Archivi tag: università

Istituto Italiano per gli Studi Storici – borse di studio

L’Istituto Italiano per gli Studi Storici di Napoli apre il bando per le borse di studio per l’anno accademico 2019/2020, rivolto a giovani laureati e dottorandi in discipline storiche, filosofiche e letterarie.

Il bando

Il bando prevede l’erogazione delle seguenti borse di studio:

  • 14 borse dell’importo di 12.000,00 € lordi ciascuna; per i residenti nella Regione Campania l’importo è di € 9.700,00 lordi;
  • 1 borsa offerta dall’Università degli Studi di Napoli per laureati nelle università italiane con una tesi di argomento medievistico, dell’importo di 10.300,00 € lordi;
  • 1 borsa offerta dal Pio Monte della Misericordia, dell’importo di 10.000,00 € lordi, per una ricerca su «Le Sette Opere di Misericordia nei documenti dell’Archivio storico del Pio Monte della Misericordia di Napoli».

L’importo della borsa di studio viene erogato ai vincitori in più rate, per la durata di 12 mesi a partire da novembre 2019.

Ai borsisti è richiesto di risiedere a Napoli per la durata dei corsi e dei seminari organizzati dall’Istituto; per il restante periodo dell’anno accademico i borsisti possono svolgere le proprie ricerche anche in altre sedi. Sono inoltre richieste due relazioni sullo stato del lavoro di ricerca svolto, una di medio termine e una finale, e la preparazione di un lavoro scientifico di ricerca, nella possibilità di una sua pubblicazione nella collana dell’Istituto.

È consultabile online il bando completo.

Come partecipare

Per partecipare al bando sono necessari i seguenti requisiti:

  • età inferiore a 32 anni alla data di scadenza del 30 luglio 2019 (nati dal 31 luglio 1987);
  • laureati e dottori di ricerca che entro la data di scadenza abbiano discusso la tesi di laurea magistrale o di dottorato, in Italia, nei paesi dell’Unione europea o all’estero, in discipline storiche, filosofiche e letterarie, e che vogliano attendere a ulteriori ricerche.

La domanda di partecipazione (disponibile online) debitamente compilata, firmata e corredata dei documenti richiesti (segnalati al punto 2 del bando ufficiale) , deve pervenire all’indirizzo dell’Istituto italiano per gli Studi Storici, via Benedetto Croce, 12 – 80134 Napoli, tramite posta raccomandata con avviso di ricevimento o consegna a mano con rilascio di ricevuta; oppure all’indirizzo mail borsedistudio.iiss@pec.it tramite posta elettronica certificata del candidato.

Le domande devono pervenire entro e non oltre il 30 luglio 2019.

Per informazioni
Istituto Italiano per gli Studi Storici
Mail: info@iiss.it
Tel.: 081 5517159

U-Multirank, le migliori Università nel 2019

U-Multirank ha pubblicato la sesta graduatoria delle università che assegna un punteggio ad oltre 1.700 università di 96 paesi. Confrontando le prestazioni degli atenei in diversi settori permette di comparare le opportunità che le diverse università offrono.

Il progetto

U-Multirank è un progetto avviato grazie alla Commissione europea e cofinanziata dal Programma Erasmus+, si tratta di un portale interattivo che permette una graduatoria multidimensionale mondiale, consentendo così agli utenti di creare le proprie graduatorie personalizzate selezionando i diversi indicatori relativi all’insegnamento e all’apprendimento, all’orientamento internazionale, al trasferimento di conoscenze, all’impegno regionale e alla ricerca

Quest’anno, oltre alla graduatoria, è disponibile una mappa raffigurante le 100 università che hanno ottenuto nel complesso i risultati migliori

Sono diversi gli istituti universitari europei che hanno avuto un ottimo piazzamento: la EDHEC Business School (Francia), l’Università di tecnologia di Chalmers (Svezia) e l’Università di Groningen (Paesi Bassi) figurano ai primi posti.

Una variabile analizzata dalla piattaforma è il grado di apertura internazionale delle università verso il resto del mondo, evidenziando che più le università cooperano a livello internazionale, maggiore è il grado di soddisfazione dei loro studenti per la propria esperienza di apprendimento. 

