 alle 17:00.

L’incontro

L’appuntamento prevede una breve lezione introduttiva dal titolo “L’Europa tra le due guerre“, a cura di Giulia Albanese, professoressa professoressa associata di Storia Contemporanea presso l’Università di Padova.

Seguiranno gli interventi della delegazione che accompagnerà i ragazzi in viaggio, composta dall’ingegnere Davide Romanin Jacur, dalla professoressa Chiara Saonara e da Luciana Amadio Perlasca. Sarà un momento di riflessione sui temi della cultura ebraica, della Shoah e del valore e dell’esempio dei Giusti, argomenti che verranno poi approfonditi durante le lezioni in pullman, che si trasformerà per l’occasione in una vera e propria “aula viaggiante“.

Infine, l’agenzia La Rosa Blu, chiarirà gli aspetti più strettamente organizzativi quali gli orari, i programmi di visita e i trasferimenti in pullman.

Il Giorno della Memoria

Con la legge n. 211 del 20 luglio 2000 è stato istituito il Giorno della Memoria, al fine di ricordare il dramma della Shoah e tutti coloro che sono stati vittima delle leggi razziali, tra cui gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte e quanti, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

Dal 2005, il Comune di Padova realizza il Viaggio della Memoria, per avvicinare gli studenti a questi temi e sensibilizzarli al ruolo di rappresentanti della propria scuola e della città nei luoghi che si andranno a visitare. Allo stesso modo, al ritorno, sono invitati a farsi testimoni di quanto visto, ascoltato, pensato e provato durante il Viaggio.


Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: segreteria.scuolemediesuperiori@comune.padova.it

Lezioni di Storia – I volti del potere

Il Comune di Padova promuove “Lezioni di Storia. I volti del potere“, ciclo di appuntamenti dedicato ai grandi protagonisti dell’età moderna e contemporanea, raccontati da autorevoli storici e studiosi.

Gli ospiti dei sei appuntamenti sono Alessandro Barbero, Ferdinando Fasce, Angelo D’Orsi, Emilio Gentile, Loris Zanatta e Domenico Quirico. Ogni lezione verrà introdotta da un giornalista de “Il Mattino di Padova“.

Il ciclo è realizzato dagli Editori Laterza in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto.

Il calendario

Le lezioni si svolgeranno di domenica alle 11:00, al Teatro Verdi di Padova. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

L’ufficio Progetto Giovani offre la possibilità di riservare dei posti per gli studenti delle scuole secondarie superiori. Per informazioni e prenotazioni, scrivere a segreteria.scuolemediesuperiori@comune.padova.it.
4 novembre11 novembre18 novembre2 dicembre9 dicembre16 dicembre

Alessandro Barbero

Napoleone tra libertà e tirannide

Ferdinando Fasce

Lincoln e l’emancipazione degli schiavi

Angelo D’Orsi

Lenin il rivoluzionario “di professione”

Emilio Gentile

Mussolini e il fascismo

Loris Zanatta

Fidel Castro l’ultimo re cattolico

Domenico Quirico

Bin Laden e il terrorismo

Scarica il programma completo

Le Lezioni di Storia

Rigore scientifico e capacità di comunicare, appassionare, incuriosire: i migliori storici salgono sul palcoscenico per parlare al grande pubblico e raccontare i grandi personaggi dell’età moderna e contemporanea.

Incantato da un linguaggio chiaro e avvincente, in luoghi sempre speciali, il pubblico ha la possibilità di conoscere in presa diretta le vicende delle nostre città, i grandi avvenimenti contemporanei dell’Italia e del mondo, gli eventi che hanno impresso svolte radicali, i personaggi che sono stati protagonisti della grande storia.

Dall’Impero romano ai nostri anni, portati per mano attraverso i secoli, in tanti hanno scoperto perché un episodio anche lontano nel tempo possa spiegare il nostro presente e dia risposte al bisogno di memoria. Le “Lezioni di Storia” sono partite da Roma per approdare a Milano, Torino, Genova, Firenze, Trento, Rovereto, Trieste e anche Londra e Dublino. Grazie alla collaborazione tra gli Editori Laterza e il Teatro Stabile del Veneto, arrivano anche a Padova.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
E-mail: segreteria.scuolemediesuperiori@comune.padova.it

Teatro Verdi – Teatro Stabile del Veneto
via dei Livello, 32 – 35139  Padova
Telefono 049 8777011
E-mail: info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it

La costruzione narrativa della Storia – Giornata di studi

Mercoledì 12 settembre il DiSSgeA – Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova organizza la giornata di studi “La costruzione narrativa della Storia“.