In seguito all’appello dei leader dell’UE al vertice di Göteborg del 2017, la Commissione ha lanciato un invito a presentare proposte per un valore di 60 milioni di euro al fine di sviluppare l’iniziativa delle università europee, che mira a sostenere la fondazione di università transnazionali altamente competitive e inclusive. La pubblicazione dei risultati dell’invito è prevista nelle prossime settimane. 

Per informazioni
U-Multirank

Premio IAI per giovani scrittori sul tema “Democrazia in Europa”

L’Istituto Affari Internazionali annuncia la nuova edizione dell’annuale premio IAI, “Giovani talenti per l’Italia, l’Europa e il Mondo“.

Il concorso è rivolto ai giovani scrittori under 26, e le modalità di partecipazione prevedono l’invio di un saggio inedito, in lingua italiana o inglese, sul tema di questa edizione: “Democrazia in Europa: fine corsa o nuovo inizio?”.

Possono partecipare al concorso:

  • studenti universitari e neolaureati: studenti e laureati da non più di un anno, nati a partire dal 1993, di qualsiasi nazionalità e iscritti a qualsiasi ateneo presente nel territorio nazionale o studenti italiani iscritti a qualsiasi ateneo dell’Unione Europea;
  • studenti delle scuole superiori: studenti del quarto e del quinto anno di superiori (per gli studenti minorenni è richiesta l’autorizzazione da parte di un genitore).

Saranno premiati i tre saggi che, per ciascuna categoria, otterranno la migliore valutazione da parte della commissione giudicatrice.

Per tutte le informazioni sulle tematiche da affrontare nel saggio e sui premi in palio consultare il bando ufficiale del concorso.

Come partecipare

I candidati devono produrre un saggio di lunghezza compresa tra le 1000 e le 1500 parole (note e bibliografia escluse), in duplice formato(documento Word e PDF). I file, che possono contenere anche immagini e grafici, non devono contenere il nome dell’autore.

Gli elaborati, unitamente alla scheda di partecipazione compilata (contenuta nel bando ufficiale) devono essere inviata all’indirizzo mail premio@iai.it entro e non oltre le 24:00 di domenica 2 giugno.

È gradito anche l’invio di un video-clip che risponda al quesito del concorso.

Per informazioni
Istituto Affari Internazionali
Mail: premio@iai.it
Tel.: 06 3224360

Immigrazione e integrazione raccontati dal cinema

immigrazione e integrazione raccontati dal cinema italiano

Il Centro di Documentazione Europea, CDE-DiPIC, in collaborazione con la Scuola di Giurisprudenza e con il sostegno dell’Università di Padova e dell’ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova, organizza “Immigrazione e integrazione raccontati dal cinema italiano”, una rassegna cinematografica che coinvolge registi, studenti e docenti per un dibattito sui temi di pressante attualità.

Le proiezioni, presso la Sala Fronte del Porto del Multisala Porto Astra (via Santa Maria Assunta, 20), si svolgono mercoledì 22, mercoledì 29 maggio e martedì 4 giugno alle 20:30.

Il progetto, inserito nel programma del Festival della Sostenibilità, vuole permettere alla cittadinanza e agli studenti dell’Università, in particolare della Scuola di Giurisprudenza, di confrontarsi con i temi dell’immigrazione e dell’integrazione, mescolando un approccio giuridico ad uno più ampio, sociale e culturale.

La partecipazione è libera e gratuita. Dopo ciascuna proiezione, il pubblico è coinvolto dal dibattito cui prendono parte i registi, gli studenti e i docenti.

La rassegna, proposta dal professor Bernardo Cortese, docente di diritto dell’Unione europea della Scuola di Giurisprudenza e responsabile del Centro di Documentazione Europea dell’Università presso il DiPIC, è curata dal regista padovano Paolo Borraccetti.

Selezionati per la particolare sensibilità delle storie narrate, per la qualità cinematografica e per i temi giuridici sottesi, ecco i film in programma:

22 maggio: Per un figlio di Suranga d. Katugampala

Nella provincia veronese, una donna srilankese divide le sue giornate tra il lavoro di badante e un figlio adolescente. È una relazione segnata da molti conflitti, fra loro regna un silenzio pieno di tensioni. Essendo cresciuto in Italia, il figlio fa esperienza di un’ibridazione culturale difficile da capire per la madre, impegnata a lottare per vivere in un paese al quale non vuole appartenere.

29 maggio: Iuventa di Michele Cinque

Gli eventi di un anno cruciale della vita di un gruppo di giovani europei, impegnati nel progetto umanitario della ONG ‘Jugend Rettet’, raccontati in un documentario: dal primo viaggio della nave Iuventa nel Mediterraneo fino alle pesanti accuse che oltre un anno dopo hanno portato al sequestro preventivo della nave nell’ambito di un’indagine sull’immigrazione clandestina.

4 giugno: La mia classe di Daniele Gaglianone

Un attore (Valerio Mastandrea) impersona un maestro che dà lezioni a una classe di stranieri che mettono in scena se stessi. Sono extracomunitari che vogliono imparare l’italiano per avere il permesso di soggiorno e per integrarsi nella società italiana. Ma durante le riprese accade un fatto per cui la realtà prende il sopravvento… L’intera troupe entra in campo: ora tutti diventano attori di un’unica vera storia.

Per informazioni
Centro di Documentazione Europea
Università degli Studi di Padova
Mail: cde@unipd.it

Borsa di studio SuperNews 2019

La testata giornalistica di informazione sportiva SuperNews annuncia la terza edizione della Scolarship, una borsa di studio rivolta agli studenti universitari, focalizzata su un progetto di promozione sui canali social del Coni della candidatura dell’Italia come paese ospitante delle Olimpiadi Invernali 2026.

Il programma Borse di Studio SuperNews intende valorizzare e facilitare lo sviluppo di nuove professionalità in ambito umanistico, premiando studenti e appassionati meritevoli che abbiano già dimostrato, durante il loro percorso accademico, una forte propensione per nuovi media, comunicazione e giornalismo.

Il bando

La borsa finanzia un progetto di ricerca rivolto agli studenti universitari iscritti ad un corso di laurea triennale o specialistica in Lettere, Scienze della Comunicazione, Scienze Politiche, Giurisprudenza ed Economia.

La borsa prevede, oltre alla partecipazione ad uno stage retribuito presso la redazione di SuperNews, la copertura delle spese sostenute per l’acquisto dei libri di testo, i materiali per i corsi, le tasse universitarie, i viaggi di istruzione o le spese quotidiane per il mantenimento.

Scarica il bando completo

Come partecipare

Per potersi candidare è necessario essere uno studente iscritto a un’università italiana e, in particolare, a un corso di laurea triennale o specialistica di una delle seguenti facoltà: Lettere, Scienze della Comunicazione, Scienze Politiche, Giurisprudenza ed Economia.

Ai candidati è richiesto di inviare una mail di richiesta di partecipazione all’indirizzo ufficiostampa@superscommesse.it, allegando la seguente documentazione:

  • documento attestante l’iscrizione all’università e il piano di studi completo di tutti gli esami sostenuti e rispettivi esiti;
  • progetto di ricerca, presentato in formato .doc, .pdf o .ppt, dedicato allo sviluppo di un piano di comunicazione volto a promuovere la candidatura dell’Italia ad ospitare i giochi olimpici del 2026 e da applicarsi sui canali social del Coni (il piano di comunicazione dovrà approfondire obiettivi, strumenti, canali, tempistiche e messaggio da veicolare);
  • lettera motivazionale di circa 500 parole che spieghi l’interesse e la passione per il mondo dello sport e in particolare per il racconto degli eventi sportivi internazionali (la lettera motivazionale dovrà essere accompagnata dall’autorizzazione al trattamento dei dati personali).

La scadenza per la consegna delle candidature è fissata per il 31 agosto 2019.

Per informazioni
SuperNews
Mail: ufficiostampa@superscommesse.it
Tel.: 06 5941439

L’informazione oltre gli stereotipi e le fake news – seminario aperto

L’Università di Padova, il 10 maggio, apre al pubblico “L’informazione oltre gli stereotipi e le fake news, per la costruzione di contesti inclusivi”, seminario del Master di II livello “Inclusione e Innovazione Sociale” dedicato alla lotta alle fake news in un’ottica di inclusione sociale e culturale. Il seminario si svolge nell’Aula Magna del Palazzo Bo a Padova, dalle 14:30 alle 18:30.