La conferenza si svolgerà dalle 10:30 alle 18:30, presso la Sala Bortolami di Palazzo Jonoch Gulinelli, in via del Vescovado, 30. La partecipazione è libera e gratuita.

Il convegno

Nel secondo Novecento si assiste a una radicale svolta nella prassi storiografica e nella riflessione teorica a essa connessa. Alla crisi del paradigma positivista, e con esso del mito dell’oggettività storica, si accompagna l’emergere di un nuovo ordine di questioni, che riguardano il legame tra storia, finzione narrativa e memoria collettiva.

La consapevolezza di questi problemi di metodo appartiene, a ben vedere, anche ad altre epoche della storiografia, per quanto le soluzioni ogni volta formulate non siano del tutto assimilabili le une alle altre. È per questa ragione che la giornata di studi non si limiterà alla storiografia contemporanea, ma guarderà anche all’influsso di questo dibattito su altre aree disciplinari, quali la storiografia antica e rinascimentale.

Interverranno:

  • il prof. Giancarlo Alfano;
  • il prof. Stephen Oakley;
  • la prof.ssa Annalisa Oboe;
  • la dott.ssa Olga Retziou;
  • la prof.ssa Maria Veronese;
  • il prof. Alfredo Viggiano.

La conferenza è organizzata e promossa dall’Associazione Alumni della Scuola Galileiana. L’iniziativa è stata patrocinata da: DiSSGeA, DiSLL, Associazione degli Amici dell’Università di Padova, Alumni dell’Università degli studi di Padova, Centro Interdipartimentale di Ricerca “Studi Liviani”.

Scarica la locandina

Per informazioni

DiSSgeA – Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità
Pier Giovanni Adamo – piergiovanni.adamo@phd.unipd.it
Vincenzo Casapulla – vincenzo.casapulla@sns.it
Marco Malvestio – marco.malvestio@phd.unipd.it

Paolo Pombeni – Che cosa resta del ‘68

Mercoledì 31 gennaio alle 18:00, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova ospita il professor Paolo Pombeni per la presentazione del saggio “Che cosa resta del ’68“(Il Mulino), un bilancio di quegli anni che si sofferma su una transizione di civiltà di dimensioni epocali, che si sarebbe manifestata appieno soltanto più tardi. Dialoga con l’autore il professor Marco Almagisti.

L’incontro si svolge presso lo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. L’ingresso è libero e gratuito.

L’appuntamento rientra tra le iniziative realizzate in occasione della mostraIn Movimento. La nostra Storia dal 1960 a oggi“, dedicata alla storia del movimento studentesco e visitabile fino all’11 febbraio al primo piano del Centro.

Il libro

L’eredità di quanto si manifestò nel ’68 non è nelle risposte e nelle proposte che allora furono elaborate. È davvero nella ripresa di quel grido, profetico al di là di quel che allora si percepiva: questo non è che l’inizio.

Il sistema scolastico, il lavoro, la cultura capitalista, la Chiesa, il ruolo della donna, la politica: come movimento di massa il Sessantotto intercettò i problemi innescati da un mondo che stava cambiando, e con la sua forte carica contestataria mise in discussione ogni singolo ambito della vita sociale. Se le risposte che diede furono spesso velleitarie o sbagliate, esso tuttavia registrò e accompagnò quella transizione di civiltà di dimensioni epocali che si sarebbe manifestata appieno più tardi e che oggi ci sfida prepotentemente.

L’autore

Paolo Pombeni, professore emerito presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Bologna.

Con il Mulino ha pubblicato tra l’altro “Il primo De Gasperi” (2007), “La ragione e la passione. Le forme della politica nell’Europa contemporanea” (2010), “Giuseppe Dossetti” (2013) e “La questione costituzionale in Italia” (2016).

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel: 049 8204742
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Sfiorando il muro – Proiezione del documentario di Silvia Giralucci

Domenica 21 gennaio alle 17:30, l’Ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova presenta la proiezione del documentario “Sfiorando il muro” di Silvia Giralucci, figlia di Graziano Giralucci, vittima delle Brigate Rosse.