Obbiettivo del seminario è tentare difornire stimoli e indicazioni per mettere a fuoco le fake news, riconoscerne le ricadute negative e il loro essere barriere allo sviluppo di società inclusive, solidali, sostenibili, delineando piste operative che aiutino a superare la logica della ‘verità fai da te’, spesso fonte di pregiudizi, rancore sociale, diffidenza, e a individuare i pilastri di una informazione di qualità, capace di essere fondamenta non solo per lo sviluppo democratico, ma anche inclusivo e sostenibile.

Scarica la locandina

Come partecipare

La partecipazione al seminario è libera e gratuita, ma per ragioni organizzative è richiesta la registrazione online, attraverso la compilazione dell’apposito modulo online.

Per informazioni
La.R.I.O.S.
Via Venezia, 14
35131, Padova
Mail: larios@unipd.it

Cerebration Fest #10

Il CeRebration Festival, giunto alla sua 10a edizione, torna a Padova dal 22 al 26 maggio.

Il festival vuole porsi come vero e proprio “contenitore” culturale con l’obiettivo di raccogliere, dare forma e visibilità alle idee degli studenti e di avvicinare la cittadinanza alla cultura, alle varie forme d’arte e all’innovazione in ambito culturale.

Il festival

Il CeRebrationFest, promosso dall’Associazione Cerebration per la divulgazione della cultura ed innovazione sul territorio nel polmone verde dell’Arcella: il Parco Milcovich. Il programma che nutre le cinque giornate corrisponde ad alcune tra le questioni più urgenti e calde degli ultimi tempi, la salvaguardia dell’ambiente e i cambiamenti climatici, attraverso idee innovative, dibattiti, workshop e concerti.

CeRebrationFest 10 offre un ampio ventaglio di proposte che vanno dall’espressione di varie forme d’arte e coinvolgimento creativo (dal teatro, ad esposizioni o istallazioni, a presentazioni di libri e incontri con autori), ad incontri e dibattiti con associazioni attive e contraddistinte da un continuo impegno in ambito civile, come Avvocato di Strada Onlus Padova che ha già confermato la sua presenza. Inoltre un’intera giornata è dedicata al quartiere Arcella e a tutte le organizzazioni ed enti che negli ultimissimi tempi hanno costruito un significato diverso di “quartiere” e “luogo urbano”.

Il programma

22 maggio

ore 16:00 – Workshop | Ricamo Terapia

ore 18:00 – Incontro con esperti

ore 21:30 – Live Band | LaScimmia

ore 22:30 – Live Band | Rumba de Bodas

23 maggio - Giornata Arte

ore 16:00 – Esposizione Fotografica | L’india in Arcella. Presentazione del viaggio fotografico di Michele Carmi

ore 18:00 – Live Acoustic | Emanuele Ramundo

ore 20:00 – Racconti&Musica | I Racconti del Bar Z “Senza racconti il Bar Z non esiste. Un bar fantasma che si manifesta una volta al mese in libreria, quando le luci si abbassano e si ascoltano racconti.”

ore 21:00 – Performance Teatrale

ore 22:30 – Dj Set | The Mojos

24 maggio - Giornata Ambiente

ore 16:00 – Workshop | Zero Waste: cosa ho fatto io e cosa puoi fare anche tu

ore 17:30 – Sostenibilità in pratica | Presentazione di SustainAbility: (non) lasciamo un’impronta con interventi di Fridays for Future – Padova e Legambiente Padova

ore 21:00 – Live Band | L’entrata di Cristo a Bruxelles

ore 22:00 – Live Band | The Lizards’ Invasion

ore 23:00 – Dj Set | Dj Raton

25 maggio - Giornata Legalità

ore 16:00 – Esposizione Artistica | I quadri di Simone Conti

ore 17:30 – Tavola Rotonda | Incontro con: Guido Saraceni, Avvocato di Strada Onlus – Padova, Associazione Mimosa/Cooperativa Equality, Presidio Silvia Ruotolo – Libera Padova

ore 21:30 – Live Band | Lucio Leoni

ore 22:30 – Live Band | Giancane

26 maggio - Giornata Arcella

ore 15:00 – Workshop | LabIntrecciamoci: laboratorio di bigiotteria ed acconciature africane durante il quale si intrecciano colori, storie ed esperienze dal mondo. Il progetto nasce all’interno dei laboratori di cittadinanza attiva del LabSestante a cura della Cooperativa Il Sestante Onlus

ore 15:00 – Workshop | Lab. S.O.S.T.A. conosci te stesso per realizzare una vita felice. Pianta un seme! A cura di Alessandro Conforti, esperto di creatività, problem solving, motivazione e intelligenza emotiva.

ore 17:00 – L’Arcella si presenta Cooperativa Il Sestante Onlus, SìAmo Arcella, Le Mille e Una Arcella, Progetto Martina, Arcella Bella

ore 21:30 – Live Band | Ale Ragazzo

ore 23:00 – Dj Set

Per informazioni
CeRebration Festival
via Ponte Ognissanti – 35131 Padova
Mail: cerebration.fest@gmail.com

Chiavi di Volta Festival

Chiavi di volta. Letture consapevoli della realtà“, è un festival che si svolge negli spazi dell’Orto Botanico il 30 marzo 2019. Il Festival è organizzato dall’Associazione Alumni della Scuola Galileiana di Studi Superiori in collaborazione con l’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova e con l’Ateneo stesso e ha ottenuto il patrocinio del Comune di Padova.

Il festival

In un arco o in una volta la chiave è una pietra posta sulla sommità della struttura e ha la funzione di indirizzare verso terra la spinta del peso dei mattoni, evitando che collassino su se stessi. In una comunità è un tema con cui fare i conti per realizzare una buona convivenza reciproca.

Per la prima edizione di “Chiavi di volta”, il tema scelto è la disinformazione. Tema che viene affrontato in tutte le forme che la disinformazione e il falso possono assumere in una comunità: dalla diffusione della scienza senza una mediazione scientifica alla semplificazione, dal sottile confine tra plagio e citazione alla manomissione volontaria di documenti o narrazioni. Senza dimenticare le risposte che la scienza, la cultura, le istituzioni provano a dare al fenomeno delle fake news.

Il programma

Scienze

Fake news e scienza. Una sfida educativa e sociale.

Intervengono: Lorenzo Magnea (Professore di Fisica teorica, Università di Torino), Massimo Polidoro (Scrittore e giornalista, cofondatore e segretario nazionale CICAP)

Auditorium Orto Botanico | 9.30 – 11.00

Economia

Economia: favole o teorie?

Intervengono: Giampaolo Galli (vicedirettore Osservatorio dei Conti Pubblici Italiani), Guglielmo Weber (Professore di Econometria, Università di Padova)

Modera: Riccardo Franceschin (Dottorando di ricerca, Università commerciale Luigi Bocconi)

Auditorium | 11.30 – 13.00

Giurisprudenza

La lotta alle fake news ha basi giuridiche?

Intervengono: Vincenzo Zeno-Zencovich (Professore di Diritto comparato, Università Roma Tre), Riccardo Borsari (Professore di Diritto penale, Università di Padova)

Modera: Valentina Morgante (Avvocato, BM&A studio legale associato)

Sala emiciclo | 11.30 – 13.00

Filologia

Falsi, falsari e filologia: l’educazione al dubbio nell’età della menzogna

Intervengono: Federico Condello (Professore di Filologia classica, Università di Bologna), Luciano Bossina (Professore di Filologia classica, Università di Padova)

Modera: Raffaele Tondini (Dottorando di ricerca, Università di Padova)

Sala emiciclo | 15.00 – 16.30

Medicina

Un vaccino contro la disinformazione

Intervengono: Flavia Bustreo (già vicedirettrice Organizzazione Mondiale della Sanità), Antonella Viola (Professore di Patologia, Università di Padova)

Modera: Gaia Griguolo (Medico oncologo)

Auditorium | 16.45 – 18.15

Climatologia

Se lo vedo, ci credo. Il riscaldamento globale e il ruolo dell’uomo

Intervengono: Filippo Giorgi (Direttore sezione di Fisica del Sistema Terra, Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics, Trieste), Arturo Lorenzoni (vicesindaco Comune di Padova)

Modera: Luca Cappellin (Ricercatore in Chimica, Università di Padova)

Sala emiciclo | 16.45 – 18.15

Il Concerto

EPHEMERA. Non tutto è standard

Andrea Pimazzoni – sax tenore, Roberto Caon – contrabbasso, Marco Carlesso – batteria, Marco Goldoni – voce narrante

Direzione artistica: Fiorella Isola

Come partecipare

La partecipazione al Festival è gratuita. L’accesso agli eventi è garantito in via prioritaria a tutti coloro che si iscrivono compilando l’apposito modulo online.