La proiezione si terrà presso l’auditorium del Centro Culturale Altinate San Gaetano. L’ingresso è libero e gratuito.

L’appuntamento rientra tra le iniziative realizzate in occasione della mostra “In Movimento. La nostra Storia dal 1960 a oggi“, dedicata alla storia del movimento studentesco e visitabile fino all’11 febbraio al primo piano del Centro.

Il documentario

Nel 1974, Silvia Giralucci ha solo tre anni quando suo padre Graziano, militante dell’Msi, viene assassinato dalle Brigate Rosse nella sede dell’Msi di via Zabarella a Padova. L’evento segnerà vivamente l’esistenza di Silvia, provocando in lei un profondo vuoto affettivo, materiale e sociale, ma anche politico.

Il ricordo di una scritta che la regista vedeva campeggiare sul muro di fronte alla casa della nonna e il ritrovamento negli archivi di famiglia di alcuni filmati in Super8 diventano lo spunto iniziale per un viaggio nel passato e nella memoria storica del nostro Paese, ripercorrendo gli anni del terrorismo anche attraverso interviste ai protagonisti di un’epoca che mostra ancora diversi lati oscuri.

Una riscoperta della Padova degli anni ‘70, divisa dalle lotte fra i vari gruppi politici.

Per informazioni

Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35121 Padova
Tel: 049 8204742
Mail: progettogiovani@comune.padova.it

Anna Foa incontra gli studenti di Padova

porticodottavia_foa_berton

Giovedì 25 febbraio, per chiudere la riflessione che gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado hanno intrapreso nelle scorse settimane partecipando al viaggio della Memoria, la storica Anna Foa è ospite di Progetto Giovani Padova per incontrare i giovani della città.

Partendo da Portico d’Ottavia 13. Una casa del ghetto nel lungo inverno del ’43, il saggio che ha dedicato al rastrellamento tedesco-fascista della notte del 16 ottobre nel Ghetto di Roma, in un incontro a porte chiuse, la professoressa discute con gli studenti delle emozioni e della razionalità dello storico, per chiarire il metodo e soprattutto il senso del suo lavoro dedicato alla memoria.

Anna Foa

Storica moderna, scrittrice, intellettuale ebrea impegnata da sempre sul fronte della Memoria, Anna Foa ha da poco lasciato l’insegnamento presso la Facoltà di Lettere della Sapienza di Roma, ma continua a incontrare gli studenti italiani. Specialista di storia della cultura, storia della mentalità e storia ebraica, ha dedicato lavori significativi agli eretici nello Stato della Chiesa, alla figura di Giordano Bruno e alle vicende degli ebrei europei dal Trecento all’Ottocento. Quest’ultimo filone d’indagine la ha poi portata a inoltrarsi ancor più nell’età contemporanea con una storia “globale” degli ebrei tra la fine dell’Ottocento e gli anni Settanta del secolo scorso (Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento, Laterza, Roma-Bari 2009). È infine co-autrice, insieme ad Anna Bravo e Lucetta Scaraffia, di un manuale di storia per le scuole superiori (I nuovi fili della memoria. Uomini e donne della storia, Laterza, Roma-Bari 2003).

Primo Levi e il problema storico della testimonianza

primo levi

Giovedì 18 febbraio alle ore 15:00, il Centro di Ateneo per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea organizza un seminario dal titolo “Primo Levi e il problema storico della testimonianza“.

Il programma prevede gli interventi di:

  • Walter Barberis (Università di Torino)
    Aleatorietà della testimonianza
  • Stuart Wolf (Università Ca’ Foscari Venezia)
    Primo Levi e la storia
  • Pier Vincenzo Mengaldo (Università di Padova)
    Se questo è un uomo e La tregua: due strutture narrative
  • Annette Wieviorka (CNRS, Parigi)
    Le statut du témoin chez Primo Levi

L’incontro si terrà presso l’archivio Antico di Palazzo Bo in via VIII Febbraio, 2. L’ingresso è libero fino all’esaurimento dei posti disponibili in sala.

Per informazioni

Centro di Ateneo per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea
Palazzo Bo
via VIII febbraio 1848, 2 – 35122 Padova
Tel: 049 827 3331
Fax: 049 827 3332
E-mail: casrec@unipd.it