Registrati

Per informazioni
Alumni della Scuola Galileiana di Studi Superiori

Call volontari Across The University 2019

Across The University torna, dal 9 al 14 Aprile, per la sue decima edizione e cerca nuovi volontari.

Across è un festival universitario organizzato dall’associazione studentesca Studenti Per Udu Padova, realizzato dagli studenti per gli studenti. È un’occasione per promuovere cultura, musica, spettacolo e aggregazione.

Quest’anno ritorna a rivitalizzare Parco delle Mura, una vasta area di parco comunale ancora poco utilizzata. Per 5 pomeriggi si ospiteranno conferenze e talk, seguiti da concerti tenuti da artisti appartenenti a generi diversi dell’attuale panorama musicale.

Come partecipare

La domanda di candidaturadisponibile qui, prevede la possibilità di indicare i giorni e le aree operative in cui si è disponibili a collaborare entrando nello staff del Festival.

  • ingresso e informazioni;
  • cucina e somministrazione vivande*;
  • bar*;
  • attività di comunicazione e promozione;
  • controllo varchi d’ingresso e sicurezza;
  • pulizia.

*necessario HACCP. Al termine della call gli organizzatori realizzano un corso per i volontari all’interno struttura convenzionata.

Il volontario può essere indirizzato a una o più mansioni, in affiancamento a un responsabile di settore, secondo le proprieaspirazionicompetenze disponibilità.

Tutti i candidati sono invitati a partecipare ad un breve incontro di conoscenza e ad un incontro di formazione per avvicinarsi alla macchina organizzativa di Across. La call è riservata ai maggiori di 18 anni.

Ulteriori informazioni per l’iscrizione sono disponibili sul sito ufficiale del Festival; è possibile iscriversi fino al 9 marzo.

Per informazioni
Studenti Per Udu Padova
via Leonardo Loredan 26
mail: info.acrossuniversity@gmail.com

Maurizio Molinari – Perché è successo qui

Venerdì 25 gennaio alle 17:30, il Comune di Padova ospita Maurizio Molinari – direttore di “La Stampa” – per la discussione del suo ultimo saggio “Perché è successo qui. Viaggio all’origine del populismo italiano che scuote l’Europa” (Nave di Teseo).

Introduce Davide Romanin Jacur e ne discutono con l’autore Stefano Allievi, docente di Sociologia, e Paolo Gubitta, docente di Imprenditorialità dell’Università degli Studi di Padova.

L’appuntamento si svolgerà presso lo Spazio 35, al piano terra del Centro Culturale Altinate San Gaetano. L’ingresso è libero e gratuito.

Il libro

Aggrediti dalle diseguaglianze, sorpresi dai migranti, flagellati da imposte e corruzione, bisognosi di protezione e sicurezza, feriti dalla globalizzazione, inascoltati dai partiti tradizionali e rafforzati nella capacità di esprimersi dall’avvento dell’informazione digitale, gli italiani con le elezioni del 4 marzo 2018 hanno reagito consegnando le proprie sorti al primo governo populista dell’Europa occidentale, con il risultato di innescare un domino di eventi sul Vecchio Continente dalle conseguenze imprevedibili.

Questo libro tenta di rispondere alla domanda su come tutto ciò sia potuto accadere in Italia, con una rapidità travolgente e un’accelerazione di sapore rivoluzionario in uno dei paesi più moderati dell’Occidente.

Maurizio Molinari ha percorso il nostro Paese in lungo e in largo, incontrando di persona il disagio, le paure e le speranze degli italiani, per raccontare i motivi di una rivolta che ha sorpreso l’Europa e ha cambiato radicalmente i connotati della vita pubblica.

L’autore

Maurizio Molinari, nato a Roma nel 1964, è dal 2016 il direttore di “La Stampa”. Per 15 anni è stato corrispondente da Bruxelles, New York e Gerusalemme-Ramallah, ha coperto i conflitti in Medio Oriente, Balcani e Corno d’Africa e intervistato presidenti americani, leader europei e dittatori arabi. Questo è il suo ventesimo libro, tra i precedenti ricordiamo “Il Califfato del terrore“, “Jihad” e “Il ritorno delle tribù“.

Per informazioni
Ufficio Progetto Giovani
via Altinate, 71 – 35141 Padova
Mail: progettogiovani@comune.padova.it